FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
102 Pagine: V   1 2 3 > » 

D600... Sensore Sporco
dimapant
Inviato il: Jan 8 2013, 06:44 AM
QUOTE(larsenio @ Jan 7 2013, 02:30 PM) *
..........
A f22 è normale ci sia sporco, rientra nella normalità ...........


NO, e per nulla


Che ci sia dello sporco sul sensore NON è normale mai, a nessun diaframma, lo sporco sul sensore è una condizione anomala di funzionamento e ti mette fuori uso la fotocamera, un granello di sporco visibile che in una immagine ti si presenta in zona importante, tipo un'occhio, ti rovina la fotografia.

A diaframma chiuso lo sporco si vede solo di più, ma se fai una pulizia corretta del sensore, anche a diaframma 22 non lo devi vedere e non vedi praticamente nulla, perchè non ci DEVE essere praticamente nulla sul sensore in condizione operativa normale, a diaframma chiuso le fotografie si DEVONO poter fare tranquillamente, ed il sensore, una volta pulito, DEVE restare pulito per tante migliaia, veramente tante migliaia, di scatti.

Se introduci tu sporco cambiando l'ottica, quello sporco diviene normalmente visibile solo dopo migliaia di scatti, non è mai "grosso" come dimensione ed è normalmente eliminabile semplicemente con una spompettata, è normale polvere atmosferica, non si attacca elettrostaticemnte o chimicamente al passa basso e dunque viene via praticamente sempre con una normale spompettata.


Se la fotocamera crea sporco con frequenza elevata, poche centinaia di scatti dalla pulizia, la fotocamera è inutilizzabile in uso pratico: se uno se la guarda e se l'ammira come un soprammobile bellino, e ci fa un paio di scatti al cane la domenica mattina, magari può andar bene anche come fotocamera, ma per fare le fotografie normalmente quel trabiccolo lì bene non va, ed uno la deve ridare indietro, e farsela sostituire con una che funziona normalmente per fare le fotografie normalmente o farsi ridare i soldi, dato che l'attrezzatura è affetta da vizio grave e la sostituzione è garantita per legge.

Oltretutto, se la fotocamera crea sporco, da qualche parte lo sporco viene, qualcosa dentro si sfalda o si erode, e la parte da dove viene, col tempo, si danneggerà: ulteriore motivo per chiedere la sostituzione.

La mia D 700, tre anni, 10.000 scatti circa, è stata pulita due volte, la uso coi grandangoli spinti, cambio l'ottica spesso, e la uso tranquillamente anche ad f 22 e non si vede nulla nemmeno contro il cielo, stessa cosa con due D 7000, una ha 8.000 scatti ed è stata pulita una volta, l'altra ha 4000 scatti, non è mai stata pulita e di sporco non ce n'è su nessuna delle tre.

Spompetto molto di frequente per pulire, ho inserito la pulizia del sensore nelle fotocamere ed in nessuna, di sporco visibile seriamente, che richieda botte di clone in fotoritocco, non ce n'è, non è che non si vede, NON C'E' in modo apprezzabile nemmeno ad f 22.

Questo è il funzionamento normale di una fotocamera digitale odierna, di qualsiasi marca, questa è la normalità: avere il sensore sporco, normalità NON è, e non lo è mai, a nessun diaframma.

500 scatti si fanno in due o tre ore se vai a fare un'uscita fotografica seria e si fanno in meno di un'ora se fai un servizio fotografico: ti metti a pulire la fotocamera all'aria aperta, magari col vento, nebbia, polvere, pioggia o durante una cerimonia?

E poi.......che senso ha possedere un'attrezzatura che sai che ti darà grane per tutto il tempo che la possiederai e che poi quasi sicuramente si romperà prima del dovuto, il tutto NON per colpa tua, cattivo uso tuo o danneggiamento tuo accidentale, ma perchè è nata male, qualcun altro l'ha fatta male?

Se la roba va, uno se la tiene, se non va, uno se la fa sostituire e non mancano i mezzi per farlo.

Mettere la testa sotto la sabbia non è logico e non premia mai e se uno acquista qualcosa, quella roba deve andare come si deve, la perfezione non esiste, ma la roba deve andare come si deve altrimenti uno se la fa cambiare, e ......bisogna non dimenticare i disagi subiti e tenerne conto per il futuro.

