Risultato della ricerca: Roma
mauriziot
... una delle tante perle di Roma; si trova a Piazza della Bocca della Verità. Costruito circa nel 120 a.c., è il più antico monumento di Roma antica in marmo; è in un ottimo stato di conservazione ma non è facile fotografarlo in notturna, perché raramente è illuminato. Questo è stato un periodo fortunato. Nella PP della foto è stato importante risolvere il problema delle linee e delle curvature. Roma, maggio 2020
mauriziot
...fotografato in luce naturale, poca, e due flash contrapposti; della serie #IORESTOACASA: esauriti i fiori del giardino ma riaperti i fiorai nuovi tentativi. Roma maggio, 2020
mauriziot
... la quarantena, o più tecnicamente il distanziamento sociale è finito, almeno in parte. Si spera che non torni più. Dall'ultima serie di scatti due Lilium illuminati con un doppio flash; forse il migliore scatto della serie. Ora ho tolte le batteria e riposto flash e commander; ho imparato qualcosa in questo periodo ma non vedo l'ora di tornare a paesaggi e ritratti in luce naturale, e dal 1 giugno anche un po' di fauna. Roma, maggio 2020
BMauroS
Potrebbe non sembrare una bella vista, ma così si presenta il Circo Massimo in queste settimane, in attesa di ricevere attenzioni . . .
mauriziot
... con fiori, filtri, mascheri, oggetti avanzati .. e un po di noia dopo tanto "distanziamento sociale. Roma, aprile 2020
mauriziot
.... rielaborazione di una foto di alcune primule rosse, L'utilizzo della "quarantena" per sperimentare e andare oltre la "fotografia". Roma, maggio 2020
stefano_fiori
A prima vista Santa Maria in Montesanto (a sinistra) e Santa Maria dei Miracoli (a destra) sembrano uguali, ma non lo sono. Costruite nel ’600 su ordine di Papa Alessandro VII che voleva creare un punto focale che attirasse l’attenzione di tutti coloro che passavano per la piazza, le due chiese in origine avrebbero dovuto essere simmetriche, ma l’architetto Rainaldi dovette fare i conti col fatto che a sinistra lo spazio disponibile era minore rispetto a quello di destra. Il problema fu risolto dotando Santa Maria dei Miracoli di una cupola ottagonale e Santa Maria in Montesanto di una dodecagonale, forma che permetteva di schiacciarla nel poco spazio disponibile. Sempre per la medesima ragione, la pianta della chiesa a sinistra è ellittica, mentre quella dell’altra è circolare: nonostante questo i due edifici, per un particolare effetto ottico, visti dal centro della piazza sembrano perfettamente uguali.
sandro4445
Una ripresa serale, di un ponte tra i meno gettonati del lungotevere ma con molta storia alle spalle. Fu chiamato infatti nel corso dei secoli in molti modi tra i quali,Ponte Lapideo, Ponte Santa Maria per finire con ''Ponte Rotto'' in seguito all'alluvione che lo colpi alla fine del 1500. Non venne più ricostruito. Qui quello che ne resta oggi accompagnato da un post tramonto romano.
mauriziot
.... dal giardino, luce naturale e due flash con diffusore contrapposti a 60 gradi dal soggetto ..........; un periodo che è stato utile per famigliarizzare con termini come commander, slave, ec.ec. e il loro utilizzo. Peccato che con la pioggia di questi giorni sono oramai finiti i fiori da fotografare. Roma, aprile 2020
gattorosso
Panoramica fatta col telefonino
en.giuliani
Affrescato nel XIX secolo da Silverio Capparoni, raffigura la Gloria di san Giacomo.
BMauroS
Roma, 18 maggio, prima mattinata. Questo personaggio che cammina sulla salita di fronte al Circo Massimo sul colle Aventino, in scarpe di qualche numero più grande del piede, appesantito dallo zaino sulle spalle, mi sembra l'immagine di questa nostra ripartenza, faticosa ma caparbia . . .