FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
5 Pagine: V   1 2 3 > »   
Vi Serve Davvero?
Rispondi Nuova Discussione
mauro28settembre
Messaggio: #1
Voi sentite veramente la necessità di usare una mirrorless? Perché? Ma soprattutto questo aumento di risoluzione è un'esigenza impellente irrinunciabile per voi?
Senza dare le mie opinioni a riguardo penso possa essere interessante una discussione del genere, certamente si sono già fatte, ma ogni tanto ritornarci non fa male.
Questo senza pregiudizi, campanilismi, nostalgie del passato, tranquillamente raccogliere opinioni fa bene a tutti e soprattutto i alcuni casi può anche far risparmiare molti soldi.

Messaggio modificato da mauro28settembre il Jun 29 2019, 03:12 PM
Mauro Orlando
Messaggio: #2
QUOTE(mauro28settembre @ Jun 29 2019, 04:11 PM) *
Voi sentite veramente la necessità di usare una mirrorless?

Del nuovo sistema apprezzo l'attacco e soprattutto il tiraggio risotto ai minimi termini per via dei vantaggi che da sulle focali grandangolari che amo.
Per sfruttarlo però dovrei cambiare i miei obiettivi.
Sono abituato a spremere le mie macchine pagate a caro prezzo fino a che non mi stanno veramente strette quindi se cominciassi ora probabilmente prenderei una Z, ma l'eventuale passaggio non penso sia vicino wink.gif
derma
Messaggio: #3
Se si considera la visione della immagine della scena che si vuole riprendere/fotografare, forse (...e sottolineo forse) no... se, invece, si considera la questione strutturale/meccanica/hardware, allora sì, il guadagno c'è, ed è "sensibile"... alla resa dei conti, è una "evoluzione" inevitabile... della serie, mi andava bene il Motorola Startac ma non si trova più in giro e ormai tuti hanno 'sto padellone che si chiama smartphone... ormai tutti 'sti "padelloni" sono uguali, esteticamente parlando, ma permettono di fare assai (...ma assai assai assai!) più cose rispetto a quelli che venivano definiti "cellulari" e che erano una via di mezzo tra l'analogico e il digitale.

Messaggio modificato da derma il Jun 29 2019, 04:55 PM
fullerenium2
Messaggio: #4
Per uno che deve iniziare ora a costruirsi un corredo fotografico, non avrei dubbi nell’iniziare con una ML di qualsiasi marca e forma (è il nuovo trend e sarà il futuro).
Per uno che ha un buon corredo reflex il cambio di sistema è costoso. L’uso di un adattatore per abbinarci i vecchi obiettivi reflex è solo una pillola per far sentire il boccone meno amaro perché il nuovo sistema ML ha senso molto di più con i suoi obiettivi nativi.
Io ho affiancato (per diverse esigenze) la mia vecchia reflex con una ML piccolissima ed economica. Ma se le esigenze sono la leggerezza, anche una Nikon della serie D3xxx va benissimo. Insomma si sopravvive anche senza mirrorless.

Messaggio modificato da fullerenium2 il Jun 29 2019, 05:00 PM
Maurizio Rossi
VICE ADMIN
Messaggio: #5
Ne abbiamo già parlato almeno in due discussioni, ma lasciamo anche questa, si diranno le stesse cose, ma va beh
è giusto anche ognuno dire la sua... buon proseguimento...
a dimenticavo io le ho tutte e due, e quasi quasi uso più la ML comunque fin che esisteranno le reflex una a corredo l'avrò sempre.
derma
Messaggio: #6
QUOTE(Maurizio Rossi @ Jun 29 2019, 06:01 PM) *
Ne abbiamo già parlato almeno in due discussioni, ma lasciamo anche questa, si diranno le stesse cose, ma va beh
è giusto anche ognuno dire la sua... buon proseguimento...
a dimenticavo io le ho tutte e due, e quasi quasi uso più la ML comunque fin che esisteranno le reflex una a corredo l'avrò sempre.




Più che altro finché le ripareranno (...quindi pezzi di ricambio, persone che sanno dove mettere le mani, costo riparazione).
mauro28settembre
Messaggio: #7
Per chi ce l'ha, io sono ancora nell'analogico bianconero che sviluppo e stampo da me, e mi sono rimasti due corpi D700 che utilizzavo quando facevo fotogiornalismo, ma che non uso quasi mai.
Quindi non ho esplorato i benefici o malefici di lavorare con files enormi, per voi è un fastidio, oppure una benedizione e perché?

