Risultato della ricerca: Padana
RobertoVelardi
Alba scattata tra le risaie della Pianura Padana nella provincia di Alessandria
robertomarini1
tramonto pianura padana
ToniLaura
Questa pianta Enagra comune, con i suoi fiori gialli colora in questi giorni la pianura padana
alfapegaso
Stazione AV Medio-Padana (RE) di Santiago Calatrava
IvoMarkes
Il Mincio esce dal Lago di Garda presso Peschiera e prende a scorrere prima tra le colline moreniche del Garda fino a Valeggio sul Mincio poi nella Pianura Padana con un certo dislivello (da Peschiera a Goito 34 m in 28 km), bagnando lungo il suo corso inferiore la città di Mantova.dopo avere creato, attorno alla città, i tre laghi: Superiore, di Mezzo e Inferiore. A sud di Mantova, entra nel Po come affluente di sinistra presso Governolo, dove è regolato da alcune dighe per consentirne la navigazione. Tra le località attraversate dal fiume v'è da ricordare: Peschiera del Garda, Ponti sul Mincio, Salionze, Monzambano, Valeggio sul Mincio, Volta Mantovana, Goito, Marmirolo, Porto Mantovano, Rivalta sul Mincio, Grazie di Curtatone, Curtatone, Virgilio, Bagnolo San Vito e Roncoferraro. Presso il comune di Valeggio il fiume incontra l'edificio regolatore del Garda o diga di Salionze che regola il flusso del fiume, quindi attraversa Borghetto sul Mincio, dove esiste un canale artificiale costruito per deviare l’eccesso d’acqua del fiume in caso di piena.
graziano racchelli
miglior vista su salva originale
RosannaFerrari
.... e tra la nebbia in Val Padana... ogni tanto appare qualche frequentatore un pò meno assiduo del giardino, ma che ogni tanto si fa una capatina sul cardo...giornata dalla luce che dire pessima è un eufemismo, in più una nebbia densissima che neanche la miracolosa funzione della rimozione foschia può eliminare compiutamente...
Andrea Quaglia
Il sole tenta di riscaldare una gelida mattinata.
GIUSEPPE.MAZZINI
Il corso del Ticino è tradizionalmente diviso in tre parti: la parte montana (Ticino Superiore), che scorre in territorio svizzero; la parte lacuale, che riguarda il Lago Maggiore e la parte pianeggiante (Ticino Inferiore), che vede il Ticino scorrere in Italia, nella tratta compresa tra Sesto Calende e il Po. La lunghezza complessiva del fiume è di 248 km, dei quali 91 km percorsi a monte del Lago Maggiore, 47 km percorsi nel Verbano e 110 km percorsi da Sesto Calende al Po, attraverso la Pianura Padana tra Piemonte e Lombardia. Il Ticino Inferiore misura 110 km e la sua portata media alla confluenza col Po è di 350 m³/s; conta 10 affluenti e interessa il territorio di quattro province: (Varese, Novara, Milano e Pavia). Inoltre è un ambiente di straordinaria biodiversità: nelle acque del fiume sono presenti quasi 40 specie ittiche sebbene alcune di esse come trota marmorata e temolo siano in stato di pericoloso declino. Le specie autoctone sono: alborella, anguilla, barbo canino, barbo comune, bottatrice, carpa, cavedano, cobite comune, cobite mascherato, ghiozzo padano, gobione, lampreda padana, lasca, luccio, panzarolo, persico reale, pigo, sanguinerola, savetta, scardola, scazzone, spinarello, storione cobice, temolo, tinca, triotto, trota marmorata, vairone.
54maci
Dalla cima del Monte Penice (1460 m slm) al Monte Rosa, passando sopra la Pianura Padana offuscata da umidità e smog
ambro2000
ULTIMA DI UNA SERIE DEDICATA ALLE VIE D\'ACQUA DELLA MIA TERRA, LA LOMBARDIA, INIZIATA CO N I NAVIGLI TERMINATA CON I CANALI IRRIGUI DELLA BASSA PIANURA PADANA TERRE DI NEBBIE, DI ZANZARE E SOLLEONE MA ANCHE TERRA DEL GRANA PADANO E GRANDI PAESAGGI RURALI ... NULLA DA INVIDIARE ALLA CAMPAGNA INGLESE ....MIGLIOR VISTA IN SALVA ORIGINALE ....
Anemos1
nebbia in val Padana
alfapegaso
Il Naviglio Modenese, canale navigabile ricavato da una deviazione del fiume Panaro, affluente del Po. Storicamente questo corso d’acqua era la via del commercio maggiormente utilizzata per gli scambi di merce, essendo tutto navigabile tra Modena e l’Adriatico. La presenza di questo e numerosi altri corsi d\'acqua secondari, ha senz\'altro reso possibile anche il trasporto dei marmi utilizzati per la costruzione di quel meraviglioso libro di pietra che è il Duomo di Modena. Viaggiare per aquam era senza dubbio molto più facile che spostarsi per terram: indubbiamente vero se si pensa che in epoca medievale un territorio come la Pianura Padana doveva essere in gran parte paludoso, ricolmo di boschi o, comunque, di porzioni di terreno difficilmente percorribili.