Saluti cordiali


  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3267993 · Risposte: 8066 · Visite: 527.613

Dubbio Bilanciamento Del Bianco
dimapant
Inviato il: Jan 6 2013, 02:16 PM
QUOTE(marcomc76 @ Jan 6 2013, 01:41 PM) [snapback]3265687[/snapback]
1)............. nello spostarsi dei giocatori creano delle ombre con dominante e sballa il WB, nelle palestre è sempre un .....
2) .....Non è la Macchina su quello non ci piove, stai tranquillo smile.gif



1) le ombre hanno la stessa dominante se la luce ambiente NON cambia, e dunque da uno scatto all'altro, sempre se la luce non cambia, la dominante, o temperatura di colore che dir si voglia, resta invariata.

2) Secondo me invece è la fotocamera: se non hanno acceso luci diverse o spento qualcosa, la temperatura di colore che illumina i soggetti quella resta: se sbucci il WB in impostazione manuale avrai una dominante, ma la dominante resta, di norma, costante.
Un cambio cromatico rilevante a luce ambiente costante su scatti a pochi minuti di distanza uno dall'altro e su soggetti del tutto simili, come inquadratura e luce, è normalmente indice che qualcosa non va nella fotocamera.

Rivolto a chi ha aperto la discussione: che fotocamera hai usato?

saluti cordiali
  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3265722 · Risposte: 23 · Visite: 1.673

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Jan 6 2013, 06:29 AM
QUOTE(MrFurlox @ Jan 5 2013, 06:17 PM) [snapback]3264839[/snapback]
.....................

Visualizza sul GALLERY : 4.6 MB
andrei direttamente sulla D800E
..................




Brrrrr..............

Questa foto tua è, a parer mio personalissimo, brutta, tremenda, inquadrata male (tagliata in basso, la circonferenza del cappuccio andava tenuta tutta e non “rosicchiata", tagliata in basso!) bianchi bruciati alla morte e sharpening completamente errato, non è nitida!

Mentre tu ti abituavi al brutto con le prove sulla D 800, io mi sono fatto un altro scattino di street:

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 2.6 MB


fatta a tarda notte nella piazza davanti all'Hermitage, a tanto sotto zero ed a tanti ISO.

Con tanti ISO, i sensori tendono al blooming, tutti, Nikon compreso.
Ed il blooming fa aloni cromatici: il blooming era era molto marcato sulla coppia, giallastro, e sulla stella e sull'albero, azzurro.

Mi pare di averli tolti entrambi..

La foto è in spazio colore ProPhoto RGB ed ha lo sharpening di stampa; sul web ha slittamenti cromatici ed è troppo "cruda" per lo sharpening inadatto al web: non la sto a rifare tutta per il web, tanto, sempre a parer mio personalissimo, è molto migliore di tanti orrori che si vedono quà.


Con la piega che ha preso questa discussione, mi ci sto divertendo, come si dice da noi in Toscana, un "mucchio"!

Dici il perché non prendi una fotocamera, per un giudizio tuo, personalissimo, ed un sacco di gente, dotata evidentemente di mente prodigiosa, se la prende male!

Io stamani vado a far foto: suggerisco di fare altrettanto.

Saluti cordiali.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3265389 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

Club D800 Reloaded
dimapant
Inviato il: Jan 5 2013, 04:31 PM
QUOTE(hroby7 @ Jan 5 2013, 10:58 AM) [snapback]3264385[/snapback]
............... perchè non applichi il profilo corretto per questo utilizzo ?

Non credo ci voglia un secolo e non capisco che senso ha condividere immagini senza seguire la regola corretta

Davvero non capisco il perchè

..................



Io te lo spiego, ma……… non è detto che tu lo trovi agevole da capire.

In una parola, perchè passare a spazio colore sRGB da ProPhoto RGB che uso io, è impossibile senza rovinare la fotografia, va rifatto tutto il fotoritocco, ex novo, in spazio colore più piccolo, sRGB.

Se ti interessa, tecnicamente, il perchè, è spiegato qui sotto.


