Il tempo degli alberi Mi piace

Il 21 marzo non è solo il primo giorno di primavera: è anche la Giornata internazionale delle foreste. I polmoni del mondo che puliscono l’aria, riducono il riscaldamento del Pianeta, accolgono l’80 per cento della biodiversità terrestre, e il 21 novembre di ogni anno si celebra in Italia la Giornata mondiale degli Alberi, per onorare e valorizzare le foreste e i boschi del nostro Paese e per promuovere politiche di riduzione degli effetti nocivi delle emissioni, di protezione del suolo e incentivazione di spazi verdi nelle nostre città.

Il tempo degli alberi #12

Sulla strada sterrata che porta al Ponte di Cimabue, il luogo dell'incontro tra il maestro e il discepolo, sento un brivido lungo la schiena. Il ponte dopo la breve salitella sembra scomparire nella nebbia, come se volesse nascondere i suoi segreti. Mi avvicino con timore e rispetto, sperando di cogliere le emozioni antiche che hanno ispirato i due grandi artisti.

Il tempo degli alberi #9

Sono nel Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna situato nell'Appennino tosco-romagnolo. Un bianco fulgido, freddo, graffiante, trafigge gli occhi, il silenzio abbraccia la vegetazione, ora il freddo comincia a farsi sentire assieme al gelo arriva la prima neve.

Il tempo degli alberi #10

Sono nel Comune di San Marcello Pistoiese: ma ci troviamo su di una sommità preappenninica a quasi mille metri di altezza, punto d'osservazione privilegiato per ammirare una parte della Montagna Pistoiese. Questa è una zona ideale per escursioni all'aria aperta, alla ricerca di sentieri trekking e boschi.

Il tempo degli alberi #11

Sono immerso nel paesaggio ovicolo di Pieve di Mugnana, in località la Pancuccia a Cintoia, nel cuore del Chianti Classico fiorentino, e sono seduto accanto ad un olivo vecchio centenario. Il suo tronco ormai è mangiato dal tempo, ma le sue radici sono ben salde al suolo, i suoi rami sono carichi di frutti lucenti, testimoni di una civiltà millenaria.

Il tempo degli alberi #8

Maltempo, la piena dell'Arno a Signa il 16 dicembre 2022, era pioggia da giorni il terreno trasudava acqua e l'Arno era in piena. Ma d'altra parte siamo alla fine di dicembre e se non piove allora quando piove? Unico sollievo in una città senza portici, dove la pioggia si distribuisce per le strade, il fatto che una settimana sarebbe stato Natale. Può bastare. Allora come sarà vivere senza riparo per questi alberi lungo la riva del fiume, e non si meravigliano loro di ritrovarsi nel futuro, ma non noi di avere un presente. Vedi il sole sta tornando e la situazione si avvia alla normalità.

Il tempo degli alberi #3

Il mio occhio è in cerca qualcosa? Ora mi trovo nel Borgo di Santa Maria a Grignano situato nel cuore del Chianti, che nasce in epoca medievale. In questo luogo, c’è una voce che sale dal bosco: è quella di un vecchio albero che vive lì da sempre, e adesso vuole dire la sua. Perché anche le piante hanno una personalità, delle passioni, ciascuna ha un proprio carattere. Cercano sottoterra per guardare il cielo. Si studiano, si somigliano, si aiutano. Chi visiterà questo luogo sentirà una grande emozione artistica e anche paesaggistica.

Il tempo degli alberi #1

Il punto di partenza dell’escursione è l’inizio del sentiero 02 (1100 m.) che si trova 2.5 km prima di arrivare al parcheggio dell’albergo-rifugio di Pratorsi. Il percorso attraversa un bosco di faggi e piccoli corsi d’acqua fino ad arrivare ad una strada bianca, superato un guado arriviamo a ca’ Selvori (1082 m.) o (Podere Nuovo di Mandromini), nucleo abitativo di notevole fattura che comprendeva stalle e abitazioni di un certo livello, oggi questa fattoria in stato di abbandono.

Il tempo degli alberi #6

Ci troviamo a Montignoso Vaiano, un luogo perfetto per trascorrere un rilassante soggiorno, immerso nelle verdi colline che dominano la Valdelsa e circondati da numerose città turistiche. Il territorio di Gambassi Terme è da sempre terra di transito e passaggio. Lo è per certo sin dal tempo degli Etruschi, trovandosi sulla direttrice che conduce a Volterra. È rimasta tale anche durante il periodo romano, come punto di snodo della via Clodia che collegava le città di Siena e Lucca.

Il tempo degli alberi #2

Ora sono immerso nelle verdi faggete dell’alto Mugello sul crinale dell’Appennino tosco-romagnolo, poco distante dal Passo della Sambuca, è una perfetta sosta per gli appassionati del trekking, del nordic walking, della mountainbike e delle passeggiate a cavallo.

Il tempo degli alberi #4

Ora esplororò la Foresta del Teso, il percorso è molto panoramico ed è situato nel cuore della montagna Pistoiese. Partiremo dalla Casetta de’ Pulledrari e ci inoltreremo nella splendida faggeta della Foresta del Teso, arrivati al rifugio del Montanaro usciremo dalla linea delle alberature al Passo dei Malandrini e da qui procederemo verso il Passo della Nevaia su dolcissimo e ampio sentiero. Proseguendo sullo stesso si giunge, dopo circa due ore dalla partenza, a delle vere e proprie praterie di stupende genziane in fiore, uno dei fiori simbolo dell’alta montagna unitamente alla stella alpina, qui è d’obbligo una sosta fotografica! Continueremo a salire fino al Passo del Cancellino dove il ripido e stretto sentiero sulla destra ci proietterà sulla vetta del Monte Gennaio.

