FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
2 Pagine: V  < 1 2  
Mirrorless Vs Reflex
Rispondi Nuova Discussione
Mauro Orlando
Messaggio: #26
QUOTE(bertan46 @ Nov 6 2019, 08:57 PM) *
Qualcuno mi ha detto che con la mancanza dello specchio la lente posteriore dell'ottica è più vicina al sensore e questo fa si che i raggi luminosi arrivino su di esso con minore inclinazione, determinando di fatto una maggior risoluzione dell'immagine. Vero?

Questo elemento insieme al maggior diametro è secondo me il fattore più distintivo delle ML e per cui la serie Z si distingue particolarmente.
Per questo motivo ho tentato di capire (al di là degli slogan) cosa ci fosse di buono e cosa no: odio le mode e mi piace capire le cose wink.gif

Nella descrizione che segue (già troppo lunga per un post su forum wink.gif) ci sono moltissime semplificazioni ed omissioni, spero però che possa chiarire un po' le idee su alcune potenzialità delle ML che credo supereranno ogni moda.

La maggior distanza tra flangia e piano focale delle reflex (detta tiraggio e circa il triplo per le F rispetto alle Z) non è stata una scelta di stile ma obbligata in quanto c'era lo specchio di mezzo. Non per niente l'attacco S delle Nikon a telemetro degli anni 50 ha un tiraggio di 10 mm più corto (nelle macchine a telemetro non c'è lo specchio).

Il minor tiraggio offre dei vantaggi oggettivi dovuti a ragioni puramente geometriche e questo al di là delle mode.
Questo è particolarmente vero nel caso di obiettivi grandangolari spinti per i quali i progettisti hanno dovuto sempre studiare schemi con retro-focus spinto.

Per capire cosa significa costruire obiettivi di diversa focale avendo a disposizione una certa distanza dal piano focale vedi la figura sotto che è ULTRA-SUPER semplificata, ma credo valga lo stesso più di mille parole wink.gif

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.

Immaginiamo un obiettivo da 16mm (una focale da ultra-grandangolare).
Se potessimo spostare il piano focale come nella parte alta della figura (casi 1-3), allora avremmo sempre la possibilità di realizzare uno schema il più semplice possibile (caso 3 per il nostro obiettivo da 16 mm).
Idealmente una lente da 16 mm di focale posta a 16 mm dal sensore basterebbe (nella realtà le cose sono più complicate ma il lavoro di chi dovesse disegnare un obiettivo di tale focale sarebbe semplificato).

Nelle macchine reali il tiraggio è fisso ed è necessario adottare degli schemi di lenti adatti a mettere a fuoco l'immagine sul piano dove giace il sensore.
Nella pratica per i tele-obiettivi questi schemi creano minori problemi mentre nei grandangolari gli schemi che realizzano il cosiddetto retro-focus creano particolari difficoltà.
Il disegno degli obiettivi grandangolari (guardatevi qualche schema on line) è fortemente asimmetrico con grandi lenti all'entrata e gruppi compatti di piccole dimensioni all'uscita. Questa asimmetria rende difficile limitare le aberrazioni prodotte dalle lenti e alla fine limita la nitidezza dell'immagine prodotta specialmente verso i bordi dell'immagine, man mano che ci allontaniamo dall'asse ottico.

Tutto questo sproloquio per cosa?
Perché ho usato per l'esempio un obiettivo da 16 mm?

Le Nikon Z hanno un tiraggio di 16 mm, il ché significa che (molto) in teoria un obiettivo da 16 mm potrebbe essere costituito da un unica lente.
In pratica significa solo (e scusate se è poco) che per gli ingegneri che disegnano lenti grandangolari il lavoro è più facile.
Il nuovo 14-30 ha uno schema molto più compatto e 'simmetrico' di altri obiettivi simili progettati per l'attacco F e una nitidezza invidiabile.