Io uso lo spazio colore ProPhoto, il più ampio spazio colore di uso corrente, perché è più ampio di altri spazi colore, e può raccogliere maggior dinamica, ed è l’unico che riesce a contenere, in pratica, tutti i colori registrati dal sensore di una moderna fotocamera, tipo, ad esempio, la D 700, ed in quel modo ho foto più brillanti, con maggior dinamica, e cromaticamente più ricche e corrette come cromatismo, rispetto all’uso di altri spazi colore più piccoli, tipo Adobe RGB e sRGb, e questo anche se anche se, nell’ultimo passaggio prima di presentare l’immagine all’occhio, stampi a 8 bits, e questo perché hai meno perdite durante tutto il fotoritocco se lo fai più ricco di dinamica e di colore, usando appunto uno spazio colore molto ampio,.

Le fotocamere registrano luce, intesa come colore e luminosità: il profilo ICC della fotocamera è un po’ la radiografia cromatica della fotocamera, mostra i colori che una fotocamera è capace di registrare e più grande è il profilo ICC della fotocamera, più ricca di colori è la fotocamera, è migliore.

Il profilo ICC delle sue fotocamere Canon lo rende disponibile, nel suo convertitore di RAW, DPP, mentre Nikon NON li rende disponibili per le sue fotocamere, li tiene segreti.

Ma…. per convertire un RAW di una fotocamera in un file immagine DEVI conoscere il profilo ICC della fotocamera, devi sapere che cosa registra quel sensore, dunque chi fa convertitori di RAW deve misurare il cromatismo della fotocamera della quale deve fare la conversione e deve assegnare un profilo ICC alla fotocamera: il profilo ICC che posto qui della D 700, è quello definito da Phase One per il suo convertitore di RAW, Capture One Pro 6.
Capture One è considerato un ottimo convertitore di RAW, professionale, e quelli di Phase One, che lo producono, fanno anche famose fotocamere di MF, sono professionisti seri da decenni: ci sono, a parer mio, le basi per considerare quel profilo ICC affidabile, veritiero, come quello di altre fotocamere da loro profilate.


Utilizzando un programmino tecnico (quando ci vuole, ci vuole!), qui:

ti posto esempi visibili reali, delle diversità di dimensioni degli spazi colore ed il profilo ICC della D 700, confrontata con lo spazio colore sRGB e ProPhoto RGB.

Il profilo colore più grande è sempre retinato, il più piccolo è in pieno.


Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 447.3 KB

sRGB confrontato col più grande Adobe RGB


Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 490 KB

sRGB confrontato con ProPhoto RGB


Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 403.4 KB

D 700 (retinata) confrontata con sRGB

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 450.7 KB

D 700 (pieno) confrontato con ProPhoto RGB (retinato)

Se usi Adobe RGB, non ce la fai a contenere, utilizzare tutti i colori che riesce a registrare il sensore.

Se usi poi sRGB, la situazione è ancora peggiore, lo spazio colore sRGB è miseramente piccolo confrontato con Adobe RGB e la fotografia peggiora, mancano colori e gamma dinamica, sRGB, semplicemente, non li può contenere, taglia drasticamente: né Adobe RGB, e tantomeno sRGB NON ce la fanno, ed sRGB nemmeno da lontano, a contenere tutti i colori della D 700, dunque per fotografie di elevata qualità e fedeltà cromatica, sRGB NON va mai usato.




L’unico spazio colore che contiene il profilo ICC della D 700, è ProPhoto RGB: io uso quello per quel motivo e le foto mi vengono belle brillanti, con tanto effetto presenza, ma è complicato il fotoritocco in stampa.


sRGB si usa per il web, perché dà immagini “leggere” come Mb, dunque le trasmetti meglio ed impegni meno il browser, ma con sRGB riesci ad utilizzare solo una piccola parte dei colori e della dinamica che una D 700 riesce a registrare, e le foto in sRGB non sono mai di elevata qualità, né come colore (mancano colori), né come dinamica ( si “bruciano” i bianchi molto presto).

