Risultato della ricerca: Roma
mauriziot
... dalla Terrazza più bella : Il Foro Romano. Uno degli scatti preferiti dai fotografi romani sia perché difficile trovare un soggetto più suggestivo sia perché, essendo sotto casa, si può tornare a fotografarlo ogni volta che si vuole, rimediando a errori precedenti o provando nuove soluzioni. Qui è fotografato con un 15, che consente un ampia visione di quasi tutte le zone, con un diaframma classico per i paesaggi, f/8, e con un tempo, 4 secondi, che determina un leggero movimento delle nuvole, risultato che a me piace , anche se non sempre condiviso da tutti. Il bilanciamento è stato effettuato sulla luce artificiale, anche per impedire dominanti troppo calde e mantenere le colonne nei loro colori originali. Roma, gennaio 2021
Maxim_Nital
Sono consapevole del fatto che anche in questo caso, sarebbe stato opportuno impostare un diaframma più chiuso che avrebbe però imposto tempi di posa ulteriormente lunghi.... non avendo con me il treppiedi, ero già al limite per una foto a mano libera e scattata per puro piacere personale durante una altrettanto piacevole passeggiata per una Roma praticamente deserta...
mauriziot
....forme. cromie e sfumature di un garofalo bicolore; una tecnica nuova, per la quale commenti e critiche, - quest'ultime possibilmente sulla foto e non in altre discussioni - sono particolarmente graditi e utili. Una foto che segue un filone di cui Massimo De Medici (ancora sua credo la foto più commentata del sito) era un precursore. Roma gennaio 2021
mauriziot
... un ritorno al ritratto; la modella è Sara Longisland; Roma dicembre 2020
mauriziot
.....il Tempio di Esculapio a Roma, nel laghetto di Villa Borghese, tra l'ora blu e la notte. Ricordo ancora che Esculapio, nella mitologia greca, era il Dio della Medicina , dunque un dio ateo ma attuale ...; l' obbiettivo usato è un 28 FF. Roma , Dicembre 2020
mauriziot
... un classico della città eterna: Ponte Sisto e il Cupolone ripresi da Ponte Sant'Angelo. E' stata curata la gestione della luce, l'apertura delle ombre, la perpendicolarità delle linee e la geometria dell'orizzonte. Devo dire, onestamente, che mi trovo sempre più in imbarazzo nel postare questo tipo di foto perché vedo crescere su questo sito commenti iperelogiativi di foto pendenti, con ombre chiuse, linee non perpendicolari, PP presente ma approssimativa; commenti fatti anche chi di fotografia sicuramente se ne intende. Io credo che in questo modo, alla fine, si svilisca il lavoro di tutti noi e il valore qualitativo dell'intero sito. Roma, dicembre 2020
mauriziot
..dopo aver provato diversi stili di ripresa, sono giunto alla conclusione che, per i miei gusti e attitudini, i fiori recisi su fondo nero erano la soluzione migliore. Mi sembra che sulla Gallery siano stati apprezzati. Ora cerco di proporre qualcosa di diverso, anche per non annoiare ma rimanendo nel genere: il fiore a formato pieno, con una macro che comincia a diventare seria (qui siamo 1a 1). Si tratta di un focus stacking manuale di circa 25 scatti. Ovviamente, in questo ancor di più sono graditi pareri, suggerimenti e opinioni. Roma, dicembre, 2020
simone.porrelli
C’è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo. (Fabrizio De André)
JulianB
Piazza navona all'alba
alex9
Tevere ingrossato che scorre ben sopra la passeggiata, la corrente è forte e carica di vortici o mulinelli.
darioromano
Lunga esposizione da 40" improvvisata su di un separatore di di marmo della ringhiera che delimita la strada, in quanto, nel centro storico, non è possibile montare un treppiede senza autorizzazione (a pagamento).
mauriziot
... il simbolo della Roma Barocca, ma costruito addirittura sullo Stadio di Domizione dell'antica Roma. Lunga e stretta (265metri per 106), con tre splendide fontane e opera di grandissimi artisti (Bernini, Borromini, Rinaldi, Pietro da Cortona) rappresenta uno dei soggetti più sfidanti per un fotografo romano; si possono fare ottime foto di dettaglio ma dare una impressione dell'intera piazza con efficacia è complesso.Qui ho tentato con un 12 mm, aperto a f.8. Arretrando il PDR di un paio di metri la panchina sarebbe venuta intera e la curvatura del marciapiede si sarebbe vista completa in tutto il suo arco, ma la prima fontana sarebbe diventata troppo piccola e la seconda si sarebbe persa del tutto. Le nuvole hanno aiutato a riempire il frame. Roma, novembre 2020
en.giuliani
Ponte Nomentano, sul fiume Aniene, insieme al ponte Milvio e al ponte Salario era, nell'antica Roma, uno dei ponti extraurbani più importanti.
mauriziot
un fiore poco conosciuto ma dalle grandi potenzialità fotografiche. Roma, novembre 2020