FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
Pubblicazione Di Immagini Che Ritraggono Persone
Rispondi Nuova Discussione
aluca
Messaggio: #1
La domanda è: qual è la mia libertà di riprendere persone non note e di pubblicarne le immagini? Io per lavoro mi occupo principalmente di video, ma la questione, a parte alcuni particolari, è uguale sia per i videomaker che per i fotografi. Presento qui di seguito alcune conclusioni tratte in parte dalla mia esperienza e in parte da quanto ho trovato nel web. Naturalmente aggiunte, correzioni e integrazioni sono ben accette.
1) C'è una differenza tra ripresa e pubblicazione dell'immagine. Quello che conta è avere ben presente che il fatto di acconsentire a farsi riprendere non comporta automaticamente il consenso alla diffusione della propria immagine. Esempio: a una festa fotografi un tuo amico che, proprio perché davanti all'obiettivo, si mette a fare smorfie di ogni tipo. Quindi è d'accordo nell'essere ripreso. Ma non hai il diritto di pubblicare su Facebook o in altri spazi web quelle foto, a meno che il tuo amico non ti dia l'esplicito consenso.
2) In generale, il punto di riferimento rimane l'articolo 97 della legge 633/41, che dice: “Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritrattata
.”
3) In luoghi privati (locali, abitazioni ecc) devi sempre chiedere il consenso al responsabile del luogo, oltre che alle singole persone. Il consenso è bene che sia scritto o videoregistrato: questo vale in ogni caso e in ogni occasione.
4) Se la persona ritratta rimane non riconoscibile da estranei, per esempio se è ripresa da dietro o se comunque il volto non è riconoscibile, l'immagine può essere liberamente pubblicata. In breve: se incontrando in giro la persona ritratta, un estraneo non può riconoscerla come quella apparsa nella data immagine, l'immagine è pubblicabile senza alcun vincolo.
5) L'articolo 97 sopra citato (punto 2) vale per le riprese di un luogo pubblico, nel quale compaiono anche persone. Riprendere da un marciapiede (luogo pubblico), tramite un teleobiettivo, l'interno di una casa (luogo privato), non è consentito senza il permesso degli abitanti della casa stessa. Al contrario, riprendere, dalla propria finestra, la sfilata di carnevale giù in strada, è consentito.
6) Per la pubblicazione di immagini che ritraggono minori, è sempre meglio chiedere il consenso dei genitori, anche nei casi in cui, a rigore di legge, non sarebbe obbligatorio.
7) Per il concetto di “commerciale”, che limita molto le possibilità di pubblicazione, quello che conta è l'uso che fai dell'immagine, non se ci guadagni o meno. Esempio: se scatti una foto interessante e la vendi a un giornale, va bene: è fare informazione. Se quella stessa foto la stampi su magliette e le vendi, quello non va più bene: è fare attività commerciale.
8) Infine, due parole magiche: buonsenso e diplomazia. Se una persona ti chiede di non pubblicare una foto che la ritrae, o se addirittura ti chiede proprio di non riprenderla, se appena puoi dalle ascolto. Se invece ritieni che la ripresa e a pubblicazione dell'immagine sia molto importante, spiega a quella persona il perché e chiedile il consenso all'utilizzo di quell'immagine.
FrancoAndreaPollastri
Messaggio: #2
QUOTE(aluca @ Aug 4 2014, 03:42 PM) *
La domanda è: qual è la mia libertà di riprendere persone non note e di pubblicarne le immagini? Io per lavoro mi occupo principalmente di video, ma la questione, a parte alcuni particolari, è uguale sia per i videomaker che per i fotografi. Presento qui di seguito alcune conclusioni tratte in parte dalla mia esperienza e in parte da quanto ho trovato nel web. Naturalmente aggiunte, correzioni e integrazioni sono ben accette.
1) C'è una differenza tra ripresa e pubblicazione dell'immagine. Quello che conta è avere ben presente che il fatto di acconsentire a farsi riprendere non comporta automaticamente il consenso alla diffusione della propria immagine. Esempio: a una festa fotografi un tuo amico che, proprio perché davanti all'obiettivo, si mette a fare smorfie di ogni tipo. Quindi è d'accordo nell'essere ripreso. Ma non hai il diritto di pubblicare su Facebook o in altri spazi web quelle foto, a meno che il tuo amico non ti dia l'esplicito consenso.
2) In generale, il punto di riferimento rimane l'articolo 97 della legge 633/41, che dice: “Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritrattata
.”
3) In luoghi privati (locali, abitazioni ecc) devi sempre chiedere il consenso al responsabile del luogo, oltre che alle singole persone. Il consenso è bene che sia scritto o videoregistrato: questo vale in ogni caso e in ogni occasione.
4) Se la persona ritratta rimane non riconoscibile da estranei, per esempio se è ripresa da dietro o se comunque il volto non è riconoscibile, l'immagine può essere liberamente pubblicata. In breve: se incontrando in giro la persona ritratta, un estraneo non può riconoscerla come quella apparsa nella data immagine, l'immagine è pubblicabile senza alcun vincolo.
5) L'articolo 97 sopra citato (punto 2) vale per le riprese di un luogo pubblico, nel quale compaiono anche persone. Riprendere da un marciapiede (luogo pubblico), tramite un teleobiettivo, l'interno di una casa (luogo privato), non è consentito senza il permesso degli abitanti della casa stessa. Al contrario, riprendere, dalla propria finestra, la sfilata di carnevale giù in strada, è consentito.
6) Per la pubblicazione di immagini che ritraggono minori, è sempre meglio chiedere il consenso dei genitori, anche nei casi in cui, a rigore di legge, non sarebbe obbligatorio.
7) Per il concetto di “commerciale”, che limita molto le possibilità di pubblicazione, quello che conta è l'uso che fai dell'immagine, non se ci guadagni o meno. Esempio: se scatti una foto interessante e la vendi a un giornale, va bene: è fare informazione. Se quella stessa foto la stampi su magliette e le vendi, quello non va più bene: è fare attività commerciale.
8) Infine, due parole magiche: buonsenso e diplomazia. Se una persona ti chiede di non pubblicare una foto che la ritrae, o se addirittura ti chiede proprio di non riprenderla, se appena puoi dalle ascolto. Se invece ritieni che la ripresa e a pubblicazione dell'immagine sia molto importante, spiega a quella persona il perché e chiedile il consenso all'utilizzo di quell'immagine.