Da notare che tra Adobe RGB (già assai più ampio di sRGB) e ProPhoto, in dinamica, tranquillamente c’è una differenza a volte di quasi due diaframmi: i bianchi che sarebbero bruciatissimi in sRGB, e sarebbero bruciati anche in Adobe RGB, sono invece perfettamente leggibili in ProPhoto, e lo stesso avviene, analogamente, per il colore, canali colore “bruciati” in sRGB sono usabilissimi in ProPhoto, ed oltretutto ci sono tanti più colori in ProPhotp che negli altri spazi colore: solo l’uso di ProPhoto RGB permette lo sfruttamento vero di grandi gamme dinamiche e di grande cromatismo, quelli delle moderne fotocamere.

Chi compra una fotocamera moderna ed usa sRGB per fare le fotografie, a livello di dinamica e cromatismo, ha buttato via una larghissima parte dei soldi che ha speso nella fotocamera, usa solo una piccola parte di quello che il sensore registra, sia in termini di colore che di gamma dinamica, analogamente se usa Adobe RGB, ha speso male i soldi, butta via molto di quello che registra il sensore.

Con la dinamica e profondità di colore che ha una buona fotocamera moderna, va usato ProPhoto RGB, così si sfrutta al meglio la fotocamera, ma…. per usare ProPhoto RGB, che oltretutto nessun monitor riesce presentare, va conosciuto estremamente bene cosa si fa in fotoritocco, i rischi e le criticità, altrimenti si fanno dei danni anche seri all’immagine.

Una foto elaborata in ProPhoto, NON E’ normalmente convertibile pedissequamente in sRGB, o Adobe RGB, senza fare danni molto seri.

Se la converti semplicemente cambiando lo spazio colore, la rovini irrimediabilmente, in colore e posterizzazione, bruci spesso i bianchi, hai slittamenti cromatici, hai slittamenti di saturazione cromatica e perdi colori: questo è quello che accade a coloro che impostano di fotocamera lo spazio colore Adobe RGB e poi fanno stampare ai laboratori, che lavorano, di norma, in sRGB: si ritrovano foto “piatte”, come dinamica e colori, e non solo, hanno anche cromatismo, colore, “falso”, colori che loro non vedevano guardando la foto a monitor

Se voi una foto in sRGB coi colori e la dinamica giusta per quello spazio colore così piccolo, non puoi usarne una “fatta” in ProPhoto, la devi rifare tutta da capo, lavorando solo ed esclusivamente in spazio colore sRGB, non la puoi convertire, salvo casi eccezionali, da un’immagine elaborata in altro spazio colore: io non ho voglia di rifare le foto che faccio per stampe in ProPhoto RGB, solo per postarle in un, con tutto il rispetto, forum.


Non ho il profilo ICC della D 800, la mia versione di Capture One non converte la D 800, ma, a regola di pollice, non dovrebbe essere più piccolo di quello della D 700, anche se non è affatto detto, poiché andrebbe misurato.

Il fatto che la D 800 abbia i parametri di gamma dinamica e profondità di colore buoni e più elevati della D 700 non sono condizione sufficiente per avere un profilo ICC molto ampio o senza seri avvallamenti, non bastano, dunque non è detto che la D 800 lo abbia ampio e regolare come la D 700, potrebbe benissimo averlo più piccolo o con degli avallamenti, ma auspicabilmente sarà buono.

Si vede in pratica il profilo ICC di una fotocamera? In altre parole, ci sono conseguenze pratiche, visibili in fotografia, della forma ed ampiezza del profilo ICC di una fotocamera?

Si vede in fotografia e le conseguenze sono importanti:

Faccio un esempio: la D 700, come in generale anche altre fotocamere Nikon di quegli anni, ha tendenza a saturare precocemente il canale rosso, a parità di luminosità, il canale rosso ha tendenza a posterizzare prima dei canali Verde e Blu.

Questa tendenza si vede dal profilo ICC della D 700: sui rossi c’è un avallamento rispetto agli altri colori, il che significa che la dinamica, sul canale rosso, è minore che sugli altri canali, il rosso satura prima degli altri, aumentando la luminosità.

A me il cromatismo della D 800 non ha convinto, e per nulla, mentre il RAW mi pare un pochino migliore di quello della D 700, un pochino più “pieno”: sarei proprio curioso di avere a disposizione il profilo ICC della D 800, per dargli un’occhiatina, un’occhiatina veramente per benino.