In conclusione, una mirrorless mi interesserebbe molto proprio per queste indiscutibili proprietà geometriche che superano ogni moda, ma so che dovrei metterle davanti ottiche progettate per essa.
Per questo motivo non seguo la moda e consumo la mia reflex. Quando sarà ora di sostituirla mi porrò il problema di nuovo wink.gif

Bonus: il ridotto(issimo) tiraggio delle Nikon Z e in generale delle ML permette di montarci tramite anelli adattatori obiettivi prodotti per praticamente qualsiasi altra macchina fotografica. Per chi ama lenti vintage anche di gran pregio può essere il solo motivo per prendere una ML.
andy68
Messaggio: #27
QUOTE(boken @ Nov 9 2019, 02:03 PM) *
Io ho sempre usato moltissime ottiche manuali con diverse reflex, sia Nikon che Tamron e il pallino nel mirino non ha mai fatto cilecca. L'unico vantaggio delle Ml è lo stabilizzatore interno, ma se ti eserciti riesci anche con le reflex a fare foto perfettamente ferme a 1/8 di secondo.


Quindi ne deduco che per te, le uniche migliorie fin qui elencate sono inutili..!
Non concordo. smile.gif

Ps.
Uso praticamente solo ottiche manuali e di "pallini", iperfocali e stigmometri ne ho piene le tasche.. laugh.gif
Da quando uso la d850 mi rendo conto che gli aiuti che offre, purtroppo solo in Live View ( focus peaking ed ingrandimento) , sarebbe non di poco conto averli a mirino. wink.gif

Ps.II
Rimango comunque dell'idea che per quanto mi riguarda e per le mie necessità, al momento l'unica strada percorribile è l'eventuale affiancamento alla Reflex non la sostituzione.

Ps.III
Ottima disamina Mauro. Pollice.gif





fullerenium2
Messaggio: #28
QUOTE(Mauro Orlando @ Nov 9 2019, 04:01 PM) *
Questo elemento insieme al maggior diametro è secondo me il fattore più distintivo delle ML e per cui la serie Z si distingue particolarmente.
Per questo motivo ho tentato di capire (al di là degli slogan) cosa ci fosse di buono e cosa no: odio le mode e mi piace capire le cose wink.gif

Nella descrizione che segue (già troppo lunga per un post su forum wink.gif) ci sono moltissime semplificazioni ed omissioni, spero però che possa chiarire un po' le idee su alcune potenzialità delle ML che credo supereranno ogni moda.

La maggior distanza tra flangia e piano focale delle reflex (detta tiraggio e circa il triplo per le F rispetto alle Z) non è stata una scelta di stile ma obbligata in quanto c'era lo specchio di mezzo. Non per niente l'attacco S delle Nikon a telemetro degli anni 50 ha un tiraggio di 10 mm più corto (nelle macchine a telemetro non c'è lo specchio).

Il minor tiraggio offre dei vantaggi oggettivi dovuti a ragioni puramente geometriche e questo al di là delle mode.
Questo è particolarmente vero nel caso di obiettivi grandangolari spinti per i quali i progettisti hanno dovuto sempre studiare schemi con retro-focus spinto.

Per capire cosa significa costruire obiettivi di diversa focale avendo a disposizione una certa distanza dal piano focale vedi la figura sotto che è ULTRA-SUPER semplificata, ma credo valga lo stesso più di mille parole wink.gif

https://flic.kr/p/2hHjmPN

Immaginiamo un obiettivo da 16mm (una focale da ultra-grandangolare).
Se potessimo spostare il piano focale come nella parte alta della figura (casi 1-3), allora avremmo sempre la possibilità di realizzare uno schema il più semplice possibile (caso 3 per il nostro obiettivo da 16 mm).
Idealmente una lente da 16 mm di focale posta a 16 mm dal sensore basterebbe (nella realtà le cose sono più complicate ma il lavoro di chi dovesse disegnare un obiettivo di tale focale sarebbe semplificato).

