Risultato della ricerca: etnia
EnricoBarbini
Donna Karen (etnia Kayan) pesta i chicci di riso per ricavarne farina - Myanmar (foto d'archivio)
mauriziot
... le caratteristiche principali del volto di questa donna vietnamita, di etnia Thai, disposta a farsi fotografare per cortesia, poco fuori un tempio. Hanoi, gennaio 2013
mauriziot
Un\'altra anziana di etnia Thai, colta poco dopo la preghiera mattutina. Hanoi, gennaio 2013
mauriziot
I Miao (Hmong) sono una etnia che vive in Cina da millenni, famosi anche per le loro vesti colorate, diverse fra i molti gruppi che ne fanno parte. I Long Form ne sono una tribù che si caratterizza per i tipici copricapi ripresi nella foto. Ospitali e disponibili, in un remoto villaggio lontano dai flussi turistici, si sono divertiti anche loro a farsi fotografare e, ancor di più, a procurarsi qualche "selfie" con quegli "strani individui" che invadevano il loro villaggio. Questo è il primo scatto di una bella avventura fotografica in Cina con Alessandro Bergamini, simpatico compagno ma sopratutto bravo maestro di foto. Foto pubblicata su Il Fotografo, n. 322; su Papale-Papale n.294 ; ammessa a più concorsi Fiaf; le è stata assegnata una menzione speciale al NATURAL WORLD 2021 & TEAM TROPHY - INTERNATIONAL PHOTO CONTEST. Guizhou, Gennaio, 2020
mauriziot
... una bambina è pronta ad andare a scuola , è incuriosita dal fotografo, che certamente le appare alquanto strambo. Da notare il viso coperto, come anche nella maggior parte delle donne del Myanmar, dalla polvere ricavata dal legno Thanakha; di fatto la polvere del legno viene inumidita e trasformata in una specie di fondo tinta il cui scopo principale è quello di agire come filtro solare; Nagpali; gennaio 2018
mauriziot
... una bimba deI Long Horn Miao, una etnia che vive in Cina da millenni, famosi anche per le loro vesti colorate, diverse fra i molti gruppi che ne fanno parte e, sopratutto, per i tipici copricapi qui ripresi La foto riprende una bambina pronta a uscirete per una giornata di festa, orgogliosa del suo abito, uguale a quello della madre e delle donne adulte. Una tribù ospitale e disponibile, in un remoto villaggio lontano dai flussi turistici, trovata da Alessandro Bergamini, simpatico compagno ma sopratutto bravo maestro di foto. Guizhou, Gennaio, 2020
mauriziot
... ancora piccola per vestire in modo tradizionale, gioca sul pavimento, in terra battuta, della sua casa. In pochi secondi arriveranno i fratellini di poco più grandi e la madre con una bimba ancor più piccola riempendo l'atmosfera di movimento e allegria. Ma delle molte scattate, questa è l'immagine che preferisco. Iso molto alti e micromosso in agguato. Guizhou, Cina, Gennaio 2020. Foto ammessa 5° Concorso Mario Dutto.
mauriziot
Il betel è una sostanza leggermente stimolante che viene masticata in continuazione, specie dagli anziani, sia in Asia in generale sia in alcune parti del Vietnam. Qui viene ritratta un\'anziana dell\'etnia Thai, colta proprio con la sostanza in bocca. Hanoi, gennaio 2013.
mauriziot
... nelle risaie della valle di Mai Chau; il riso è una delle principali coltivazioni del Vietnam e qui siamo a nord ovest di Hanoi, nell\'area di prevalenza dell\'etnia Thai. Gennaio 2013.
