Emme15
Flutti si accaniscono su di un faro...
larall
Un grande dono della natura che nutre. Un castagno centenario, in pieno stato di salute, colmo di ricci quasi pronti a dischiudersi…. ma quasi.... non ci resta che attendere….
Oninrel
duomo siena in b&w
Maxim_Nital
...con tutte le imprecisioni di una istantanea colta al volo per non perdere la curiosa scenetta
UMBI56
Auto d'epoca a Lazise
MAURY06
Follage- Altopiano di Asiago
walt
Nikon D100
lens : 28/105
1/125
f 4.5
Iso 200
KRONOTURTLE
La vite è come un bambino: ha bisogno di continue cure ed attenzioni. In autunno/inverno è necessario effettuare la potatura e sistemare i pali ed i fili dei filari. Dalla primavera occorre procedere con periodici trattamenti contro la peronospora, a base di rame e zolfo. Durante tutta la fase vegetativa è opportuno procedere con periodiche potature verdi e con la cura del terreno tra i filari. Prima della vendemmia occorre sfogliare per lasciare i grappoli al sole e nel frattempo eliminare quelli eventualmente colpiti dalla botrite (muffa). Poi, finalmente, la vendemmia, che spesso è un'occasione di festa con amici e parenti. Dopo la pigiatura, in autunno inizia il lavoro in cantina, tra mosto, moscerini, travasi, pulizia delle botti, sino a che è pronto il vino nuovo. Il vino è una bevanda prodotta da secoli. Son convinto che chi avesse l'occasione di provare a lavorare in vigna ed in cantina non potrebbe non emozionarsi mentre gusta, a tavola, un buon bicchiere di vino.