Messaggio modificato da mauro28settembre il Jun 29 2019, 05:08 PM
Maurizio Rossi
VICE ADMIN
Messaggio: #8
QUOTE(derma @ Jun 29 2019, 06:07 PM) *
Più che altro finché le ripareranno (...quindi pezzi di ricambio, persone che sanno dove mettere le mani, costo riparazione).

Certamente quello è sempre sotto inteso, ho sempre avuto reflex pro e fortunatamente non se ne mai guastata una Pollice.gif
derma
Messaggio: #9
QUOTE(mauro28settembre @ Jun 29 2019, 06:08 PM) *
Per chi ce l'ha, io sono ancora nell'analogico bianconero che sviluppo e stampo da me, e mi sono rimasti due corpi D700 che utilizzavo quando facevo fotogiornalismo, ma che non uso quasi mai.
Quindi non ho esplorato i benefici o malefici di lavorare con files enormi, per voi è un fastidio, oppure una benedizione e perché?




Tutto dipende, almeno in casi come quello tuo, cosa ci vuoi fare con le foto/immagini che scatti... se le vuoi fare vedere agli altri, e magari al maggior numero di persone, allora sempre digitalizzarle dovrai, quindi tanto vale/varrebbe scattare direttamente in digitale... se invece te le tieni per te, o non ti interessa granché mostrarle al "mondo", allora va bene pure se scatti dia... tutto è relativo a cosa si intende fare delle foto/immagini che si "catturano".

Messaggio modificato da derma il Jun 29 2019, 05:12 PM
derma
Messaggio: #10
QUOTE(Maurizio Rossi @ Jun 29 2019, 06:10 PM) *
Certamente quello è sempre sotto inteso, ho sempre avuto reflex pro e fortunatamente non se ne mai guastata una Pollice.gif




Neppure io ebbi problemi di fotocamere che si guastano... ma vi è anche l'eventualità di gimme che si scollano o di "incidenti", e quindi eventualità che non hanno a che fare con la "resistenza" nel tempo delle componenti della fotocamera (...sempre, però, tenendo conto che una D5, ad esempio, è assai più complessa da costruire/progettare, e dunque presenta molti più "pezzi" rispetto ad una D3 o D1... e più cose ci sono, più "delicate" magari, e maggiore è la possibilità che si "rompano").
mauro28settembre
Messaggio: #11
QUOTE(derma @ Jun 29 2019, 06:11 PM) *
Tutto dipende, almeno in casi come quello tuo, cosa ci vuoi fare con le foto/immagini che scatti... se le vuoi fare vedere agli altri, e magari al maggior numero di persone, allora sempre digitalizzarle dovrai, quindi tanto vale/varrebbe scattare direttamente in digitale... se invece te le tieni per te, o non ti interessa granché mostrarle al "mondo", allora va bene pure se scatti dia... tutto è relativo a cosa si intende fare delle foto/immagini che si "catturano".

Su questo non sono d'accordo, per servizi professionali usavo il digitale per ovvie ragioni, ma come amatore sviluppo stampo le mie foto e faccio mostre fisiche in gallerie, o spazi comunali, non ho la necessità di digitalizzarle e comunque la gente le vede. Ritengo, per mia convinzione che una foto per essere tale debba essere stampata, ma è solo la mia opinione e vale per me è chiaro.

Messaggio modificato da mauro28settembre il Jun 29 2019, 05:34 PM
Maurizio Rossi
VICE ADMIN
Messaggio: #12
QUOTE(derma @ Jun 29 2019, 06:17 PM) *
Neppure io ebbi problemi di fotocamere che si guastano... ma vi è anche l'eventualità di gimme che si scollano o di "incidenti", e quindi eventualità che non hanno a che fare con la "resistenza" nel tempo delle componenti della fotocamera (...sempre, però, tenendo conto che una D5, ad esempio, è assai più complessa da costruire/progettare, e dunque presenta molti più "pezzi" rispetto ad una D3 o D1... e più cose ci sono, più "delicate" magari, e maggiore è la possibilità che si "rompano").

