Risultato della ricerca: parco
LadyGi
Fontana di Diana e Atteone all'interno del parco, realizzato dai Vanvitelli in collaborazione con botanici e scultori.
Claudio_Guardigli
Parco regionale della Maremma. Grosseto
leonardo_lb
Flora rupestre:sedum in fioritura. Anfiteatro di Monte Quacella(mt 1869),il giardino botanico del Parco delle Madonie (Palermo-Sicilia). Un'area ricca di biodiversita' di grande interesse.
LadyGi
Sempre opera di Vanvitelli, padre e figlio
fernandospirito55
costa jonica salentina.......parco naturale della \'\'montagna. spaccata\'\' . agli inizi del secolo scorso fu.aperto un varco tra le rocce..per realizzare una strada per collegare le varie marine......tantissime le specie vegetali presenti in questa zona,...oltre al pino d\'Aleppo.......tante orchidee....piante rupicole ...e arbusti della macchia mediterranea ...da fotografare........
fernandospirito55
COSTA ...SALENTINA .MAR JONIO....TORRE DELL\'ALTO...NEL PARCO NATURALE DI PORTO SELVAGGIO......
mauriziot
... piccolo paesino nel Parco nazionale d\'Abruzzo, oltre i 1.200 metri, al tramonto. Pescasseroli, agosto 2014
giancarlo valentini
Parco dell'Uccellina - Principina a Mare - l'ultimo approdo di questi giganti spiaggiati, che se potessero..., ne avrebbero di cose straordinarie da raccontare.. M.V. SU SALVA ORIGINALE
mauriziot
... nel Parco nazionale d\'Abruzzo; una vecchia foto recuperata in una notte insonne, con le nuvole che piacciono a me, tante e belle sature. Pescasseroli, agosto 2011
vinci62
apri gli occhi e guarda le tue pupille, non fermarti al colore dell\'iride, la luce calda si attenua e ti accompagna all\'interno. Ora puoi cercare il riflesso dell\'anima - (Parco di Gera -DE, ore 21:26 ancora tramonto...)
manlio.bottegoni
Gioiello del Parco regionale del Monte Cònero, Portonovo si distende in un contesto naturale ancora intatto, dove la macchia mediterranea arriva a toccare l\'acqua cristallina del mare. L\'arenile formato da una frana staccatasi da Pian Grande in epoca remota, risplende dei bianchi ciottoli di pietra del Cònero, levigati continuamente dalle onde. Il territorio di Portonovo, è parte integrante del Cònero, un monte abitato fin dalla preistoria e ne ha seguito le sorti: piceno, dorico, romano, bizantino, pontificio, francese, e infine, italiano. Nel medioevo questa zona era contraddistinta da tracce di vita monastica , con eremiti alla ricerca di silenzio e solitudine. La sua spiaggia fu punto d\'approdo e predaggio di navi turche. Di ciò si incontrano significative testimonianze storiche quali la torre di guardia eretta nel \'700 a difesa dai pirati e il Fortino Napoleonico baluardo militare ora adibito ad albergo.
mattiabonavida
foto scattata durante una splendida escursione al lago di Nambino, a Madonna di Campiglio (TN)
JohnnyDep
La luce del tramonto al Bryce Canyon produce una combinazione di colori, tingendosi di rosso, giallo ed ocra.