oliviero1946
Chiedo scusa ma ho visto dopo averla postata che sulla sx vi sono tre punti di polvere sul sensore......
ClaudioPiccoli
KILT & SWEEP Brothers and Best Friends! www.claudiopiccoli.com
silvia_stabile
Le tipiche imbarcazioni a motore delle isole thailandesi
davide.balsemin
Il castello di Stalker è una casa-torre a quattro piani su una piccola isola nel Loch Laich, insenatura del Loch Linne, nei pressi dell'isola di Shuna
val59
fioriture nel giardino di casa
serenamontesano
"E in mezzo al mare c'è un punto lontano Così lontano dalle case e dal porto Dove la voce delle cose più care E' soltanto un ricordo…"
Emme15
Un'altra orchidea...
ottfra
La Civita di Castrovillari
elisabetta.l
Costituisce il nucleo più antico delle raccolte settecentesche presenti nel Museo. Fu donato nel 1877 dall’architetto e commediografo L. Cuciniello che ne curò personalmente l’allestimento due anni più tardi. Il sontuoso presepe, collocato in uno degli antichi ambienti delle cucine dei monaci nella Certosa di S. Martino, volutamente ideato come l’antro di una grotta artificiale, si articola in tre momenti essenziali del racconto evangelico: la Natività, disposta al centro in un tempio diroccato e sormontata da una gloria di angeli, la Taverna, fornita di ogni tipo di cibarie e affollata da una moltitudine di avventori allietati dal suono dei tre “vigevanesi”, provenienti dalla Basilicata; l’Annuncio, ambientato tra rozze capanne di pastori e mandriani svegliati dall’Angelo annunciante. La scena centrale si arricchisce della scintillante banda dei suonatori orientali al seguito del corteo dei Re Magi e del particolare della tenda del mercato con argenterie, monete e suppellettili. Napoli, Certosa di S. Martino, 7 dicembre 2019