Le ammiraglie le amo e sono indistruttibili... fin che le faranno ne avrò sempre e comunque una
mauro28settembre
Messaggio: #13
QUOTE(Maurizio Rossi @ Jun 29 2019, 06:50 PM) *
Le ammiraglie le amo e sono indistruttibili... fin che le faranno ne avrò sempre e comunque una

In caso di macchine fotografiche, non posso non darti ragione, specialmente in viaggio si apprezzano tanto, vero sono spesso pesanti, ingombranti, ma ripagano alla grande lo sforzo.
Con l'analogico B/N uso normalmente una Mamiya universal che è praticamente indistruttibile.
Alessandro Castagnini
Staff
Messaggio: #14
Entrambi i sistemi anch’io e, un pò come Maurizio ha scritto, quando esco ho la Z con me.
La reflex comunque con me quando serve (esempio matrimonio, eventi vari).

Ciao,
Alessandro
gtd
Messaggio: #15
sì, nel mio caso (gli anni passano non solo per le reflex ma anche per me), e cerco di analizzare per punti:

- correzione diottrica in un corpo leggero --> posso tornare a fare foto capendo cosa scatto senza portare troppo peso
- mirino elettronico --> mi fa vedere cosa sto per scattare anche in condizioni difficili, id. come sopra
- mirino elettronico con funzioni che aiutano la messa a fuoco --> mi riabilita i miei vecchi obiettivi AIS

- VR nel corpo macchina e fino a 10000 senza rumore significativo (almeno per me) --> possibilità di scattare a mano libero nonostante le mie mani non più ferme)
- alti iso, fino a 10000 senza rumore significativo --> maggiori possibilità di foto macro con luce naturale o con soluzioni semplici di illuminazione
- VR nel corpo macchina --> mi riabilita tutto il mio parco lenti non-VR

- mancato accoppiamento della messa a fuoco per le lenti non AFS --> quasi tutti i miei AF sono diventati manual focus !!!
- mancanza di una modalità di scatto in manual focus (presente in vecchie reflex a pellicola) in cui parta in automatico l'effettiva l'esposizione solo a messa a fuoco raggiunta

- coercizione alla ripresa in DX se è montata una lente DX --> ma sappiamo benissimo che nel fotogramma pieno ci sarebbe altra buona immagine recuperabile (mi pare sia fattibile con le reflex full-frame !!!)


Per me un bilancio positivo all'80%, vediamo se con revisioni firmware possono migliorare il mio rank in happyness

e come vedete non ho menzionato pixel o l'indiscussa qualità delle nuove ottiche (non ho avuto dubbi a sostituire il mio vecchio zoom-medio)
derma
Messaggio: #16
QUOTE(mauro28settembre @ Jun 29 2019, 06:33 PM) *
Su questo non sono d'accordo, per servizi professionali usavo il digitale per ovvie ragioni, ma come amatore sviluppo stampo le mie foto e faccio mostre fisiche in gallerie, o spazi comunali, non ho la necessità di digitalizzarle e comunque la gente le vede. Ritengo, per mia convinzione che una foto per essere tale debba essere stampata, ma è solo la mia opinione e vale per me è chiaro.




È, come accennai nel post che quotasti, una questione di numeri... tramite internet la platea è assai più vasta... non c'è proprio confronto... poi, ognuno decide quanto debbano essere "visibili" le proprie immagini/foto, e di conseguenza in che modo esse lo siano (...tutto questo al netto della comodità indiscutibile del "digitale").
derma
Messaggio: #17
QUOTE(Maurizio Rossi @ Jun 29 2019, 06:50 PM) *
Le ammiraglie le amo e sono indistruttibili... fin che le faranno ne avrò sempre e comunque una



Le ammiraglie non hanno una componentistica differente, almeno al 90-65%, rispetto a tutte le altre della fascia cosiddetta "pro"... una D3(s), tanto per citare un modello considerato "ammiraglia" e di non tantissimi anni fa ed ancora usata da non poche persone, all'interno non è che sia granché differente da una D700.


QUOTE(mauro28settembre @ Jun 29 2019, 07:11 PM) *
In caso di macchine fotografiche, non posso non darti ragione, specialmente in viaggio si apprezzano tanto, vero sono spesso pesanti, ingombranti, ma ripagano alla grande lo sforzo.
Con l'analogico B/N uso normalmente una Mamiya universal che è praticamente indistruttibile.