Nelle macchine reali il tiraggio è fisso ed è necessario adottare degli schemi di lenti adatti a mettere a fuoco l'immagine sul piano dove giace il sensore.
Nella pratica per i tele-obiettivi questi schemi creano minori problemi mentre nei grandangolari gli schemi che realizzano il cosiddetto retro-focus creano particolari difficoltà.
Il disegno degli obiettivi grandangolari (guardatevi qualche schema on line) è fortemente asimmetrico con grandi lenti all'entrata e gruppi compatti di piccole dimensioni all'uscita. Questa asimmetria rende difficile limitare le aberrazioni prodotte dalle lenti e alla fine limita la nitidezza dell'immagine prodotta specialmente verso i bordi dell'immagine, man mano che ci allontaniamo dall'asse ottico.

Tutto questo sproloquio per cosa?
Perché ho usato per l'esempio un obiettivo da 16 mm?

Le Nikon Z hanno un tiraggio di 16 mm, il ché significa che (molto) in teoria un obiettivo da 16 mm potrebbe essere costituito da un unica lente.
In pratica significa solo (e scusate se è poco) che per gli ingegneri che disegnano lenti grandangolari il lavoro è più facile.
Il nuovo 14-30 ha uno schema molto più compatto e 'simmetrico' di altri obiettivi simili progettati per l'attacco F e una nitidezza invidiabile.

In conclusione, una mirrorless mi interesserebbe molto proprio per queste indiscutibili proprietà geometriche che superano ogni moda, ma so che dovrei metterle davanti ottiche progettate per essa.
Per questo motivo non seguo la moda e consumo la mia reflex. Quando sarà ora di sostituirla mi porrò il problema di nuovo wink.gif

Bonus: il ridotto(issimo) tiraggio delle Nikon Z e in generale delle ML permette di montarci tramite anelli adattatori obiettivi prodotti per praticamente qualsiasi altra macchina fotografica. Per chi ama lenti vintage anche di gran pregio può essere il solo motivo per prendere una ML.


Apprezzabile il tuo sforzo e molto chiaro per tutti.
Concettualmente non fa una piega ed è per questo che mi chiedo, visto il punto di forza della baionetta Z, perché le ottiche fisse finora rilasciate non siano dei grandangolari e perché l’unico 14-30 grandangolare zoom in commercio non ha quella risolvenza sperata e sopratutto ha una distorsione imbarazzante che viene corretta via software e non otticamente.
Sono perplesso, perché la teoria la conosco, ma non l’ho ancora vista applicata.
Invece che fare un 85mm, avrei lanciato un 20 o un 24mm o meglio un 14mm che Nikon non è mai stata in grado di produrre in maniera dignitosa su baionetta F.
Al contrario hanno subito immesso sul mercato un più facile 85 e 50mm. Ah già c’è il 35mm ....
Qualcosa non mi torna.
rolubich
Messaggio: #29
QUOTE(Mauro Orlando @ Nov 9 2019, 04:01 PM) *
Bonus: il ridotto(issimo) tiraggio delle Nikon Z e in generale delle ML permette di montarci tramite anelli adattatori obiettivi prodotti per praticamente qualsiasi altra macchina fotografica. Per chi ama lenti vintage anche di gran pregio può essere il solo motivo per prendere una ML.


Questo è l'unico vero vantaggio del tiraggio così corto delle Z, potresti adattare tutte le lenti per Sony E ma non il contrario.

Quei due mm in meno invece non portano nessun vantaggio sulla progettazione dei grandangolari anche spinti, anche con un tiraggio maggiore potresti comunque fare un obiettivo con la lente posteriore che sfiora il sensore, basta che non ci sia lo specchio.
fullerenium2
Messaggio: #30
QUOTE(rolubich @ Nov 10 2019, 01:01 AM) *
Questo è l'unico vero vantaggio del tiraggio così corto delle Z, potresti adattare tutte le lenti per Sony E ma non il contrario.

Quei due mm in meno invece non portano nessun vantaggio sulla progettazione dei grandangolari anche spinti, anche con un tiraggio maggiore potresti comunque fare un obiettivo con la lente posteriore che sfiora il sensore, basta che non ci sia lo specchio.

