Risultato della ricerca: mani
tumasin
Finché ci sarà l’autunno, non avrò abbastanza mani, tele e colori per dipingere la bellezza che vedo. (Vincent van Gogh)
tatarc
Castello di Masino - All'interno della Torre dei venti. Un tetto colorato: giallo, rosso, verde. In cima una bandiera in metallo, leggera. Una pianta esagonale. Al di sotto una freccia. Fuori il vento, mosso da mani sconosciute, tocca la bandiera, la freccia gira, indicherà la direzione da seguire.
anticlinale
\"Scendeva dalla soglia d\'uno di quegli usci, e veniva verso il convoglio, una donna, il cui aspetto annunziava una giovinezza avanzata, ma non trascorsa; e vi traspariva UNA BELLEZZA VELATA e offuscata, ma non guasta, da una gran passione, e da un languor mortale: quella bellezza molle a un tempo e maestosa, che brilla nel sangue lombardo. La sua andatura era affaticata, ma non cascante; gli occhi non davan lacrime, ma portavan segno d\'averne sparse tante; c\'era in quel dolore un non so che di pacato e di profondo, che attestava un\'anima tutta consapevole e presente a sentirlo. Ma non era il solo suo aspetto che, tra tante miserie, la indicasse così particolarmente alla pietà, e ravvivasse per lei quel sentimento ormai stracco e ammortito ne\' cuori. Portava essa in collo una bambina di forse nov\'anni, morta; ma tutta ben accomodata, co\' capelli divisi sulla fronte, con un vestito bianchissimo, come se quelle mani l\'avessero adornata per una festa promessa da tanto tempo, e data per premio. Né la teneva a giacere, ma sorretta, a sedere sur un braccio, col petto appoggiato al petto, come se fosse stata viva; se non che una manina bianca a guisa di cera spenzolava da una parte, con una certa inanimata gravezza, e il capo posava sull\'omero della madre, con un abbandono piú forte del sonno: della madre, ché, se anche la somiglianza de\' volti non n\'avesse fatto fede, l\'avrebbe detto chiaramente quello de\' due ch\'esprimeva ancora un sentimento.\" Alessandro Manzoni-La madre di Cecilia
Roberto Giacomet
Un proverbio africano dice: \"Puoi svegliarti anche molto presto all alba, ma il tuo destino si e svegliato mezz ora prima di te\". ..e anche oggi il mio destino non e nelle mie mani.
FaustoMeini
.....e di notte, passare con lo sguardo la collina, per scoprire dove il sole va a dormire E stringere le mani, per fermare qualcosa che e\' dentro me, ma nella mente tua non c\'e\' ....
AntonioLimardi
E quanto amo stagione quanto amo i tuoi suoni I frutti che cadono e che nessuno raccoglie Il vento e la foresta che piangono Tutte le loro lacrime d’autunno foglia a foglia Le foglie Pestate Un treno Che passa La vita Che va. (Guillame Apollinaire)
AntonioLimardi
Credere E\' impossibile che lo specchio dell\'anima rifletta nell\'immaginazione qualcosa che non le stia realmente dinanzi. E\' impossibile che un lago tranquillo mostri nelle sue profondita\' la figura di una montagna o l\'immagine di un albero o di una nuvola che non esiste nelle immediate vicinanze. E\' impossibile che la luce proietti sulla terra l\'ombra di un oggetto che non c\'e\'. Niente si puo\' vedere, udire o percepire se non ha una esistenza reale. Chi conosce una certa cosa, ci crede: il vero credente vede con il proprio discernimento spirituale cio\' che l\'osservatore superficiale non vede coi propri occhi, e comprende attraverso l\'intima riflessione cio\' che sfugge alla logica esigente e acquisita di chi guarda l\'esteriorità. Kahlil Gibran
quinty76
Prime piccole prove di High-key
angelofarina
I famosi pescatori dello Sri Lanka,una delle piu' antiche professioni di questo fantastico paese.Non è bastato lo Tsunami per cancellare usanze e ricordi di questo popolo,i quali subito dopo la catastrofe si sono rimboccati le mani e hanno iniziato da capo a costruire e ricostruire la loro terra e a riprendersi le loro origini,la loro cultura e a non perdere quel fantastico carattere accogliente che gli caratterizza.Quando ho scattato questa foto,non è stato molto semplice,l'acqua era alta in quel punto,troppo alta per il cavalletto,mi arrivava quasi alla testa,le onde mi colpivano costantemente e per di piu' fui costretto a tornare in quel posto ben tre volte per via dei Monsoni e delle loro correnti forti...Questo stesso posto,anni fa' fu calpestato da uno miei fotografi preferiti,Steve Mc Curry,e lascio' la sua firma con un fantastico scatto ai pescatori dello Sri Lanka..Oggi questa usanza è diventata celebre forse anche grazie a lui.Grazie
Claudio_Moretti
La volontà e le mani dell’uomo hanno deciso questa dimora per me, la natura mi ha accolto, ma i forti venti di Libeccio che spirano su questo colle ne fanno una zona impervia per piante alte come me. Ma esiste una forza più tenace di tutte, la voglia di vivere, e per questo motivo il mio DNA, si è plasmato alla situazione ambientale, e ho assunto questa forma, innaturale per un albero, ma io ho voglia di vivere e lo dimostro con il mio atteggiamento di sfida contro tutto. Io vivrò perché lo voglio, ora sono a riposare come è giusto, a fare da posatoio per i miei amici pennuti, poi esploderò in tutta la mia bellezza, caro amico ripassa tra qualche mese e mi vedrai sfoggiare con la mia livrea più bella. Io ci sarò, ti aspetto.
strangedays
Ma il bambino nel cortile si è fermato si è stancato di seguire gli aquiloni si è seduto tra i ricordi vicini, i rumori lontani guarda il muro e si guarda le mani Faber 1975
FaustoMeini
Siamo in Toscana, precisamente in Val d'Orcia, in questo punto si sono svolte alcune scene del famoso film "il Gladiatore", precisamente la scena iniziale e finale del film(che poi è la stessa), quando il gladiatore,cammina tra i campi e sfiora con le mani le spighe di grano.
AntonioLimardi
Non lascio che neanche un singolo fantasma del ricordo svanisca con le nuvole, ed è la mia perenne consapevolezza del passato che causa a volte il mio dolore. ma se dovessi scegliere tra gioia e dolore, non scambierei i dolori del mio cuore con le gioie del mondo intero. Kahlil Gibran
mmaino
La riserva dell\' Alberone sa sempre ricompensare chi ha pazienza, e anche quando si pensa di tornare a mani vuote regala sempre qualche sorpresa.
mmaino
Verso sera sull' Adda, quando pensavo di tornare a casa a mani vuote.