Non si possono mettere a confronto una analogica e una digitale per quel che riguarda la "affidabilità/robustezza/durata"... una macchina per scrivere funziona anche senza corrente elettrica... un computer/tastiera senza corrente elettrica è un ottimo fermacarte ma niente di più... eppure il secondo, ossia il computer, permette di fare 'na marea di cose, mentre la macchina per scrivere fa solo una cosa, magari in maniera eccellente, ma solo quella (...ha pochi "pezzi"... è tutta meccanica... e soprattutto per questo motivo è rarissimo che si "sfasci").
mauro28settembre
Messaggio: #18
QUOTE(derma @ Jun 29 2019, 09:33 PM) *
È, come accennai nel post che quotasti, una questione di numeri... tramite internet la platea è assai più vasta... non c'è proprio confronto... poi, ognuno decide quanto debbano essere "visibili" le proprie immagini/foto, e di conseguenza in che modo esse lo siano (...tutto questo al netto della comodità indiscutibile del "digitale").

A me non interessano i numeri, non vado in cerca di anonimi like, mi piace vedere e parlare di persona con le persone che guardano le mie fotografie, cogliere le loro emozioni quando le vedono, per me questo è impagabile. Avrai capito che sono uno analogico per mentalità, ho bisogno del contatto umano.
No si possono mettere a confronto, ci sono state macchine analogiche che erano fragili, più di una digitale, perché l'otturatore a tendina ti lasciava a piedi, non faccio nomi, ma ci sono esempi illustri a riguardo, per non parlare della tropicalizzazione, oppure del rivestimento di certi corpi a dir poco scandaloso, non è vero che fossero così indistruttibili alcuni modelli.
A mio avviso una macchina deve fare bene quello che serve a me, a me sembra e ne possiedo due che tra una D700 e una D5 ci sia un pochino di differenza in robustezza e questo si percepisce anche solo tenendola in mano. Capisco il tuo punto di vista, purtroppo non lo condivido.
derma
Messaggio: #19
QUOTE(mauro28settembre @ Jun 29 2019, 10:09 PM) *
A me non interessano i numeri, non vado in cerca di anonimi like, mi piace vedere e parlare di persona con le persone che guardano le mie fotografie, cogliere le loro emozioni quando le vedono, per me questo è impagabile. Avrai capito che sono uno analogico per mentalità, ho bisogno del contatto umano.
No si possono mettere a confronto, ci sono state macchine analogiche che erano fragili, più di una digitale, perché l'otturatore a tendina ti lasciava a piedi, non faccio nomi, ma ci sono esempi illustri a riguardo, per non parlare della tropicalizzazione, oppure del rivestimento di certi corpi a dir poco scandaloso, non è vero che fossero così indistruttibili alcuni modelli.
A mio avviso una macchina deve fare bene quello che serve a me, a me sembra e ne possiedo due che tra una D700 e una D5 ci sia un pochino di differenza in robustezza e questo si percepisce anche solo tenendola in mano. Capisco il tuo punto di vista, purtroppo non lo condivido.




Tralasciando, non per scortesia o per poco interesse al riguardo da parte mia ma soltanto per non dilungarmi oltremodo, la questione della "visibilità" di ciò che viene catturato attraverso uno strumento chiamato fotocamera e col quale talvolta si creano ciò che taluni definiscono "arte", tra la D700 e la D5, i fattori di differenza non sono pochi, e neppure trascurabili, uno su tutti il prezzo... vorrei vedere che una D5 risulti come una D700... quelli della D700 ne sarebbero felici, se la D5 è da considerare "indistruttibile", ma quelli che possiedono la D5 penserebbero o, meglio, avrebbero dei dubbi se una buona parte dei soldi che servirono per acquistarla valevano la differenza tra questa e la D700... sono due fotocamere davvero "imparagonabili" (...tra loro).


P.S.: Anch'io ti capisco... ed anch'io non condivido il tuo essere ancoràto (...sebbene davvero io capisca perché te, e altri come te, ragioniate/"funzioniate" in tal modo) ad un passato che, praticamente, non c'è già più.

