La città fantasma

  71
  2
  44
  4 mesi fa
60.93 Punteggio più alto 28 Gennaio 2022
22.30
Image Impact
 |  Segnala
Poggioreale, città fantasma in Sicilia in provincia di Trapani, è iniziata, così come la conosciamo, quando venne colpita da un violento fenomeno sismico. Il terremoto del Belìce, notte del 14 gennaio del 1968, di magnitudo 6.4 sulla scala Richter, fu chiamato così in quanto colpì una vasta regione della Sicilia occidentale, per l'appunto nella Valle del Belìce, coinvolgendo diversi paesi compresi tra le provincie di Trapani, Agrigento e Palermo. Tra le cittadine colpite compare anche il nome di Gibellina, diventata famosa per l'opera di land art di Alberto Burri, il Grande Cretto.

Dati EXIF
Dispositivo NIKON D850
Obiettivo 28.0 mm f/1.8
Data 01/06/2020 17:00:43
Lunghezza focale 28 mm
Diaframma f 11
Tempo di posa 1/200 sec
Sensibilità ISO 64
Image Info
Categoria Street e Reportage


Effettua il Login per commentare!
dylan72 3 mesi fa
QUOTE (franco.foglia @ 20 Febbraio 2022 10:34)
Quel terremoto io l'ho vissuto , ero a Montevago in un colleggio di frati francescani ,un paese in prov,di Agrigento ,ricordo tutto di quella notte ancora oggi...
La foto e' bella e documenta il dramma di quella notte e le conseguenze...Saluti

Un saluto a te Franco, immagino cosa hai provato. Buona serata

franco.foglia 3 mesi fa
Quel terremoto io l'ho vissuto , ero a Montevago in un colleggio di frati francescani ,un paese in prov,di Agrigento ,ricordo tutto di quella notte ancora oggi...
La foto e' bella e documenta il dramma di quella notte e le conseguenze...Saluti

dylan72 4 mesi fa
QUOTE (apirovano @ 26 Gennaio 2022 17:31)
Una bella testimonianza, ciao Angela

Grazie Angela, un salutone.

QUOTE (Maxim_Nital @ 26 Gennaio 2022 17:29)
Dylan, ho visitato con piacere la tua galleria per apprezzare le foto che pubblicate durante la mia indesiderata assenza. Complimenti per i risultati dei tuoi bei lavori! Un caro saluto, massimo

Grazie Massimo e ben trovato, un piacere rileggerti... un carissimo saluto.

QUOTE (gian_dudu @ 23 Gennaio 2022 01:45)
Ottime descrizione e scatto a documentare , un reportage compresso in una sola immagine ma ugualmente esauriente , complimenti Dylan.
Ciao , Antonio .

Grazie Antonio, un caro saluto.

apirovano 4 mesi fa
Una bella testimonianza, ciao Angela

Maxim_Nital 4 mesi fa
Dylan, ho visitato con piacere la tua galleria per apprezzare le foto che pubblicate durante la mia indesiderata assenza. Complimenti per i risultati dei tuoi bei lavori! Un caro saluto, massimo

gian_dudu 4 mesi fa
Ottime descrizione e scatto a documentare , un reportage compresso in una sola immagine ma ugualmente esauriente , complimenti Dylan.
Ciao , Antonio .

dylan72 4 mesi fa
QUOTE (Titti52 @ 21 Gennaio 2022 21:21)
Che desolazione. Bello scatto a documentazione della didascalia. Complimenti e un caro saluto, Titti

Grazie Titti, un salutone.

QUOTE (mauriziot @ 19 Gennaio 2022 09:47)
bella testimonianza .... tanti complimenti . Un saluto. mt

Grazie Maurizio, un saluto.

Titti52 4 mesi fa
Che desolazione. Bello scatto a documentazione della didascalia. Complimenti e un caro saluto, Titti

mauriziot 4 mesi fa
bella testimonianza .... tanti complimenti . Un saluto. mt

dylan72 4 mesi fa
QUOTE (emilio sanvito @ 15 Gennaio 2022 10:58)
Fenomeno distruttivo che ti cambia la vita!! bel documento,Emilio

Grazie Emilio,un saluto.

QUOTE (roscol56 @ 15 Gennaio 2022 08:55)
Bellissima immagine Dylan complimenti e bellissimo commento. Di terremoti ne so qualcosa (irpinia 1980) io ero a Napoli dove abitavo... le notti in macchina col mio papà cardiopatico...il sordo rumore e scricchiolio delle mura nelle scosse notturne.....il lampdari... Son stato in questa zona di Sicilia ma andavo per siti archeologici (bellissimi). Saluti Rosatio

Grazie mille Rosario, immagino i tuoi ricordi. Un saluto

QUOTE (Manuel.Triches @ 14 Gennaio 2022 23:28)
Bella e suggestiva!!! Complimenti.. Saluti, Manuel

Grazie Manuel, un salutone.

QUOTE (vito.s @ 14 Gennaio 2022 23:18)
Complimenti per questo scatto e per la didascalia! Saluti, Vito

Grazie mille Vito, un saluto.

La città fantasma