Voglio dei chiarimenti sulle mie perplessità!
Perché il vantaggio di avere grandangolari super performanti non è stato subito messo in pratica ed invece si è pensato di realizzare un medio tele invece che un 20mm o qualcosa di ancora più wide?
Vi rendete conto che se Nikon avessere realizzato un 15mm perfetto, migliore di qualsiasi Zeiss, più economico perché più facile da costruire, avrebbe convinto molti più indecisi ad affiancare o sostituire le reflex?

Secondo me la favola che si possono fare dei grandangolari più facilmente non è così o il vantaggio non è stato colto e capito (sarebbe grave!!).

Messaggio modificato da fullerenium2 il Nov 10 2019, 08:06 AM
rolubich
Messaggio: #31
QUOTE(fullerenium2 @ Nov 10 2019, 08:02 AM) *
Voglio dei chiarimenti sulle mie perplessità!
Perché il vantaggio di avere grandangolari super performanti non è stato subito messo in pratica ed invece si è pensato di realizzare un medio tele invece che un 20mm o qualcosa di ancora più wide?
Vi rendete conto che se Nikon avessere realizzato un 15mm perfetto, migliore di qualsiasi Zeiss, più economico perché più facile da costruire, avrebbe convinto molti più indecisi ad affiancare o sostituire le reflex?

Secondo me la favola che si possono fare dei grandangolari più facilmente non è così o il vantaggio non è stato colto e capito (sarebbe grave!!).


Mi dispiace ma non posso darti i chiarimenti che vorresti. smile.gif Ti posso invece dire la mia opinione a riguardo.

Puntare molto sulla nuova miracolosa baionetta Z nel lancio delle nuove ML Nikon è stata un'intelligente mossa di marketing, ma i veri vantaggio sono minimi secondo me.
Il minor tiraggio, dato che senza specchio c'è sempre la possibilità di posizionare la lente posteriore anche più vicina al sensore rispetto alla flangia, serve solo a contenere lo spessore della fotocamera ed ad aumentare il numero di obiettivi adattabili. Il maggior diametro del foro potrebbe essere importante, ma al momento mi sembra, guardando gli schemi ottici che si trovano in rete, che tutti gli obiettivi S avrebbero potuto essere realizzati con un foro come quello vecchio, Noct 58mm f/0.95 compreso; forse i futuri f/1.4 avranno una lente posteriore così grande da avere bisogno delle nuove incrementate dimensioni.

Per quanto riguarda i grandangolari, l'assenza dello specchio elimina un importante vincolo, ma questo non significa che progettare un grandangolare di elevata qualità sia così facile perchè basta adottare uno schema simmetrico. Non ho esperienza diretta ma non mi risulta che i vecchi grandangolari di tipo simmetrico usati sulle fotocamere ante reflex fossero tutti perfetti anche agli angoli, il grandangolare è comunque un obiettivo complesso e se si vogliono ottenere prestazioni di alto livello anche a grandi aperture probabilmente lo schema simmetrico di vecchio tipo non è sufficiente. Per esempio Voigtlander fa un 35mm f/1.4 per Sony E con uno schema a sole 8 lenti (nessuna delle quali asferiche) quasi perfettamente simmetrico riuscendo a contenere pesi e soprattutto dimensioni ma anche la resa sembra essere di vecchio tipo: prestazioni agli angoli che necessitano aperture chiuse per essere di alto livello; Nikon invece per il nuovo 35mm f/1.8 ha adottato uno schema completamente differente (non sembra molto diverso rispetto al 35mm f/1.8 per reflex), 11 lenti di cui 3 asferiche, simmetria appena accennata, lunghezza decisamente superiore, molto probabilmente resa periferica anche superiore, almeno a diaframmi aperti. Sono solo scelte diverse. Personalmente se un grandangolare mi dà angoli di ottimo livello a f/8 non lo cambierei con uno che raggiunge gli stessi livelli a f/4 ma a scapito di peso, dimensioni, costi e magari anche con un bokeh peggiore perchè ha diversi elementi asferici al suo interno.