Messaggio modificato da derma il Jun 29 2019, 09:39 PM
fullerenium2
Messaggio: #20
QUOTE(derma @ Jun 29 2019, 10:39 PM) *
Tralasciando, non per scortesia o per poco interesse al riguardo da parte mia ma soltanto per non dilungarmi oltremodo, la questione della "visibilità" di ciò che viene catturato attraverso uno strumento chiamato fotocamera e col quale talvolta si creano ciò che taluni definiscono "arte", tra la D700 e la D5, i fattori di differenza non sono pochi, e neppure trascurabili, uno su tutti il prezzo... vorrei vedere che una D5 risulti come una D700... quelli della D700 ne sarebbero felici, se la D5 è da considerare "indistruttibile", ma quelli che possiedono la D5 penserebbero o, meglio, avrebbero dei dubbi se una buona parte dei soldi che servirono per acquistarla valevano la differenza tra questa e la D700... sono due fotocamere davvero "imparagonabili" (...tra loro).
P.S.: Anch'io ti capisco... ed anch'io non condivido il tuo essere ancoràto (...sebbene davvero io capisca perché te, e altri come te, ragioniate/"funzioniate" in tal modo) ad un passato che, praticamente, non c'è già più.

Però non è che una D5 faccia fare foto migliori o una ML faccia di una schiappa un artista. Questo credo sia chiaro, ma è bene ricordarlo.
Tutti corrono dietro l’ultimo modello ed ai megapixel che non bastano mai.
Le ML hanno molti vantaggi e per certi versi facilitano molto il compito a chi non sa fotografare.
Fotografare a pellicola potrebbe essere invece il nuovo futuro perché è l’unica vera differenziazione tra usare uno smartphone per fotografare ed una ML.
Ho reflex, ML, fotocamera reflex a pellicola, Biottica 6x6 e folding ... e quando uso questi cimeli mi rendo conto di fotografare meglio. Le pellicole dovevano sparire ma si comprano ancora con estrema facilità ed i prezzi non sono aumentati così tanto nonostante la scarsa commercializzazione.
derma
Messaggio: #21
QUOTE(fullerenium2 @ Jun 29 2019, 11:43 PM) *
Però non è che una D5 faccia fare foto migliori o una ML faccia di una schiappa un artista. Questo credo sia chiaro, ma è bene ricordarlo.
Tutti corrono dietro l’ultimo modello ed ai megapixel che non bastano mai.
Le ML hanno molti vantaggi e per certi versi facilitano molto il compito a chi non sa fotografare.
Fotografare a pellicola potrebbe essere invece il nuovo futuro perché è l’unica vera differenziazione tra usare uno smartphone per fotografare ed una ML.
Ho reflex, ML, fotocamera reflex a pellicola, Biottica 6x6 e folding ... e quando uso questi cimeli mi rendo conto di fotografare meglio. Le pellicole dovevano sparire ma si comprano ancora con estrema facilità ed i prezzi non sono aumentati così tanto nonostante la scarsa commercializzazione.




Allora... e non solo rivolgendomi a te... tanto per non dare l'idea che io sia contro l'analogico (...e magari per partito preso)... possiedo...

FM2n
FE (silver e nera)
FE2 (silver e nera)
FA (silver e nera)
F3 (2... con vari accessori)
F5 (2... di cui una ancora imballata intonsa)

...e queste solo per citare alcune delle fotocamere analogiche Nikon che ho, oltre a Canon, Pentax Olympus, Fujica e Leica... macchine fotografiche che non venderò mai.

Messaggio modificato da derma il Jun 29 2019, 11:08 PM
mauro28settembre
Messaggio: #22
QUOTE(fullerenium2 @ Jun 29 2019, 11:43 PM) *
Però non è che una D5 faccia fare foto migliori o una ML faccia di una schiappa un artista. Questo credo sia chiaro, ma è bene ricordarlo.
Tutti corrono dietro l’ultimo modello ed ai megapixel che non bastano mai.
Le ML hanno molti vantaggi e per certi versi facilitano molto il compito a chi non sa fotografare.
Fotografare a pellicola potrebbe essere invece il nuovo futuro perché è l’unica vera differenziazione tra usare uno smartphone per fotografare ed una ML.
Ho reflex, ML, fotocamera reflex a pellicola, Biottica 6x6 e folding ... e quando uso questi cimeli mi rendo conto di fotografare meglio. Le pellicole dovevano sparire ma si comprano ancora con estrema facilità ed i prezzi non sono aumentati così tanto nonostante la scarsa commercializzazione.