Quindi nelle foto di genere Street,spesso si fotografano persone anche in volto,in questo caso credo che molti,pubblicano tali foto ovunque sul web...è legale? o illegale?

QUOTE(aluca @ Aug 4 2014, 03:42 PM) *
La domanda è: qual è la mia libertà di riprendere persone non note e di pubblicarne le immagini? Io per lavoro mi occupo principalmente di video, ma la questione, a parte alcuni particolari, è uguale sia per i videomaker che per i fotografi. Presento qui di seguito alcune conclusioni tratte in parte dalla mia esperienza e in parte da quanto ho trovato nel web. Naturalmente aggiunte, correzioni e integrazioni sono ben accette.
1) C'è una differenza tra ripresa e pubblicazione dell'immagine. Quello che conta è avere ben presente che il fatto di acconsentire a farsi riprendere non comporta automaticamente il consenso alla diffusione della propria immagine. Esempio: a una festa fotografi un tuo amico che, proprio perché davanti all'obiettivo, si mette a fare smorfie di ogni tipo. Quindi è d'accordo nell'essere ripreso. Ma non hai il diritto di pubblicare su Facebook o in altri spazi web quelle foto, a meno che il tuo amico non ti dia l'esplicito consenso.
2) In generale, il punto di riferimento rimane l'articolo 97 della legge 633/41, che dice: “Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritrattata
.”
3) In luoghi privati (locali, abitazioni ecc) devi sempre chiedere il consenso al responsabile del luogo, oltre che alle singole persone. Il consenso è bene che sia scritto o videoregistrato: questo vale in ogni caso e in ogni occasione.
4) Se la persona ritratta rimane non riconoscibile da estranei, per esempio se è ripresa da dietro o se comunque il volto non è riconoscibile, l'immagine può essere liberamente pubblicata. In breve: se incontrando in giro la persona ritratta, un estraneo non può riconoscerla come quella apparsa nella data immagine, l'immagine è pubblicabile senza alcun vincolo.
5) L'articolo 97 sopra citato (punto 2) vale per le riprese di un luogo pubblico, nel quale compaiono anche persone. Riprendere da un marciapiede (luogo pubblico), tramite un teleobiettivo, l'interno di una casa (luogo privato), non è consentito senza il permesso degli abitanti della casa stessa. Al contrario, riprendere, dalla propria finestra, la sfilata di carnevale giù in strada, è consentito.
6) Per la pubblicazione di immagini che ritraggono minori, è sempre meglio chiedere il consenso dei genitori, anche nei casi in cui, a rigore di legge, non sarebbe obbligatorio.
7) Per il concetto di “commerciale”, che limita molto le possibilità di pubblicazione, quello che conta è l'uso che fai dell'immagine, non se ci guadagni o meno. Esempio: se scatti una foto interessante e la vendi a un giornale, va bene: è fare informazione. Se quella stessa foto la stampi su magliette e le vendi, quello non va più bene: è fare attività commerciale.
8) Infine, due parole magiche: buonsenso e diplomazia. Se una persona ti chiede di non pubblicare una foto che la ritrae, o se addirittura ti chiede proprio di non riprenderla, se appena puoi dalle ascolto. Se invece ritieni che la ripresa e a pubblicazione dell'immagine sia molto importante, spiega a quella persona il perché e chiedile il consenso all'utilizzo di quell'immagine.



