Risultato della ricerca: Animali
AntonioLimardi
Ripropongo la foto già postata ma con il riso che ormai è nato ed è in attesa di maturare. Lungo la strada che da Castellazzo Novarese conduce a Casaleggio, in aperta campagna, si possono osservare i ruderi di un'antica chiesa dedicata a Sant'Antonio Abate(Santo protettore degli animali, tanto da essere solitamente raffigurato con accanto un maiale che reca al collo una campanella). Si tratta di una chiesa a tre navate ,isolata nella campagna, perciò non ubicata al diretto servizio di un centro abitato, dotata di torre campanaria, particolare non comune per gli oratori campestri. Forse in origine erano annessi ambienti per l’ospitalità di viandanti e pellegrini o come dice la leggenda era la chiesa parrocchiale di un paese che ormai non esiste più, abbandonato quando i feudatari del territorio decisero di spostare la loro Signoria a Castellazzo, dove eressero il Castello. Tutti dovettero abbandonare le loro case ed anche il parroco la sua chiesa. Quest'ultimo, persona avarissima, non riuscì più a trovare il gruzzolo di monete d'oro che aveva nascosto ed è per questo che...in alcune notti, si odono pianti disperati tra i ruderi della chiesa: è il fantasma del Prevosto alla frenetica ricerca del gruzzolo di monete!
Davide_Bastianelli
Sul Monte Catria, durante il periodo degli amori, mi focalizzo su questo giovane daino, il quale rimane di fronte al mio appostamento per circa un'oretta, facendo qualche "sfilata"di fronte all'obiettivo. Dopo un po' di tempo, quando il sole ha cominciato ad alzarsi, decide di tornare nel bosco dandomi le spalle, fino a quando, a 8-9 metri da me, si volta verso l'obiettivo, guardandomi attentamente, come per darmi un ultimo saluto, non posso fare altro che ringraziarlo per la bellissima esperienza che mi ha regalato!
SimoneStinelli
Highlander tra la natura Faroense
en.giuliani
Parco nazionale d'Abruzzo, 16.8.2021 Un ringraziamento all 'amico Maurizio Trifilidis per avermi condotto nel luogo giusto per scattare questa e altre fotografie!
BIBI_87
Nuove generazioni crescono !! Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi (AN)
BIBI_87
Parco Regionale Gola della Rossa e di Frasassi (AN).
ignazioatzeni
Alcune particolarità rendono "La Rocca" di Sedini unica nel suo genere, la prima è che si trova nella via principale del paese, all'interno del centro storico e non, come nella maggior parte dei casi, in luoghi sperduti o difficilmente raggiungibili; la seconda è che è stata realizzata in un enorme masso che si trova tutto in superficie e per questo motivo, probabilmente, viene considerata la più grande della Sardegna. La terza particolarità è che, pur avendo mantenuto una parte delle sue caratteristiche originali, nei secoli ha subito diverse trasformazioni ed utilizzazioni che l'hanno resa parte viva del paese: è stata prigione, luogo di ricovero per animali, negozio, sede di partito e abitazione privata. Una parte conserva intatta la struttura medievale, con il focolare scavato al centro della stanza nel pavimento roccioso e scale a chiocciola ricavate nella viva roccia. A metà degli anni '90 è stata acquisita dall'amministrazione comunale e trasformata nel tempo in sede naturale di museo permanente delle tradizioni etnografiche di Sedini e dell'Anglona.
emilianomarcon
Il monte Mangart si specchia sul lago inferiore di Fusine. La conca dei laghi di Fusine è uno dei luoghi più affascinanti della regione. I laghi di origine glaciale, collegati tra loro da facili sentieri, sono ben inseriti all'interno di un fitto bosco di abete rosso e posti alla base della catena montuosa del Gruppo del monte Mangart. L'ambiente, dove vivono tanti animali e piante tipiche, si trasforma a seconda delle stagioni: la natura mostra le sue infinite gamme di colore dipingendo il bosco e i laghi con sfumature uniche e rendendo ancora più magico questo sito.
marcomontanari08
Una stenella striata a cavallo delle onde nel Santuario dei Cetacei, a poche miglia da Genova. Questi animali si divertono a sfruttare le onde prodotte dalle imbarcazioni per compiere evoluzioni incredibili, raggiungendo anche l'altezza di 7 metri.
didorossi
Un incontro inaspettato con questi magnifici pony durante un'escursione dolomitica. Questo in particolare sembrava volesse proprio essere fotografato. Un vero simpaticone.
mauriziot
... di una gregge verso \"casa\", con i loro pastori a cavallo; occorre tenere presente che in Mongolia non esistono ricoveri, tipo stalla o simili, per gli animali; tornare, quindi, significa solo avvicinarsi alla gher (tenda)dove vive la famiglia proprietaria; Mongolia, giugno 2013