Risultato della ricerca: Architettura
mgnello
Una foto che può essere fatta meglio, sono prove di fotografia senza cavalletto. Una serata in pizzeria con familiari, ti trovi a fare una paseggiata per digerire, e ti trovi davanti a tanto piacere di queste inquadrature, non potevo che fotografare e aspettare i risultati... Voi che ne pensate...???
fernandospirito55
Paesaggio Salentino Su una piccola collinetta i resti dell'Abazia Basiliana di San Mauro(sec..Xll) piccolo scrigno dell'' architettura mediovale in Terra d'Otranto nel Parco Naturale della Montagna Spaccata e Rupi di San Mauro
PierPaoloMiglietta
Collegno (Torino ) - L'antica Certosa Reale di Collegno che ospitò per duecento anni i monaci certosini e dal 1851 al 1981 fu sede di uno dei più grandi ospedali psichiatrici in Italia. - https://500px.com/photo/1004128330/ancient-cloisters-antichi-chiostri-10-by-pier-paolo-miglietta
simone.porrelli
C’è chi aspetta la pioggia per non piangere da solo. (Fabrizio De André)
F_Pelliccia
Bologna, p.zza Minghetti. Palazzo della Cassa di Risparmio di Bologna. Il palazzo viene costruito tra il 1868 ed il 1873 su progetto di Giuseppe Mengoni, in stile eclettico. Nel tempo ha subito numerosi rimaneggiamenti, l'ultimo dei quali attorno al 1950 ha portato alla copertura del cortile interno, per trasformarlo in sale utilizzabili per le attività di ufficio e di rappresentanza della banca. Esperimenti in HDR
quinty76
Siena. Piazza del Campo. Torre del Mangia
dylan72
Stradine lastricate, casette colorate e ispirate all'architettura di Gaudì. Borgo Parrini ha una storia antica ed è un borgo quasi abbandonato, dove vivono poco meno di 20 persone. Le sue origini risalgono agli inizi del '600, quando i Padri Gesuiti del Noviziato di Palermo acquistarono le terre in alcuni feudi del territorio di Partinico (PA).
quinty76
Radda in Chianti (Siena) - Palazzo del Podestà Scatto a mano libera
mesk77
Riflessi al EUR Basilica dei santi Pietro Paolo
simone.porrelli
Il sacello di San Zenone è una chiesa di Roma, nel rione Monti, a cui si accede dalla navata destra della basilica di Santa Prassede. L'oratorio venne eretto da papa Pasquale I (IX secolo) come sacello funerario per la madre Teodora; fu dedicato al martire romano san Zenone, di cui si conosce ben poco, se non il fatto che le sue spoglie riposano in questa cappella, trasportate al tempo di papa Pasquale dalle catacombe di Pretestato. La cappella fu costruita su un titulus Praxedis (sorella di santa Pudenziana), attestato nel V secolo. Esso rappresenta uno tra i più preziosi documenti dell'arte bizantina a Roma: infatti l'intero sacello è completamente ricoperto di mosaici su fondo oro, in stile bizantino, raffiguranti un giardino del Paradiso.