Chi ha un profilo ICC della D 800, ricavato da gente seria, tipo Phase One o DxO e NON da misure casalinghe, e me lo allega ad un post, ha tutti i miei più sentiti ed anticipati ringraziamenti.

Sperando sia tutto chiaro, saluti cordiali
  Forum: NIKON PRODUCTS FAN CLUB · Anteprima Messaggio: #3264712 · Risposte: 10591 · Visite: 724.753

Club D800 Reloaded
dimapant
Inviato il: Jan 5 2013, 12:30 PM
[quote name='fabryzio'
  Forum: NIKON PRODUCTS FAN CLUB · Anteprima Messaggio: #3264470 · Risposte: 10591 · Visite: 724.753

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Jan 5 2013, 11:28 AM
QUOTE(Franco_ @ Jan 4 2013, 11:30 AM) [snapback]3263266[/snapback]
Una cosa è certa, la curiosità è più forte della tentazione di arrendersi... forse Alessandro è in trasfreta per lavoro e una volta rientrato aderirà al nostro invito... forse... laugh.gif



Ero in vacanza con la moglie, tornato ieri.

Vacanza molto interessante, a Stoccolma e San Pietroburgo, con tanta arte, tante ostriche e champagne.

Freddo nella norma, costo dei ristoranti buoni un po’ elevato, ci vogliono circa 200 euro a persona a pasto, ma lavorano molto bene, il “Russian Empire” è uno dei migliori di tutta la Russia e nel mio hotel c’è quello preferito da Putin, il “Bellevue”, che comunque, per l’ultimo dell’anno, non si è fatto vedere.

Vacanze a spasso per turismo e fotografia, per me, non sono compatibili, le uscite serie sono di altro tipo, e di solito non porto la macchina fotografica, ma questa volta, su insistenza della moglie, l’ho portata: ci ho tirato fuori anche una fotografia, sul Newsky Prospect, a San Pietroburgo:

NEF

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.4 MB

Foto


Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.9 MB

Gli ignoranti, tecnicamente parlando, in questo thread, sembrano proprio in aumento, visto che cercano sRGB e parlano di profilo colore errato nelle foto: li lasciamo al loro destino, sperando che nel tempo migliorino, sempre parlando esclusivamente dal punto di vista tecnico.

Non posto altro.


Saluti cordiali e Buon Anno a te e famiglia

  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3264415 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

Club D800 Reloaded
dimapant
Inviato il: Jan 5 2013, 10:20 AM
QUOTE(fabryzio @ Jan 5 2013, 09:59 AM) [snapback]3264340[/snapback]
...........

Siccome so che sei molto critico, ...........




A parer mio, BISOGNA essere critici, sempre e comunque, va cercata la pefezione, e la critica aiuta a miglioare, a patto che sia sempre giustificata con dettaglio, tecnicamente o compositivamente, dato che a quel modo si danno dei suggerimenti, che possono essere ritenuti utili o meno, ma sempre suggerimenti sono di altra interpretazione dell'immagine, e ci può imparare sempre qualcosa, anche se poi il suggerimento uno non lo mette in pratica e, sempre che.....uno voglia imparare qualcosa!


Bella foto la tua!

L'hai inquadrata bene, ma tutto si può migliorare!

Quello che avrei fatto io, sarebbe stato di rendere assai più leggibile, lasciandole comunque scure, le ombre della casa, così sono "pesanti", tappate, non ci si legge, ed oltre che essere una massa scura imponente in primo piano, che appesantisce sempre l'immagine, distoglie l'attenzione dal resto, uno va a cercare di vedere cosa c'è nell'ombra e dedica meno attenzione al resto dell'immagine.

Altra cosa: la casa a sinistra, sullo sfondo, secondo te aiuta alla composizione dell'immagine? secondo me, no, la distoglie anche quella, io l'avrei tolta, come avrei tolto la collinetta sulla destra, anche quella non aiuta la composizione.

L'immagine, quanto più essenziale è, compositivamente, più forte, più gradevole è, ci devono essere, in una buona fotografia,il meno possibile di punti d' interesse, meno centri di attenzione possibile, uno solo è l'ottimo, e qui ci doveva restare solo quello splendido rudere.

Dove l'hai fatta? E' molto interesante fotograficamente, altretutto con gli alberi che la migliorano molto.

