FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
Ttl E Ttl Fill-flash Con Bilanciamento Automatico
Rispondi Nuova Discussione
Kenny
Banned
Messaggio: #1
Ho recentemente iniziato a usare la F5 con il SB80DX e con mia sorpresa noto che i rullini fatti hanno tutti una leggera sottoesposizione.

Ho analizzato la cosa con il mio Maestro e abbiamo notato che il flash era sempre impostato su TTL Fill-flash con bilanciamento automatico e questa impostazione faceva si che la luce arrivasse appena appena al soggetto.

Quando invece lo usavo con la FM3a in TTL le foto uscivano correttamente esposte.

Percui vi chiedo: devo usare il TTL Fill-flash con bilanciamento automatico solo come uso di schiarita diurna e continuare a usare il normale TTL in luoghi bui?

Oppure, usare il TTL fill-flash con bilanciamento automatico anche col buio MA impostarlo sovraesposto di uno stop?

Avete esperienza su questa faccenda?
Utente cancellato
DEREGISTRATO
Messaggio: #2
Ciao,

Il fill-flash è stato creato per ottenere effetti di schiarita proprio in luce diurna, e non per l'illuminazione di scene particolarmente buie.
In pratica così facendo ottieni lo stesso effetto (circa) di quello che otterresti usando il pulsante di compensazione dell'esposizione flash che hai sulla tua meccanica FM3a, ovvero circa 1 stop / 1,5 stop di sottoesposizione, che in caso di diapositive soprattutto, può essere un errore irrimediabile.

Quindi ti consiglio di usare l'ottimo TTL che ti garantisce una gran macchina come la tua, sottoesponendolo o sovraesponendolo a seconda dei classici casi di illuminazioni anomala, e in tuti quei casi che la tua esperienza ti insegnerà col tempo.

Chiedere una sovraesposizione al Fill-in in pieno buio significherebbe invece mandare in crisi il sistema esposimetrico, che riceverebbe l'informazione "c'è luce ma ho bisogno di una schiarita", mentre non è così......l'informazione giusta è casomai "di luce non ce n'è, quindi deve crearla tutta il flash.".

Se ciò che cerchi è un bilanciamento per lo sfondo......dimmelo e ti spiego, altrimenti finiresti per fare confusione.

Ciao! wink.gif
Kenny
Banned
Messaggio: #3
Ora un po ho capito.

Per via del bilanciamento con luce-ambiente-sfondo non ho problemi, tolgo lo slow-sync e il tempo più lungo che mi da è 1/60 ed è sufficiente per foto in luoghi illuminati dalle lampade.

Il mio ragionamento era: "se il TTL fill-flash con bilanciamento automatico calcola la distanza macchina-soggetto e manda la luce sufficiente al soggetto, dev'essere pur vero che sovraesponendo SOLO il flash di uno stop emana più luce"
Utente cancellato
DEREGISTRATO
Messaggio: #4
QUOTE(Kenny @ Dec 15 2003, 09:00 PM)
Ora un po ho capito.

Per via del bilanciamento con luce-ambiente-sfondo non ho problemi, tolgo lo slow-sync e il tempo più lungo che mi da è 1/60 ed è sufficiente per foto in luoghi illuminati dalle lampade.

Il mio ragionamento era: "se il TTL fill-flash con bilanciamento automatico calcola la distanza macchina-soggetto e manda la luce sufficiente al soggetto, dev'essere pur vero che sovraesponendo SOLO il flash di uno stop emana più luce"

Beh, anzi tutto direi che è una buona occasione per spiegare cos’è il “fill-in”, cioè questa particolare funzione che alcuni flash adottano.
Ad esempio con i flash Nikon serie Sb (e tutti i succesivi…), impostando la funzione “fill-in matrix 3D (che ricordiamo è possibile solo con le ottiche predisposte e, di conseguenza, siglate con la “D”), il computer delle reflex, collegato ad il flash, compire una serie di “ragionamenti” la cui logica, solitamente, riesce a far fronte a una buona parte delle situazioni di ripresa.
Bene, diciamo che per prima cosa il sistema imposta la potenza del flash (cioè l’emissione del lampo che viene regolata in base alla distanza del soggetto in primo piano, alla sua posizione all’interno dell’area inquadrata e al monitoraggio di un “pre-lampo” che effettua come controllo), ridotta quanto basta per “riempire le ombre” senza sovresporre eccessivamente le zone gia’ illuminate dalla luce preesistente (cioè quella dell’ambiente in quel momento e luogo).
Per questo effetto , il software della macchina applica una riduzione automatica del tempo di scatto di un tot. calcolato in base alla luminosita’ esistente, sucessivamente, la valutazione tiene conto della scena in modo piuttosto efficace ed “intelligente”.
Questa, grossomodo è la modalità di funzione, sta’ comunque di fatto che in condizioni di scarsa luminosita’ (ad esempio all’interno di una chiesa…) puo’ succedere che tenda un po’ a sottoesporre. Il mio modesto consiglio è quello di usare questa particolare modalita’ per schiarire le ombre in luce diurna, ma è pure una valido aiuto di definizione del soggetto nella tecnica del panning (magari accoppiato alla modalita’ “Slow-sinc”, cioè tempi lenti e con la sincronizzazione sulla seconda tendina) in particolari situazioni di distanza dal soggetto in azione (cioè se il soggetto o il mezzo è ad una distanza tale da garantire la copertura del flash), per condizioni di luce piu’ critiche è meglio usarlo, ad esempio, in modalita’ “A”, dove tiene conto solo della distanza in base al diaframma impostato, oppure se la situazione lo richiede usarlo in “M”, cioè in manuale.
Spero di esserti stato un po’ d’aiuto.
Ciao Mauro.