Per quel che riguarda le scelte di Nikon sui primi obiettivi da far uscire con le ML penso che tutto sommato siano giuste e che lo sforzo che sta facendo per creare un parco ottiche sufficiente se non completo sia molto alto.
E' chiaro che dovevano uscire con gli obiettivi normali per eccellenza, 35mm e 50mm, poi uno zoom mid-range che è un obiettivo strausato e che è già disponibile in due versioni; sul lato grandangolare hanno preferito partire con gli zoom, forse perchè, da quello che posso vedere dalle foto postate nei vari forum, i paesaggisti sembrano preferire questa soluzione se hanno a disposizione degli ottimi zoom; i ritrattisti invece spesso preferiscono un fisso rispetto ad un 70-200mm, quindi un mediotele ci voleva abbastanza in fretta.

Un eccellente 15mm prima o poi lo faranno, aspetti quello per passare alle ML Nikon? biggrin.gif
fullerenium2
Messaggio: #32
QUOTE(rolubich @ Nov 10 2019, 10:04 AM) *
Mi dispiace ma non posso darti i chiarimenti che vorresti. smile.gif Ti posso invece dire la mia opinione a riguardo.

Puntare molto sulla nuova miracolosa baionetta Z nel lancio delle nuove ML Nikon è stata un'intelligente mossa di marketing, ma i veri vantaggio sono minimi secondo me.
Il minor tiraggio, dato che senza specchio c'è sempre la possibilità di posizionare la lente posteriore anche più vicina al sensore rispetto alla flangia, serve solo a contenere lo spessore della fotocamera ed ad aumentare il numero di obiettivi adattabili. Il maggior diametro del foro potrebbe essere importante, ma al momento mi sembra, guardando gli schemi ottici che si trovano in rete, che tutti gli obiettivi S avrebbero potuto essere realizzati con un foro come quello vecchio, Noct 58mm f/0.95 compreso; forse i futuri f/1.4 avranno una lente posteriore così grande da avere bisogno delle nuove incrementate dimensioni.

Per quanto riguarda i grandangolari, l'assenza dello specchio elimina un importante vincolo, ma questo non significa che progettare un grandangolare di elevata qualità sia così facile perchè basta adottare uno schema simmetrico. Non ho esperienza diretta ma non mi risulta che i vecchi grandangolari di tipo simmetrico usati sulle fotocamere ante reflex fossero tutti perfetti anche agli angoli, il grandangolare è comunque un obiettivo complesso e se si vogliono ottenere prestazioni di alto livello anche a grandi aperture probabilmente lo schema simmetrico di vecchio tipo non è sufficiente. Per esempio Voigtlander fa un 35mm f/1.4 per Sony E con uno schema a sole 8 lenti (nessuna delle quali asferiche) quasi perfettamente simmetrico riuscendo a contenere pesi e soprattutto dimensioni ma anche la resa sembra essere di vecchio tipo: prestazioni agli angoli che necessitano aperture chiuse per essere di alto livello; Nikon invece per il nuovo 35mm f/1.8 ha adottato uno schema completamente differente (non sembra molto diverso rispetto al 35mm f/1.8 per reflex), 11 lenti di cui 3 asferiche, simmetria appena accennata, lunghezza decisamente superiore, molto probabilmente resa periferica anche superiore, almeno a diaframmi aperti. Sono solo scelte diverse. Personalmente se un grandangolare mi dà angoli di ottimo livello a f/8 non lo cambierei con uno che raggiunge gli stessi livelli a f/4 ma a scapito di peso, dimensioni, costi e magari anche con un bokeh peggiore perchè ha diversi elementi asferici al suo interno.

