Venezia al tempo del covid Mi piace

Immagini di una Venezia insolitamente deserta nei luoghi normalmente vissuti dai residenti e nei luoghi normalmente invasi da un turismo fuori controllo

Ponte degli Scalzi_11

Il Ponte degli Scalzi, che adduce alla chiesa di Santa Maria di Nazaret (detta degli Scalzi) si mostra in tutta la sua nuda bellezza

Venezia al tempo del covid_2

Ricorda tanto il romanzo di Thomas Mann "Morte a Venezia": lì c'era il colera, oggi c'è un virus misterioso, ma la descrizione è la stessa.

Venezia al tempo del covid_3

Una sottile pioggerellina sottolinea la malinconia di una Venezia immobile

Nessuno sul lastricato bagnato

L'altra domenica ho scattato una foto simile ma ero senza la mia reflex, quindi ho dovuto accontentarmi del telefonino. Questa domenica ho avuto occasione di riprendere la stessa immagine con la reflex. Peccato non c'era il sole come l'altra domenica...

Solo due gabbiani

Due gabbiani solitari osservano la marea che si sta alzando

Venezia al tempo del covid_6

Il campanile dei Frari si affaccia su una calle deserta

Venezia al tempo del covid_4

Per le calli non si incontra nessuno

L'Italia al tempo del covid_7

Un Campo San Tomà (San Tommaso) insolitamente vuoto

Venezia al tempo del covid_8

La Chiesa di San Rocco accanto all'omonima famosissima pinacoteca: la Scuola Grande di San Rocco

Campo San Tomà_10

La coreografia è sempre la stessa: Venezia deserta

Venezia al tempo del covid_9

Campo dei Frari davanti all'omonima chiesa appare desolato

Venezia al tempo del covid_1

Una Venezia deserta, tetra, inanimata...

Venezia al tempo del covid_5

Non si vede anima viva...

Crepuscolo

Un Canal Grande insolitamente privo di imbarcazioni, al crepuscolo di un'altra giornata di covid
Effettua il Login per commentare!
pinei 2 mesi fa
Grazie Laura, sono perfettamente d'accordo con te. Un caro saluto, Giuseppe

LLaurapalmer 2 mesi fa
Bellissime immagini di Venezia, in questo tempo. Tempo strano, così deserta, ma che da un lato lasciano rifiatare la città e allo stesso tempo mettono un pò di tristezza nel vedere una Venezia deserta, senza turisti. Complimenti, un saluto, Laura