Saluti cordiali

  Forum: NIKON PRODUCTS FAN CLUB · Anteprima Messaggio: #3264355 · Risposte: 10591 · Visite: 724.753

Club D800 Reloaded
dimapant
Inviato il: Jan 5 2013, 08:50 AM
QUOTE(Cerins @ Jan 2 2013, 03:02 PM) [snapback]3260937[/snapback]



La foto è inquadrata abbastanza bene bene, ma ci sono, a parer mio, dei seri problemi:
- Non si vedono gli occhi, ed in un ritratto anche largo gli occhi sono importantissimi: guarda se riesci a "tirarli" fuori
- L’alone intorno alla ragazza che hai dato, in modo a parer mio molto maldestro, per scurire ,lo sfondo, rovina la fotografia, lo dovresti togliere o uniformare lo sfondo a tutto più scuro.
- Il vestito è poco leggibile, le ombre sono molto scure, tappate, ed è”morto”, poco brillante, sui chiari.
- La riga sul muro, dietro, “pende” ed è chiara, è estremamente sgradevole e non si uniforma con l’immagine, la rovina: falla scura con il resto del muro.
- Il triangolo chiaro a destra in basso attrae troppo l’attenzione, va scurito un bel po’


Quella era una gran bella ragazza, e l’ho fotografata anche io, con inquadratura diversa, volevo mettere in risalto la strana maschera, eccola qua:

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 2 MB

la mia è una stampa in inkjet solo convertita in jpeg, dunque sia spazio colore che sharpening non sono adatti per il web, lo spazio colore ProPhoto che io uso in stampa può presentare slittamenti cromatici sul web e lo sharpening di stampa è troppo crudo per il web, ma ti voglio solo dare un’idea di come va fatto lo sfondo, che va scurito in modo uniforme, altrimenti la fotografia è sgradevole.

Saluti cordiali

  Forum: NIKON PRODUCTS FAN CLUB · Anteprima Messaggio: #3264295 · Risposte: 10591 · Visite: 724.753

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 26 2012, 02:30 PM
QUOTE(Franco_ @ Dec 26 2012, 01:04 PM) [snapback]3253370[/snapback]
.......... c'è qualcosa che non va nella "catena"...


C'è lo spazio colore che non va nella catena, il web non ti trasmette ProPhoto RGB, troppo grande, ed io uso quello.

Saluti cordiali
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3253426 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 26 2012, 10:42 AM
QUOTE(neomeso.lese @ Dec 25 2012, 08:04 PM) [snapback]3252840[/snapback]
.................
Nessuno di questi elementi cozza con la possibilità di ottenere immagini migliori, anzi, la facilita
.................



Non bisogna fare di tutte le erbe, di tutti i parametri, un fascio e bisogna definire il termine “migliori”, dire che una cosa è migliore di un’altra va riferito ad una sua caratteristica.

Dire poi “ Nessuno di questi elementi cozza con la possibilità di ottenere immagini migliori, anzi, la facilita” è errato.

Nella definizione di “migliori”, fotograficamente parlando, ci deve essere inclusa anche la nitidezza, una dei parametri fondamentali dell’immagine, per giudicarne la bontà, è la nitidezza, si spendono soldi soprattutto per avere fotografie nitide e dunque la nitidezza è, almeno per me, un parametro importante.

Quanto dici tu, è errato se nel termine “migliori” ci includi anche la nitidezza: la risoluzione rende più difficile, e se elevata, tipo la D 800, molto più difficile, ottenere fotografie belle nitide.

In altre parole, a paritò di dimensione del sensore e di ottica, una fotocamera a bassa risoluzione fa fotografie, mediamente, molto più nitide di una fotocamera ad alta risoluzione: l'alta risoluzione e la nitidezza sono in ANTITESI, aumenti la risoluzione e la nitidezza è più difficile da ottenere.

Ed i problemi di nitidezza con fotocamere ad alta risoluzione sono di due origini diverse ed entrambi importanti:

- di ottica, di risoluzione dell’ottica, che può non farcela a risolvere quella del sensore.