Quindi nelle foto di genere Street,spesso si fotografano persone anche in volto,in questo caso credo che molti,pubblicano tali foto ovunque sul web...è legale? o illegale?
aluca
Messaggio: #3
QUOTE(Franco63101 @ Aug 4 2014, 04:01 PM) *
Quindi nelle foto di genere Street,spesso si fotografano persone anche in volto,in questo caso credo che molti,pubblicano tali foto ovunque sul web...è legale? o illegale?
Quindi nelle foto di genere Street,spesso si fotografano persone anche in volto,in questo caso credo che molti,pubblicano tali foto ovunque sul web...è legale? o illegale?


secondo i dati che ho raccolto, sempre che l'immagine non rechi danno al decoro e all'onore della persona e se la persona fa parte di un contesto pubblico, è legale. altrimenti quelli che effettuano le riprese del pubblico allo stadio dovrebbero chiedere il consenso scritto ogni volta a migliaia di persone!
però, come ho scritto all'inizio del post, ogni aggiunta e contributo sul tema, soprattutto da esperti in campo giuridico, è ben accolto...
Balyk
Messaggio: #4
Per sommi capi l'autore ha detto le cose in maniera giusta.

Non potete in alcun modo pubblicare immagini di persone in luoghi privati, qualsiasi essi siano, salvo che non vengano utilizzati per tenere eventi pubblici o aperti al pubblico. Tipico esempio: le foto del ricevimento di un matrimonio necessitano il consenso, la foto degli sposi che esce dalla chiesa al lancio del riso no; sono su suolo pubblico e la cerimonia è aperta a tutti, oltre al fatto che della celebrazione deve esserne edotta la comunità (le c.d. pubblicazioni).

Ciò che è rilevante nell'uso di immagini di persone non note al grande pubblico (i c.d. Vip) è che non ne venga leso il decoro e la rispettabilità. Il concetto è molto ampio e variegato, da che è impossibile stilare un elenco di cosa sia lecito o meno, ma salvo casi limite basta usare il buon senso e nel dubbio non pubblicare. Volendo riprendere l'esempio di prima è lecito pubblicare il bacio degli sposi sotto il riso fuori dalla chiesa, ma non la sposa in mutande perchè uno dei presenti gli blocca la gonna.

Per quanto riguarda il dovere di cronaca vi preciso che non funziona proprio come detto. La scriminante permane ad essere l'interesse sociale alla notizia e tale interesse deve essere sufficientemente diffuso.

In pratica il tema è complesso, spero di esservi stato d'aiuto.
Cantastorie65
Nikonista
Messaggio: #5
Facciamo un altro esempio. Quest'estate al mare ho scattato al volo una foto a un padre che giocava a farsi rincorrere dalla figlia. La bambina è di spalle ed è irriconoscibile, il padre sta correndo all'indietro e la riprende mentre lei lo insegue. E' stato uno scatto fatto istintivamente, senza pensare. Il risultato però è molto gradevole e dinamico solo che me ne sono accorto solo ritornato in città e ovviamente non ho nessun modo di contattare il soggetto per chiedergli il permesso. La scena si svolgeva in spiaggia, davanti a centinaia di persone e non lede in nessun modo i soggetti raffigurati, tuttavia non credo si possa pubblicare, giusto?
Utente cancellato
DEREGISTRATO
Messaggio: #6
O faccio altro esempio... se fotografo una partita di basket delle giovanili e volessi pubblicare le foto dell'evento pubblico... lo posso fare? o devo chiedere a tutti i genitori dei ragazzi il permesso?
al momento io non pubblico nulla, invio ai ragazzi e alle loro famiglie le foto, ma so che molti ragazzi le mettono sulla loro pagina fb

 
Discussioni simili Iniziata da Forum Risposte Ultimo messaggio
[w/nw] Persone E Pensieri.... Giorgio Baruffi Foto a tema libero 207 14-02-2005 18:19
Fotografare Persone.. kumitey NIKON LIFE 16 27-11-2004 10:12
Persone ValerioMusi Street e Reportage 7 08-08-2008 19:25
Persone.. stan00 Street e Reportage 3 10-01-2009 16:54
Fotografare Persone ... carlmor NIKON LIFE 2 27-11-2004 16:26