FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
Nebulosa Di Orione
Rispondi Nuova Discussione
lupens
Messaggio: #1
Ci tengo a precisare che l'originale è stato fatto in bianco e nero, quindi senza i canali RGB. I colori che vedete sono fatti in post produzione.
https://www.flickr.com/photos/100963940@N02...eposted-public/

IPB Immagine

fabtr9
Messaggio: #2
Ciao lupens solo per curiosità quali sono i vantaggi di questa tecnica????? non ne avevo mai sentito parlare....
sulla foto non mi esprimo causa la mia totale ignoranza in fatto di astrofotografia!!!!!!
lupens
Messaggio: #3
La risposta è sei mesi di tempo. Lo scatto è un bianco e nero fatto senza filtri e senza filtri il colore non esiste.
Il fatto che ho il colore è un vantaggio. Tu dirai la facevi a colori?
Purtroppo ho solo fatto foto a Torino centro e il colore con le luci cittadine non vanno d'accordo.
Tieni presente che per fare la foto in bianco e nero mi ci sono voluti due mesi. Se la facevo a colori RGB sarebbero stati sei mesi. Questo è un'altro vantaggio.
I colori che ho riprodotto sono più o meno quelli che ottengo tutti i telescopi basta guardare nel web.
Ti ringrazio per il passaggio.
lupens
Messaggio: #4
Nucleo modificato
Immagine Allegata
Maurizio Rossi
VICE ADMIN
Messaggio: #5
Sicuramente uno scenario impressionante, i colori a mio avviso sono anche troppo carichi...
ma a sto punto facci vedere anche l'originale Pollice.gif
lupens
Messaggio: #6
Un po tardi. Originale.
IPB Immagineorione-elaborataXhprova by mario tessa, su Flickr
Fabio Chiappara
Staff
Messaggio: #7
Ciao Mario,
Non mi intendo molto del genere ma ne rimango affascinato. Credo tu abbia fatto un ottimo lavoro.

Fabio
togusa
Nikonista
Messaggio: #8
Sarei curioso di provare a riprodurre la tecnica che usano le sonde spaziali, che hanno spesso sensori fotografici monocromatici, ma a cui interpongono di volta in volta un filtro diverso che lascia passare solo certe lunghezze d'onda, che nel caso della luce visibile sono le frequenze del colore verde, rosso e blu... che poi combinano ottenendo di fatto una fotografia a colori naturali, ma con un sensore in "bianco e nero".

Bisognerebbe ovviamente avere questi tre filtro rosso, verde e blu (che attenzione, non sono dei filtri colorati di rosso, verde o blu) ma so che non costano poco.
lupens
Messaggio: #9
Grazie Fabio.
lupens
Messaggio: #10
Togusta Circa i filtri hai detto giusto. Usano filtri tipo h- alfa quello che ho usato io nella foto in bianco e nero che rivela solo l'idrogeno. Naturalmente altri filtri per elementi diversi e lunghezze d'onda particolari.
Circa la camera dell'hubble la WF/PC è un dispositivo fotografico ad alta risoluzione e conteneva un set di 48 filtri con 8 sensori CCD divisi in 2 fotocamere, una per il grande campo angolare e l’altra per una lunghezza focale più grande.
Il GHRS è uno spettrometro che lavora sull’ultravioletto con una risoluzione spettrale di 90000.La FOC e il FOS erano anch’essi ottimizzati per osservazioni nell’ultravioletto, e offrivano la maggiore risoluzione spaziale disponibile sull’Hubble. Questi 3 strumenti adottavano DigiCon a contatori di fotoni, migliori rispetto ai sensori CCD. La FOC venne costruita dall’ESA, mentre l’University of California, a San Diego, e Martin Marietta Corporation costruirono il FOS.
Grazie.
Maurizio Rossi
VICE ADMIN
Messaggio: #11
Molto più importante a colori in BW mi dice poco, anche se i colori come ho detto sono un pelo troppo saturi,
nuovamente Pollice.gif
 
Discussioni simili Iniziata da Forum Risposte Ultimo messaggio
Orione Goll86 AstroFotografia 8 14-05-2012 18:49
Orione... luigi67 Foto a tema libero 7 07-03-2008 12:46
Orione desmobruno AstroFotografia 7 09-11-2012 11:00
Orione MASSIMO.59 AstroFotografia 6 27-02-2012 21:58
Orione MASSIMO.59 PRIMI PASSI 4 13-04-2010 22:42