- il Pixel pitch del sensore, piccolo per la D 800, più grande in una fotocamera FX a risoluzione più bassa, ed il pixel pitch piccolo della D 800 la manda in diffrazione visibile su stampa A3 già verso f 16


Se l’ottica ha risoluzione tale da risolvere il sensore, parlando di formati di stampa tipo A3 o più grossi, la foto è nitida, se l’ottica NON risolve il sensore, la foto NON è nitida: l’incremento di risoluzione è possibile in fotoritocco, qualcosa ci fai con lo sharpening, ma è un lavoro abbastanza complicato e non esente da rischi, si possono lasciare delle tracce visibili dell’intervento di ripresa.

Quelle ottiche zoom che privilegio in uso ed ho citato io, la triade, risolvono il sensore D 800 su tutto il fotogramma, mediamente, oltre f 6,3: prima, a diaframma più aperto, non ce la fanno e la foto è impastata alla periferia e bordi, bisogna chiudere ad f 8 o più per essere sicuri di avere tutto nitido.

Io faccio foto generiche e voglio nitidezza.

Stampo foto formato minimo 30X 40 cm da 43 anni, mai stampato più piccolo, quello è il mio formato tipico, ed a me non sta bene lavorare, oggi, lasciami dire nel 2013, come lavoravo negli anni ’80, a diaframma assai chiuso per avere tutto nitido.

Con ottiche zoom f 2,8 da 1700 – 2200 euro e fotocamera da 3000 euro, sui 20 mpx, nel 2013, si fanno fotografie, mediamente, molto nitide su tutto il fotogramma già ad F 4 – f 5,6, e non voglio fare un salto indietro nel tempo.

Se chiudo poi assai il diaframma, verso f 16, la fotografia D 800 è velata da flare da diffrazione, ed f 16 è un diaframma che in paesaggio si usa tranquillamente, non è un evento eccezionale fare foto ad 16, o più, in paesaggio: anche la diffrazione si riprende un po’ in fotoritocco, ma non completamente, se il segnale geometrico è perso, è perso e tutto non lo recuperi mai.

La D 700 non va in diffrazione visibile nemmeno ad f 22, ed ad F 16 una 20 mpx è nitidissima, il flare da diffrazione non è ancora percepibile.

Con gli zoom f 2,8, a standard mio di nitidezza, la D 800 la devo far lavorare ad f 8 – f 13, altrimenti mi crea problemi di nitidezza, per problemi dell'ottica a diaframmi aperti, per problemi di diffrazione a diaframmi chiusi: la D 800, in una parola, mi complica la vita nel mio uso normale con le ottiche che uso di più.

veniamo poi agli latri parametri.

In stampa, la massima gamma dinamica che riesci a stampare è sui 6-7 diaframmi, non si arriva ad 8 oggi con nulla: che me ne faccio di 14? Ci recuperi le ombre? Se hai bisogno di aprire le ombre anche solo un paio di diaframmi, hai cannato l’esposizione, e poi… quante volte devi aprire le ombre anche solo un paio di diaframmi su foto normali ed esposte bene?

Stessa cosa su profondità di colore etc registrate dal sensore: ben vengano, se ci sono è meglio, della serie “the bigger the better”, ma, alla fine, la foto va comunque presentata, monitor o stampa che sia, la foto va vista.

Tutta quella profondità di colore e tutto il resto, soprattutto in stampa, non le vedi, non le puoi vedere, il gamut di una stampante non è in grado di riprodurre tutti quei colori, si limita ad un Adobe RGB nelle stampanti migliori, ed io ho già una stampante molto buona, mi fa quasi Adobe RGB con un certo tipo di carta glossy, ma non di più.
Analogamente il monitor, il migliore che trovi in commercio, ti fa vedere, in pratica Adobe RGB o ben poco più, il 20% in più è giò tanto.

Oggi, con la tecnologia d’interfaccia d’immagine odierna, monitor o stampa, non ce la fai a vedere tutto quello che nemmeno una vecchia D 700 tira fuori come colore e come dinamica, anche quella è ben più ampia di un Adobe RGB e 12 diaframmi di dinamica non c’è nulla che oggi, ed a parer mio ancora per diversi anni a venire, sia in grado di far vedere o stampare.

