Risultato della ricerca: colore
quinty76
Piccolo scorcio da Greve in Chianti (Fi)
riccardo.mantero
Il tramonto dalla duna più alta dell'Erg Chebbi, in Marocco
Elio.De.Nardi
Lunga esposizione Alassio, Liguria.
irisauro
Puoi svegliarti anche molto presto all'alba, ma il tuo destino si è svegliato mezz'ora prima di te. (Proverbio Africano
mauriziot
La caratteristica colorazione rosa tipica di questo tipo di fenicottero è data dall'assorbimento di particolari sostanze organiche dovuto all'alimentazione basata essenzialmente su molluschi, insetti acquatici e piccoli crostacei. Ed è proprio da questi ultimi che provengono i carotenoidi, cioè i pigmenti che conferiscono alle penne il caratteristico colore rosa e ne determinano l'intensità. Il soggetto qui ripreso è molto giovane, non più di due anni, e non ha ancora "mangiato" abbastanza a lungo per diventare "rosa"; lo sarà fra un altro paio di anni minimo. Orbetello, gennaio 2020.
StefaniaTais
Giganti dolomitici protagonisti di un'alba invernale dalla cima del Piccolo Lagazuoi
Miloga
Fiore di campo di nome Aquilegia
Miloga
Valli del Delta del Po
StefaniaTais
Sole intrappolato tra le colonne di Punta della Dogana
mike2000
Il Libro ? https://it.blurb.com/b/9747538-amiata Instagram: https://www.instagram.com/michelebelloniofficial/
Emme15
Un'altra orchidea...
Mario_Nicorelli
The Monkey Drops Drops Rebound - Gocce che rimbalzano macro fotografia Drops e Flowers Gocce e Fiori Riflessi by Mario JR Nicorelli con Nikon D300s Macro fotografia - Macro Photography - Macro Foto Si tratta di una macro fotografia che ritrae delle gocce d'acqua che riflettono al loro interno il soggetto che sta alle loro spalle. It is a macro photograph that shows water drops that reflect the subject behind them.
drizzoll
Enrosadira sul Cimon della Pala 3 184 m s.l.m, gruppo delle pale di San Martino Al tramonto si illuminano di rosa, incendiate dai riflessi del sole che cala dolcemente dietro di esse. L’Enrosadira, che deriva dal ladino e significa “diventare rosa”, è un fenomeno che conferisce il caratteristico colore rosa-viola a queste montagne ed è causato principalmente dalla costituzione chimica delle Dolomiti: magnesio e carbonato di calcio. Si può osservare soprattutto all’alba e al tramonto durante le giornate nitide.