Per quel che riguarda le scelte di Nikon sui primi obiettivi da far uscire con le ML penso che tutto sommato siano giuste e che lo sforzo che sta facendo per creare un parco ottiche sufficiente se non completo sia molto alto.
E' chiaro che dovevano uscire con gli obiettivi normali per eccellenza, 35mm e 50mm, poi uno zoom mid-range che è un obiettivo strausato e che è già disponibile in due versioni; sul lato grandangolare hanno preferito partire con gli zoom, forse perchè, da quello che posso vedere dalle foto postate nei vari forum, i paesaggisti sembrano preferire questa soluzione se hanno a disposizione degli ottimi zoom; i ritrattisti invece spesso preferiscono un fisso rispetto ad un 70-200mm, quindi un mediotele ci voleva abbastanza in fretta.

Un eccellente 15mm prima o poi lo faranno, aspetti quello per passare alle ML Nikon? biggrin.gif


Roberto, condivido tutto quello che hai evidenziato.
Un po’ meno l’ultima parte, perché se l’hanno menata tanto sulla nuova baionetta, ancor prima che uscisse la Z, allora ne dovevano dar dimostrazione da subito.
Invece hanno fatto ottiche che se usate su baionetta F avrebbero dato i medesimi risultati.
35, 50 ed 85 hanno uno schema ben più complesso dei vecchi AFS per baionetta F... e tutti gridano al miracolo... e ci mancherebbe!!
Poi fanno un f/0.95 quando Canon, Leica e qualcun altro sono decenni che l’hanno realizzati ma con dimensioni umane.
Manca la sostanza caro Roberto, tutto qua.
Passerò a ML FF quando mi faranno un adattatore intelligente per gli AFD e gli Ai... ah no aspetta ... qualcun altro ce l’ha già... tempo che esce la MKIV e la MKIII la prendo al volo col techart.
Nel frattempo mi godo la ML APSC con dei veri obiettivi compatti e senza sacrificare le prestazioni!

Messaggio modificato da fullerenium2 il Nov 10 2019, 10:46 AM
Mauro Orlando
Messaggio: #33
QUOTE(rolubich @ Nov 10 2019, 10:04 AM) *
...
Per quanto riguarda i grandangolari, l'assenza dello specchio elimina un importante vincolo, ma questo non significa che progettare un grandangolare di elevata qualità sia così facile perchè basta adottare uno schema simmetrico. ...

Assolutamente d'accordo, le potenzialità vanno messe in pratica e non è affatto scontato.
QUOTE(fullerenium2 @ Nov 9 2019, 11:34 PM) *
...
Invece che fare un 85mm, avrei lanciato un 20 o un 24mm o meglio un 14mm che Nikon non è mai stata in grado di produrre in maniera dignitosa su baionetta F.
...

QUOTE(rolubich @ Nov 10 2019, 10:04 AM) *
Per quel che riguarda le scelte di Nikon sui primi obiettivi da far uscire con le ML penso che tutto sommato siano giuste e che lo sforzo che sta facendo per creare un parco ottiche sufficiente se non completo sia molto alto.
...
Un eccellente 15mm prima o poi lo faranno, aspetti quello per passare alle ML Nikon? biggrin.gif

Anche io penso che le scelte Nikon siano più guidate dalla necessità di salvare le sue quote di mercato e colmare il gap accumulato. Credo lo stia facendo in modo efficace da questo punto di vista, una cosa diversa è accontentare appassionati esigenti.
Per il momento (e sulla base delle mie esigenze e capacità di spesa) non trovo sufficienti motivi per mandare in pensione il mio sistema F o affiancargli altro; quando usciranno grandangolari di un livello superiore allora ci ripenserò wink.gif
fullerenium2
Messaggio: #34
QUOTE(Mauro Orlando @ Nov 10 2019, 10:44 AM) *
Assolutamente d'accordo, le potenzialità vanno messe in pratica e non è affatto scontato.
Anche io penso che le scelte Nikon siano più guidate dalla necessità di salvare le sue quote di mercato e colmare il gap accumulato. Credo lo stia facendo in modo efficace da questo punto di vista, una cosa diversa è accontentare appassionati esigenti.
Per il momento (e sulla base delle mie esigenze e capacità di spesa) non trovo sufficienti motivi per mandare in pensione il mio sistema F o affiancargli altro; quando usciranno grandangolari di un livello superiore allora ci ripenserò wink.gif