Ottima analisi davvero! Non so in altri paesi europei, ma ad esempio negli Stati Uniti questa percezione del digitale contro la pellicola non c'è mai stata, se date un'occhiata esiste un fermento sull'analogico che è pazzesco,senza essere ipocrita bisogna fare un distinguo, a livello professionale si usano sistemi digitali.
Dal puinto di vista lavorativo non ne puoi fare a meno, ma da amatore, serve tutta questa tecnologia per avere soddisfazione? Vale la spesa? Per farci cosa? Per prendere dei like in internet? Pensa che sono commercializzati nuovi kit per le diapo in bianconero, o kit per il colore, addirittura! Oh è roba che io non vedevo più dagli anni 1980.
Questo analogico morto di cui qualcuno parla a me sembra che non ci sia, anzi! C'è un bel ritorno di camera oscura tanto che presto dovrò fare il docente presso un fotografo professionista che fa corsi, c'è richiesta di tornare a mettere le manine nelle bacinelle. L'uomo ha bisogno di toccare le sue opere. Io mi sento un fotografo quando stampo le mie fotografie, digitali o analogiche che sia.
Per non creare fraintendimenti, di digitale ne so più di molti amatori, con agenzie non si scherza o mandi materiale buono o ti silurano in poco tempo, avevo lo spettrofotometro quando la gente faceva ancora le "calibrazioni" con l'utility di PH e usavo le chart con i dorsi polaroid medio formato per le prove di stampa, non è che stia parlando di qualcosa che non conosca e quindi ne abbia timore, la mia è stata una scelta consapevole. Il marketing purtroppo convince molte persone che le cose si facciano solo in un modo, quando non è vero per niente.
Se analizziamo la situazione odierna, sono in contatto con una grande azienda di produzione di inchiostri per stampante inkjet, cosa mi racconta? Che non si stampa più! Perchè tanto chi fa mostre fisiche sono una minoranza, il resto pubblica in internet e gli va bene così. Ma allora tutta sta risoluzione a che ti serve se non stampi? Vorrei cercare di capire la finalità di tutto questa rincorsa tecnologica, perchè temo che con la fotografia applicata abbia poco da spartire.
Della serie, ho la macchina che potrebbe fare foto fantastiche formato oltre il 50x75, però io non stampo mai e quando stampo faccio 20x30, qualche 30x45 all'anno, lo capisce chiunque che non ha senso! Poi per carità oguno trae soddisfazione come vuole ma che ci sia una logica in tutto ciò, proprio no! Ciò che si rischia è quello di giocare a fare il fotografo professionista che è un gioco molto costoso, ma a mio parere non molto interessante, anzi abbastanza frustrante visti i tempi professionali così tristi. Io sono sempre stato un fotografo di scena legato al mondo della fotografia di spettacolo, devo dire che non le NikonZ che hanno problemi di messa a fuoco
iin condizioni di scarsa illuminazione, da quello che mi dicono colleghi, ma sicuramente in questo ambito a teatro sarebbe una bella soluzione tecnica sia per amatori che per professionisti perhè lì c'è l'esigenza di non disturbare e la reflex è sempre stato un gran problema, chi faceva il genere una volta usava o biottiche o telemetro. Questo è il mio punto di vista.


QUOTE(fullerenium2 @ Jun 29 2019, 11:43 PM) *
Però non è che una D5 faccia fare foto migliori o una ML faccia di una schiappa un artista. Questo credo sia chiaro, ma è bene ricordarlo.
Tutti corrono dietro l’ultimo modello ed ai megapixel che non bastano mai.
Le ML hanno molti vantaggi e per certi versi facilitano molto il compito a chi non sa fotografare.
Fotografare a pellicola potrebbe essere invece il nuovo futuro perché è l’unica vera differenziazione tra usare uno smartphone per fotografare ed una ML.
Ho reflex, ML, fotocamera reflex a pellicola, Biottica 6x6 e folding ... e quando uso questi cimeli mi rendo conto di fotografare meglio. Le pellicole dovevano sparire ma si comprano ancora con estrema facilità ed i prezzi non sono aumentati così tanto nonostante la scarsa commercializzazione.
Maurizio Rossi
VICE ADMIN
Messaggio: #23
QUOTE(derma @ Jun 29 2019, 09:40 PM) *
Le ammiraglie non hanno una componentistica differente, almeno al 90-65%, rispetto a tutte le altre della fascia cosiddetta "pro"... una D3(s), tanto per citare un modello considerato "ammiraglia" e di non tantissimi anni fa ed ancora usata da non poche persone, all'interno non è che sia granché differente da una D700.