Il tempo degli alberi #7

Alberi che si riflettono in uno specchio d'acqua, alberi vanitosi, che si specchiano in una fontana: attorno a una serie di opposizioni. Tronchi vigorosi, slanciati che paiono sfiorare il cielo. Tutto, in questo bosco, parla di natura da salvare. Lo specchio d'acqua della fontana, qui è inteso come strumento per osservare, e offre una vista su noi stessi e sul nostro rapporto con l’ambiente. La fotografia diventa il ricordo di un momento che segue tutti i momenti successivi.

Il tempo degli alberi #5

Quali sono gli alberi migliori per le città? Sono un prezioso capitale nell'ambiente urbano: assorbono lo smog e migliorano il benessere fisico e psicologico. Alcune specie, però, sono più efficienti di altre. Rinfrescano le strade, ripuliscono l’aria, rendono più piacevole uscire e camminare: gli alberi sono utili alleati nell’ambiente cittadino. Alcuni più, alcuni meno, però.
Effettua il Login per commentare!
Paolo Tomberli 11 mesi fa
QUOTE (alex9 @ 19 Giugno 2023 17:52)
Ottimissima prospettiva e reportage. Hai aperto una piccola veduta sul mondo vegetale in particolare degli alberi. Peraltro le grandi nozioni sugli alberi, o meglio sulle foreste o boschi in parte più o meno divulgate sono solo l'inizio di una conoscenza generale con particolare attenzione sull'intelligenza del mondo vegetale. Complimenti e un caro saluto. Ale


Grazie Mille Ale, sono molto lusingato per il tuo accurato commento e per il bellissimo spunto di riflessione che hai postato al mio Reportage, al quale voglio aggiungere solo poche parole: la salute delle foreste - come oggigiorno sappiamo - è un fattore cruciale nella lotta contro il cambiamento climatico globale, dal momento che riescono ad assorbire l’anidride carbonica presente nell’atmosfera. Gli alberi delle foreste sono le colonne del mondo. Tanti cari saluti e un abbraccio, Paolo.

alex9 11 mesi fa
Ottimissima prospettiva e reportage. Hai aperto una piccola veduta sul mondo vegetale in particolare degli alberi. Peraltro le grandi nozioni sugli alberi, o meglio sulle foreste o boschi in parte più o meno divulgate sono solo l'inizio di una conoscenza generale con particolare attenzione sull'intelligenza del mondo vegetale. Complimenti e un caro saluto. Ale

QUOTE (cav56 @ 23 Marzo 2023 14:39)
Ottimo lavoro ,bello l'uso del BeN complimenti,un saluto cav56


Grazie Mille Cav56 sono molto lusingato per il tuo commento, mi fa piacere che questo lavoro ti sia piaciuto. Ti ringrazio per il complimenti e per la visita. Un caro saluto, Paolo.

cav56 1 anno fa
Ottimo lavoro ,bello l'uso del BeN complimenti,un saluto cav56

QUOTE (LAURA_MAN @ 22 Marzo 2023 05:26)
Complimenti Paolo, quale miglior modo per festeggiare la giornata della poesia con il linguaggio della fotografia! saluti, laura


Grazie infinite, Laura, per l'apprezzamento riguardo questo lavoro, e per il tuo bel commento e del tempo che dedichi ai miei lavori. Nel 2022, quando ho iniziato questo Reportage, non avevo idea di cosa significasse "ambientalismo". Così ho deciso di lavorare a un progetto, che continua ancora oggi - su un'altra piattaforma delle rete dedicata alla Fotografia - incentrato sugli alberi: guardare ai molti e vari modi in cui il nostro rapporto con l'albero determina – in una certa misura – la nostra connessione con l'ambiente. Ti ringrazio Tantissimo per il complimenti e per la visita. Un caro saluto, Paolo.
P.S. Sei sei interessata, ti consiglio di cercarmi sulla rivista online il Fotografo. All'interno della quale troverai altre fotografie che fanno parte di un progetto più ampio.

QUOTE (Aria.nuova @ 22 Marzo 2023 01:54)
ciao paolo , complimenti per il tuo reportage raccontato come sempre in b/n
un caro saluto
paolo


Grazie mille Paolo, per il tuo commento e per il gentile apprezzamento, è quello che voglio esprimere con questo Reportage. Sai, oggigiorno la fotografia in bianco e nero è un genere molto apprezzato. Molte persone apprezzano la bellezza e l’atmosfera unica che solo la fotografia in bianco e nero può creare. Ti ringrazio per i complimenti e per la visita. Un caro saluto, Paolo.

LAURA_MAN 1 anno fa
Complimenti Paolo, quale miglior modo per festeggiare la giornata della poesia con il linguaggio della fotografia! saluti, laura

Aria.nuova 1 anno fa
ciao paolo , complimenti per il tuo reportage raccontato come sempre in b/n
un caro saluto
paolo

QUOTE (Massimo_2015 @ 21 Marzo 2023 14:44)
Bella serie Paolo dei b/n ben gestiti, complimenti, saluti, Massimo.


Grazie 1000 Massimo per il tuo commento gentilissimo e graditissimo. E' veramente gratificante ascoltare le tue parole. E il saper di aver fatto un buon lavoro..
Ti ringrazio dei complimenti e della visita. Un caro saluto, Paolo.

Massimo_2015 1 anno fa
Bella serie Palo dei b/n ben gestiti, complimenti, saluti, Massimo.