Risultato della ricerca: nave
serenamontesano
Il sole dardeggiava la nave coi suoi raggi tutto il giorno e ogni mattina riapriva su di essa il rotondo occhio ardente pieno di curiosità insoddisfatta. Essa aveva il suo destino, viveva della vita di quegli esseri che si muovevano sopra i suoi ponti e come la terra che l’aveva confidata al mare trasportava un intollerabile carico di speranze e di rimpianti. (Joseph Conrad)
pietrolannunziata
La nave dormiva. Il mare si stendeva lontano, immenso e caliginoso, come l’immagine della vita, con la superficie scintillante e le profondità senza luce. (Joseph Conrad)
Emme15
Alla fonda, alberi si innalzano verso il sole, tra stralli e gomene, pronto a dare forza alla nave che salpa...
mauriziot
... all'alba (6.22), una nave da crociera entra nel bacino di San Marco. Una "grande nave", tema dibattuto a Venezia da tempo, forse troppo, in modo animato, ma senza alcuna capacità governativa di decidere. Un grande fotografo ha recentemente esposto foto tutte realizzate con potenti teleobiettivi, schiacciando le navi sulle case: impressionante ma non veritiero; con un grandangolo (21) le grandi navi diventano poco più di una gondola, apparendo quasi romantiche. Non voglio certo paragonarmi al predetto fotografo, ma la strumentalizzazione è la stessa: l'arte piegata alla ideologia. Gli elevati iso determinano il rumore di cui mi scuso; l'eccesso di saturazione sottolinea la volontà di evidenziare che una foto può mostrare un immagine diversa dalla realtà, prestandosi a banali mistificazioni. Venezia, novembre 2015.
JohnnyDep
Nel 1980 la nave Rigoletto (che trasportava auto di grossa cilindrata, sembra destinate a ricchi paesi arabi) ebbe un incendio a bordo; fu trainata in rada, nei pressi del porto di Messina, con l'intento di farla incagliare sulla spiaggia. Ma una manovra errata ne provocò l'affondamento, a galla rimase soltanto la prua. Dopo trentasei anni, incredibilmente, il suo scheletro è ancora lì, a far "bella" mostra di sè !
JohnnyDep
Nel 1980 la nave Rigoletto (che trasportava auto di grossa cilindrata, sembra destinate a ricchi paesi arabi) ebbe un incendio a bordo; fu trainata in rada, nei pressi del porto di Messina, con l'intento di farla incagliare sulla spiaggia. Ma una manovra errata ne provocò l'affondamento, a galla rimase soltanto la prua. Dopo trentasei anni, incredibilmente, il suo scheletro è ancora lì, a far "bella" mostra di sè !
robgrosso
La nave cattiva sta per mangiare due tenere barchette.
Elio.De.Nardi
Dare significato alla vita può sortire follia, ma la vita senza significato è tortura dell\'irrequietezza e del desiderio vago......è una nave che anela il mare eppur lo teme. (Edgar Lee Masters)
lucianscarlat
in questa foto sono due scatti i fulmini e la nave, la nave un scatto che a me non piaceva tanto ma alla fine a abbracciato alla grande i fulmini
dominique.lucas
"...ti me perdunié u magún / ma te pensu cuntru su / e u so ben t'ammii u mä / 'n pò ciû au largu du dulú..." (trad: "mi perdonerai il magone / ma ti penso contro sole / e so bene stai guardando il mare / un po' più al largo del dolore") [Fabrizio de André]
mauriziot
... si tratta ovviamente non di una nave ormeggiata in porto ma in costruzione in bacino, a Marghera per la precisione, fotografata poco prima dell'alba; sarà una delle navi da crociera più grandi nel mondo; per le composizione e tecnicamente si poteva fare di meglio. Marghera, agosto 2016
angelofarina
Ho voluto giocare nella Notte,ho voluto mettermi alla prova,ho voluto rendermi conto fino a che punto la mia fedele D610 mi desse ciò che speravo!Il veliero era in movimento,ho scattato questa foto a mano libera,ho giocato con il Panning per via del movimento e ho e portato gli Iso a 5000 a causa della notte e della scarsa luce..Ad occhio nudo l'antico veliero si vedeva appena.E' stata davvero una bella prova per testare gli alti Iso della mia full frame.Il risultato spero vi piaccia,un saluto a tutti gli amici Nikonclub
Vakinze
Figlio chi t’insegnerà le stelle se da questa nave non potrai vederle? Chi t’indicherà le luci dalla riva? Figlio, quante volte non si arriva! Chi t’insegnerà a guardare il cielo fino a rimanere senza respiro? A guardare un quadro per ore e ore fino a avere i brividi dentro il cuore? Che al di là del torto e la ragione contano soltanto le persone? Che non basta premere un bottone per un’emozione? Roberto Vecchioni, Figlio
ElenaPardini
Tramonto a Viareggio
mauriziot
...all\'inizio del giorno, a Budapest, una nave da crociera fluviale. Foto dedicata a tutti i \"crocieristi nikonisti\" che la crociera l\'hanno fatta sul serio, sul Mediterraneo, mentre ahimè io dovevo lavorare, seppur in questa splendida città. Budapest, ottobre, 2012
BUSSOLA66
arriva la nave cisterna con l\'acqua potabile e l\'isola può ...bere
Turm
. . . viaggiare. . .
sunny65
Il Palais de l\'Îsle fu la residenza del castellano di Annecy dal XII secolo. Venne edificato per volere del conte di Ginevra nel 1132 e fu realizzato in più fasi fino al XVI secolo; esso fu collocato nel mezzo del fiume Thiou su una piccola isola. Ha forma triangolare, è rivolto verso il lago e la sua forma ricorda una nave ancorata tra le case che con la sua prua divide le acque. Durante la sua storia fu sede della Zecca, Centro amministrativo e sede del governo, palazzo di giustizia, casa di cura per persone anziane ed infine prigione della città. Oggi è sede del museo municipale della città di Annecy.