Beh il sistema è reflex per cui sono tutti uguali, la differenza sta nel sensore, otturatore, elaboratore di immagini ecc.
il mio pensiero di robustezza però era sullo chassis quello non è uguale le ammiraglie lo hanno molto più robusto,
per urti umidità ecc. sono molto più protette e questo da positività su un’uso assiduo e duraturo nel tempo.
mauro28settembre
Messaggio: #24
QUOTE(Maurizio Rossi @ Jun 30 2019, 10:25 AM) *
Beh il sistema è reflex per cui sono tutti uguali, la differenza sta nel sensore, otturatore, elaboratore di immagini ecc.
il mio pensiero di robustezza però era sullo chassis quello non è uguale le ammiraglie lo hanno molto più robusto,
per urti umidità ecc. sono molto più protette e questo da positività su un’uso assiduo e duraturo nel tempo.

Su questo concordo e dal punto di vista professionale questo ha un'importanza altissima, non ci si può permettere di perdere un servizio perché la macchina è fragile e ti si rompe sul più bello.
AlessandroSassi
Messaggio: #25
Se può servire porto il mio singolare contributo da fotoamatore (evoluto ?! ... boh hmmm.gif ):
credo di essere forse l'unico esempio di modus-photographandi legato allo stato di salute.
Premesso che posseggo tuttora una D810 (con 6700 scatti....) ed una D5 (con circa 3000 scatti....) ho dovuto per motivi di dolore acuto alle mani (che ho spremuto
in 34 anni di chirurgia tutti i giorni) pensare di alleggerire il fastidio, altrimenti più che un hobby stava diventando una condanna a morte lenta e dolorosa.
Quindi circa due mesi orsono ho acquistato una Z7.
Dopo alcuni giorni di sospettosa presa di confidenza ... me ne sono perdutamente innamorato per almeno tre grandi motivi:
1) è leggera ... ma talmente ... che non mi sembra di stare fotografando
2) vedere a mirino (o su display) l'immagine realmente finale prima ancora di scattarla dà una sensazione/sicurezza impagabili
3) mi ha tolto il non indifferenze rompimento di scatole di metti gli occhiali/togli gli occhiali per capire quello che sto realmente ottenendo con gli scatti
Inoltre attraverso il pulsante i (informazioni) posto a lato dx del display è possibile accedere (e programmare a proprio piacimento) ad una innumerevole serie di preset di
impostazione corpo macchina con una velocità impressionante (propria della tecnologia smart....touch + scorrimento).
Se a tutto ciò aggiungiamo le performance del sensore da 45 mpxl in congiunzione alle due ottiche che posseggo per ora (il 35 mm f/1.8 S ed il 24-70 f/2.8 S) che consente di ottenere superbi scatti con una nitidezza impressionante da bordo a bordo ed il fatto di riuscire a scattare a mano libera ad 1/8 di sec senza micromosso per via della stabilizzazione del sensore....beh credo di aver ragionevolmente fatto la più bella scelta della vita.
Tant'è che sto smembrando completamente il parco ottiche attacco F (con Nikon serie E ED e Zeiss Milvus) e probabilmente venderò anche la D810 e la D5.
Diciamo che le mani hanno avuto prevalenza sul cervello (non ne potevo purtroppo fare a meno...) ma non sono affatto pentito.
Grazie Nikon !!!
 
Discussioni simili Iniziata da Forum Risposte Ultimo messaggio
D70 : È Davvero Buona? dariovera NIKON DIGITAL REFLEX 90 01-04-2004 12:24
Ma Ho Davvero Sbagliato? Giorgio Baruffi SEGNALAZIONI DOC 11 05-01-2006 23:00
28-100 Funziona Davvero? Fabiomax93 OBIETTIVI Nikkor 8 23-09-2007 15:04
Venezia Davvero ! little danny Paesaggio 3 19-04-2007 11:20
Davvero Un Consiglio... salvatore_ NIKON COOLPIX 1 08-05-2004 01:23
5 Pagine: V   1 2 3 > »