mauriziot
... guardare con attenzione: soffia con il naso, e non con la bocca, una caratteristica di questa etnia; vive nei dintorni di Kemplet e tiene piccoli concerti sull'uscio di casa, per assistere ai quali bisogna lasciare un piccolo obolo; tipico il volto completamente tatuato. Da notare anche l'accendino per terra: non appena smesso, in fatti, fumerà un sigaro. Angolo di scatto di fatto non modificabile. Kemplet, gennaio 2018
mauriziot
.. del Maynmar, con il copricapo tipico della sua etnia e un tipico sigaro verde. In Maymar è frequente vedere donne che fumano il sigaro; qui la foto è stata scattata al mercato. Bagan gennaio 2018
mauriziot
... una piccola bimba dell'etnia Long Horn Miao guarda la sorella che si veste con l'abito della festa, in attesa di avere anche lei una veste simile; in un piccolo ma ospitale villaggio cinese. Guizhou, gennaio 2020
mauriziot
La caccia con l'aquila rientra profondamente nella tradizione e nella cultura dell'etnia Kazaca che vive nella Mongolia occidentale; per questo, al Festival delle aquile partecipano, fra gli altri, anche cacciatori anziani o, come in questo caso, molto giovani, spesso accompagnati e/ aiutati dal padre. Da notare il copricapo di cuoi che protegge la testa dell'aquila. Olglij, settembre 2017
mauriziot
L'etnia Chin, di discendenza tibeto-birmana, si distingue soprattutto per gli elaborati tatuaggi facciali delle donne, molto più frequenti ovviamente nelle donne anziane. Si trovano nelle cittadine montane di Mindat e Kamplet; questa donna è stata fotografata in un piccolo villaggio, in un area soggetta a restrizioni di ingesso e raggiungibile solo in fuoristrada. Un'etnia che ha anche la singolare attitudine a suonare il flauto con il naso, ma questa sarà un'altra foto. Mindat, gennaio 2018.
mauriziot
... del Maynmar, con il copricapo tipico della sua etnia e un sigaro verde, non inusuale anche nelle donne. Foto scattata per strada, senza assistenti, senza sfondi di posa, senza luci aggiuntivi, senza pagare il soggetto fotografato: purtroppo non sono un famoso fotografo (probabilmente si vede anche dalla foto). Bagan febbraio 2017
mauriziot
...... in una casa di etnia Chin, come riconoscibile dai tatuaggi neri sul viso della donna, in un villaggio vicino al Monte Victoria. Da notare la pipa in bocca alla donna: quella di fumare è infatti una tipica abitudine delle donne chin. L'ora dei dati exif è regolata sul fuso orario italiano e non su quello del Myanmar (+5.30). Mindat, gennaio 2018
mauriziot
I Miao (Hmong) sono una etnia che vive in Cina da millenni, famosi anche per le loro vesti colorate. I Long Horn ne sono una tribù che si caratterizza per i tipici copricapi, una struttura nera legata con bende bianche, che si fissa su dei sostegni di legno, a loro volta legati ai capelli. Questa foto ne mostra un esempio, per una donna che inizia a pulire la cucina per preparare il pranzo, occupandosi al tempo stesso anche del figlio. Da notare le carni essiccate alle spalle della donna.Foto segnala e/o ammessa in diversi concorsi nazionali; "Awarded" all' International Salon of Photography Photo Artist 2021 Svizzera. Contest Guizhou, Cina Gennaio 2020
mauriziot
...come la maggior parte delle donne di questa etnia ha il viso tatuato; in questo caso il tatuaggio non è un disegno ma una copertura totale del viso, come le altre donne dello stesso villaggio; dallo scatto sembra che posi, in realtà stava uscendo di casa ed è rimasta sorpresa dalla presenza, casuale, del fotografo; questo questo tipo di tatuaggio caratterizza solo le donne di un certa età e non è più ripreso da quelle giovani, un altro segno del cambiamento che è in corso nel paese. Ricordo che questo tipo di comportamento, come anche quello degli anelli al collo, serviva a rendere le donne più brutte e quindi meno appetibili per i predatori di altre tribù. Kemplet Myanmar, gennaio 2018
mauriziot
... nella parte occidentale della Mongolia; all'alba, quando il sole è appena sorto dietro le montagne dell'Altai, che la circondano; un'altopiano (oltre i 1.700 metri) dove viveva l'etnia Kazaka e famoso per i Festival delle Aquile, che si svolgono ogni anno a settembre; Olgii, settembre 2017;
mauriziot
... tradizionale festa religiosa dell'etnia Sikh; la persona ritratta è indiana ma non Sikh; per questo non indossa il tipico turbante ma per rispetto si copre comunque il capo. Ho postato questa foto anche per fare nella sezione del Forum un apposito "Still Life"; se qualcuno è interessato a fare queste foto, può andare a vederlo. Roma, 14 aprile 2019