P.S.: me ne sono accorto solo ora che Gabriele t'aveva gia risposto......sorry...!!
ConteMaxS
Messaggio: #5
Ciao ragazzi, come sempre il vostro contributo è grande......ma già che ci siamo, che ne dite di spiegare agli asinelli come me, in più non dotati di una tale attrzzatura, come si può applicare la stessa tecnica con un corredo più modesto?
Un esempio a caso: una F80 e un normalissimo flash TTL dedicato......
Ve ne sarei (...e non solo io!!!!) veramente grato .
Utente cancellato
DEREGISTRATO
Messaggio: #6
QUOTE (MaxS @ Dec 16 2003, 09:46 AM)
Ciao ragazzi, come sempre il vostro contributo è grande......ma già che ci siamo, che ne dite di spiegare agli asinelli come me, in più non dotati di una tale attrzzatura, come si può applicare la stessa tecnica con un corredo più modesto?
Un esempio a caso: una F80 e un normalissimo flash TTL dedicato......
Ve ne sarei (...e non solo io!!!!) veramente grato .

Scusami, ma per tecnica intendi quella della fill-in....? Oppure l'uso con il panning......?
Cos'è che ti interessa.....parliamone....!!
Ciao Mauro.
Kenny
Banned
Messaggio: #7
Ho riletto il libretto della F5 e del SB80, da ciò che deduco l'azione più corretta dovrebbe essere TTL fill-flash con bilanciamento automatico (impostazione semi-spot) PIU' 1 stop sovraesposto (solo il flash).

E siccome il mio problema erano foto leggermente sottoesposte, sovraesponendo di uno stop il flash dovrebbero uscire foto perfette.


Il normale TTL non calcola la distanza del soggetto e come dice il libretto è facile sovraesporre il soggetto rispetto allo sfondo.

Domenica ho il servizio e lavorerò così.

Utente cancellato
DEREGISTRATO
Messaggio: #8
QUOTE (Kenny @ Dec 16 2003, 07:06 PM)
Ho riletto il libretto della F5 e del SB80, da ciò che deduco l'azione più corretta dovrebbe essere TTL fill-flash con bilanciamento automatico (impostazione semi-spot) PIU' 1 stop sovraesposto (solo il flash).

E siccome il mio problema erano foto leggermente sottoesposte, sovraesponendo di uno stop il flash dovrebbero uscire foto perfette.


Il normale TTL non calcola la distanza del soggetto e come dice il libretto è facile sovraesporre il soggetto rispetto allo sfondo.

Domenica ho il servizio e lavorerò così.

No, ma si regola in base all'esposizione rilevata dalla cellula, a volte puo' essere ingannato anche dalla riflettenza dei soggetti, cosa che in modalita' A ad esempio non avviene, come in M.
Ciao e facci sapere.....!
Kenny
Banned
Messaggio: #9
QUOTE (mauro.yzf@libero.it @ Dec 16 2003, 11:01 PM)

No, ma si regola in base all'esposizione rilevata dalla cellula, a volte puo' essere ingannato anche dalla riflettenza dei soggetti, cosa che in modalita' A ad esempio non avviene, come in M.
Ciao e facci sapere.....!

Ho fatto delle prove con F5 e SB80 con TTL fill-flash con bilanciamento automatico.

La prova consisteva nel sottoesporre di uno stop la luce flash (questo lo si vedeva dall'indicazione "-1" che appare nel lato destro in alto del flash)
percui ho sovraesposto il flash di uno stop e dopo lo scatto risultava tutto ok.

Da questo posso dedurre che ciò che penso è corretto (sovraesporre di 1 stop il flash).

Siamo sempre lì...il normale TTL non calcola la distanza camera-soggetto e percui è meno preciso.
ConteMaxS
Messaggio: #10
QUOTE
Scusami, ma per tecnica intendi quella della fill-in....? Oppure l'uso con il panning......?
Cos'è che ti interessa.....parliamone....!!
Ciao Mauro.


Ciao Mauro, intendevo il fill-in.
Grazie
 
Discussioni simili Iniziata da Forum Risposte Ultimo messaggio
Iso Automatico Su D60 mausgual NIKON DIGITAL REFLEX 27 18-04-2016 09:27
Iso Automatico Si O No? cigriffo NIKON DIGITAL REFLEX 19 22-10-2004 13:38
Vr Automatico gianluca.f OBIETTIVI Nikkor 19 20-05-2009 19:33
D80 In Automatico gambit NIKON DIGITAL REFLEX 10 18-12-2007 09:54
Af Automatico DanieleC. NIKON DIGITAL REFLEX 7 06-04-2010 14:37