Risultato della ricerca: cielo
AntonioLimardi
Tramonto sulle risaie alla periferia di Novara
btiziano
Focus stacking di 8 scatti + 2 scatti sottesposti per recuperare le luci del cielo e del sole.
en.giuliani
Una fotografia non facile da ottenere ... colpa anche della violenta luce lunare che rischiarava il cielo quasi a giorno. Nikon Z6 II, treppiede. paesaggio: Nikon Z 24-70mm f/4 S a 70 mm, f 4.5, 3 sec., 400 iso, cielo: Voigtlander Super Wide Heliar 15 mm f/4.5, f/4.5, 15 sec., 100 iso. Il Nikon Z 24-70mm S a 70 mm ha consentito di mantenere una presenza significativa al paesaggio mentre il Voigtlander Super Wide Heliar ha permesso di inquadrare una notevole porzione di cielo in cui, oltre ad altre stelle, si riconoscono le costellazioni del Sagittario e dello Scorpione. I due scatti sono stati ovviamente fusi in postproduzione
AntonioLimardi
Panorama della campagna novarese: risaie, catena del Monte Rosa e vecchie cascine quasi totalmente abbandonate.
allo1953
RIFLESSO INCIDE LA CAMPAGNA
MaxNikonista63
Due fenicotteri in parziale controluce su cielo saturo (infuocato)
AntonioLimardi
Tramonto siciliano fotografato dalla Calabria località Cannitello.
AntonioLimardi
Una delle tante cascine del Novarese ancora abitate.
quinty76
Tramonto dalle mura di Radda in Chianti
quinty76
Radda in Chianti (Siena) 10th June 2021
allo1953
IL CAMPO, INVECE IL CIELO ...
btiziano
Ormai sono inseparabile dal mio Z14-24 2.8, incredibile questo obbiettivo.
allo1953
IL PROFILO DELL' ABAZIA DI VALSERENA
AntonioLimardi
Alla periferia di Novara sorge il complesso rurale della Cascina Isarno di cui esiste traccia già nel 840. Al suo interno esiste una Chiesa dedicata ai santi Cosma e Damiano citata in una bolla pontificia di Innocenzo II nel 1132.Alla chiesa è collegata una antica leggenda. Nel 1743 una anziana signora proveniente dalla Germania mise a disposizione un'ingente somma di denaro per la costruzione di una chiesa. La nobildonna era nata ad Isarno ma rimasta orfana aveva seguito l'esercito austriaco come vivandiera. In seguito sposò un anziano e ricchissimo generale che la costrinse a convertirsi alla religione luterana. Quando il marito morì volle ritornare nella sua terra natia e riabbracciare la sua originaria fede facendo dono di una nuova chiesa alla comunità di Isarno. Quando i personaggi più autorevoli della comunità vennero a conoscenza delle intenzioni della dama, decisero di non accettare i soldi da una eretica luterana inducendo quest'ultima a lasciare nuovamente la comunità. La chiesa non fu pertanto completata e rimase pertanto asimmetrica così come si osserva attualmente.