Condivido
boken
Messaggio: #35
QUOTE(mauropanichi @ Nov 9 2019, 03:31 PM) *
Nikon ho la serie 16-35 , 50, 105 vr, 35-70 , 80-400, e vari ais e afd, ma una volta ho sviluppato quello dell’R ma non mi sembrano uguali, i Sensori Nikon restituiscono in maniera più naturale il tutto, i sensori posso essere Sony , ma gli algoritmi di sviluppo possono essere uguali, non dite uguali, tra case c’è un abisso, ognuno ha dei profili colore di uscita diversi, e ognuno ha il suo timbro che poco si può fare. Come ai tempi che si dice che la D3 aveva lo stesso sensore della D700, avendole avute insieme dico che non è vero, la professionale sta su di un altro pianeta, come la D4 con la Df


i sensori nikon li fa la sony laugh.gif


QUOTE(fullerenium2 @ Nov 9 2019, 11:34 PM) *
Apprezzabile il tuo sforzo e molto chiaro per tutti.
Concettualmente non fa una piega ed è per questo che mi chiedo, visto il punto di forza della baionetta Z, perché le ottiche fisse finora rilasciate non siano dei grandangolari e perché l’unico 14-30 grandangolare zoom in commercio non ha quella risolvenza sperata e sopratutto ha una distorsione imbarazzante che viene corretta via software e non otticamente.
Sono perplesso, perché la teoria la conosco, ma non l’ho ancora vista applicata.
Invece che fare un 85mm, avrei lanciato un 20 o un 24mm o meglio un 14mm che Nikon non è mai stata in grado di produrre in maniera dignitosa su baionetta F.
Al contrario hanno subito immesso sul mercato un più facile 85 e 50mm. Ah già c’è il 35mm ....
Qualcosa non mi torna.


ora è uscito il 14-24 f2.8 sigma art per ML e dicono che sia "stratosferico", ...chissà se nikon si sveglia dry.gif rolleyes.gif
davidebaroni
Messaggio: #36
QUOTE(boken @ Nov 10 2019, 12:20 PM) *
i sensori nikon li fa la sony laugh.gif

...Ammesso che siano identici, e non é detto, l'elettronica di "contorno" é anch'essa identica? Gli algoritmi di elaborazione? I software interni? Eccetera, eccetera? Non credo. rolleyes.gif
I motori della Haas li fa la Ferrari. A me, però, non sembrano uguali... messicano.gif
mauropanichi
Messaggio: #37
QUOTE(davidebaroni @ Nov 10 2019, 01:48 PM) *
...Ammesso che siano identici, e non é detto, l'elettronica di "contorno" é anch'essa identica? Gli algoritmi di elaborazione? I software interni? Eccetera, eccetera? Non credo. rolleyes.gif
I motori della Haas li fa la Ferrari. A me, però, non sembrano uguali... messicano.gif

È quello che avevo detto in precedenza, avendo la Sony A7 mark 2, dovrebbe essere lo stesso sensore della D610 o D750, ma i file sono distanti anni luce da queste ultime due, che presentano immagini molto più pulite, la Sony la trovo sempre molto rumorosa e grezza.
fullerenium2
Messaggio: #38
QUOTE(mauropanichi @ Nov 10 2019, 03:25 PM) *
È quello che avevo detto in precedenza, avendo la Sony A7 mark 2, dovrebbe essere lo stesso sensore della D610 o D750, ma i file sono distanti anni luce da queste ultime due, che presentano immagini molto più pulite, la Sony la trovo sempre molto rumorosa e grezza.

Mauro, dipende di che ISO parli. Fino a 3200 non vedo differenze.
A 12800 le differenze sono a favore della D750, nettamente
https://www.dpreview.com/reviews/image-comp...127806137460599

Osserva però la A7iii e la Z6.
La A7ii era acerba e ne sono convinto. Ora l’esperienza nel fare le fotocamere ci sono ed è migliorato tutto dall’AF all’immagine. Nikon ha sempre saputo sfruttare meglio i sensori Sony ma con le ultime generazioni delle A7 le differenze si sono colmate.
Guardati anche D850 vs A7RIII vs Z7.
Secondo me a favore delle ML Sony rimane l’AF ed un parco ottico nativo oramai completo ed affiancato anche da produttori di terze parti (Samyang, Sigma, Tamron) tutti autofocus. Per ora Nikon non ha supporto da nessuno per la su baionetta Z e non è un gran bel vedere.
mauropanichi
Messaggio: #39
QUOTE(fullerenium2 @ Nov 10 2019, 06:12 PM) *
Mauro, dipende di che ISO parli. Fino a 3200 non vedo differenze.
A 12800 le differenze sono a favore della D750, nettamente
https://www.dpreview.com/reviews/image-comp...127806137460599

Osserva però la A7iii e la Z6.
La A7ii era acerba e ne sono convinto. Ora l’esperienza nel fare le fotocamere ci sono ed è migliorato tutto dall’AF all’immagine. Nikon ha sempre saputo sfruttare meglio i sensori Sony ma con le ultime generazioni delle A7 le differenze si sono colmate.
Guardati anche D850 vs A7RIII vs Z7.
Secondo me a favore delle ML Sony rimane l’AF ed un parco ottico nativo oramai completo ed affiancato anche da produttori di terze parti (Samyang, Sigma, Tamron) tutti autofocus. Per ora Nikon non ha supporto da nessuno per la su baionetta Z e non è un gran bel vedere.

Non conosco la serie III Delle Sony, ma la II non ha un file eclatante, a qualsiasi sensibilità, spesso preferisco le Fuji, file molto più pulite per questo vedo le reflex Nikon ancora sopra a tutte le altre.
fullerenium2
Messaggio: #40
QUOTE(mauropanichi @ Nov 10 2019, 08:05 PM) *
Non conosco la serie III Delle Sony, ma la II non ha un file eclatante, a qualsiasi sensibilità, spesso preferisco le Fuji, file molto più pulite per questo vedo le reflex Nikon ancora sopra a tutte le altre.

Guarda, a quel link puoi fare tutti i confronti che vuoi.
Si Fuji (tipo x-t2) in effetti sembra essere più pulita della A7ii. Però se carichi la A7iii....
buona visione :-)
bertan46
Messaggio: #41
Furellenium2 e Lupaccio 58, scusate se non ho risposto direttamente alle vostre argomentazioni, non era mia intenzione esservi indifferente, ma vi assicuro che le ho lette come tutte le altre. Non essendo io così evoluto in materia, ho concluso che i vostri ragionamenti depongono pressoché in toto a favore delle reflex. Se vi siete sentiti esclusi me ne dispiaccio. cerotto.gif
 
Discussioni simili Iniziata da Forum Risposte Ultimo messaggio
Vacanza Al Mare... Reflex Si O Reflex No? piuma1983 NIKON SUSHI BAR 30 09-05-2018 11:25
Sono Nella Casa Della Reflex E Amero' Sempre La Reflex riccardoal NIKON SUSHI BAR 15 13-09-2012 00:38
Compatibilita Obiettivi Reflex Tradizionali Con Fotocamere Reflex Digi sauro.bettocchi@tin.it OBIETTIVI Nikkor 8 31-08-2006 21:04
Compatibilità Vecchi Obiettivi Di Una Reflex A Pellicola Con Una Moder mancis OBIETTIVI Nikkor 8 21-05-2013 20:48
Compatibilita Obiettivi Reflex Tradizionali Con Fotocamere Reflex Digi sauro.bettocchi@tin.it NIKON COOLPIX 0 31-08-2006 08:21
2 Pagine: V  < 1 2