La D 800 mi complicherebbe la vita e quel poco di plasticità in più dell’immagine che dà, per maggior risoluzione, visibile anche già su A3, me lo farebbe pagare, e salatissimo, con perdita di nitidezza in tante situazioni reali di scatto, ed io non sono disposto a perdere nitidezza in tante occasioni, per avere in cambio la possibilità di stampare lenzuoli, dato che lenzuoli spesso non stampo.

A questo ci aggiungi che mi ha fatto foto tendenzialmente verdine, ed ha presentato incostanze cromatiche (anche magenta, ….tipo Canon vecchio stile, la 5D MKII sottoesposta un po’ slittava sul magenta!) ed ho deciso di non prenderla.

Decisione mia, altri ci si trovano benissimo, ma se uno stampa seriamente in tutte le tipologia di scatto, a tutta apertura etc, ed usa le ottiche che uso io, ed è contento di quello che gli fa la D 800, le sue stampe sarei veramente curioso di vederle, le mie sono da D 700/ D 7000/ D300 s/D 90, in 30X 40 cm, disponibili qui a Lucca, ed un confronto lo possiamo sempre fare.

E… se qualcuno mi convince che sono in errore, gli pago una birra e Nital si becca 6.000 euro, dato che a me servono 2 FX, e non voglio la plasticosa D 600.

………il tutto nella massima serenità.


Saluti cordiali
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3253224 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 26 2012, 08:04 AM
QUOTE(bluesun77 @ Dec 25 2012, 02:33 AM) [snapback]3252461[/snapback]
............sminuito i lavori di altri utenti senza il benché minimo rispetto, chi semina cattiveria non può pretendere di raccogliere sorrisi

andrea


Io ho negativamente criticato le tue fotografie che ho visto sul tuo sito, le tue fotografie nell'accezione di fotografia fatta tecnicamente bene, bene non sono fatte, sono fatte male, lo ribadisco, e ne ho citato in dettaglio e pubblicamente i motivi tecnici per i quali sono fatte a parer mio male.

Se non accetti critiche negative a foto messe in pubblico e lo intendi come seminare cattiveria, non agisci nello spirito di un forum ed hai un metro di giudizio sbagliato: se decidi di mettere in pubblico le tue immagini, devi accettare il fatto che ci siano critiche negative, altrimenti in pubblico non ce le metti.

E se decidi di mettere su un sito, devi accettare il fatto che il sito può essere giudicato non interessante da qualcuno che va su internet, e se non lo accetti, non fare un sito.

E smetti di mandarmi MP che io reputo, personalmente, molto poco intelligenti, altrimenti mi toccherà far intervenire lo staff.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3253133 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 25 2012, 07:45 AM
QUOTE(banzai85 @ Dec 24 2012, 09:06 AM) [snapback]3251622[/snapback]
Dopo 10 paginate di dissertazioni sull'entita' dello slittamento cromatico erratico, che mi continua a suonare piu' come un parolone messo li' per fare scena e far cascare una sentenza dal soglio, stamattina ho fatto un giretto in rete...di slittamento cromatico si parla in fotografia, in musica, in un risultato della ricerca anche in politica...ma di slittamento cromatico erratico proprio no...siccome a casa mia erratico vuol dire vagabondo, senza fissa meta, ho dato anche un'occhiata al dizionario treccani, che riporta "che muta continuamente posto, errante, vagabondo", dando poi specifiche definizioni per quanto riguarda la botanica, la geologia, la medicina e l'economia...ora, io posso anche andare al bar a ordinare un composto chimico di molecole di idrogeno e ossigeno legate da un legame covalente, raccolto in un recipiente vitreo per fare, come si dice dalle mie parti, il gagarone...ma sempre di misero bicchier d'acqua si tratta...a volte a voler far passare da scemi gli altri si finisce per farla noi una figura poco edificante...prossimo passo slittamenti cromatici erratici prematurati e pusterdati??


Tecnicamente parlando "erratico" vuol dire casuale, e.....a parer mio non ci vuole un grande, diciamo cos', acume, a capirlo.

Colore dei capelli, lunghezza del naso, statura, dimensione degli orecchi e...intelligenza, sono doni di Madre Natura.

Ma anche Madre Natura, seppur nella sua infinita benevolenza, a volte e con qualcuno non è così benevola, per ragioni sue è un pochino avara.


Magari ha origini Lucchesi, come me, conterranea.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3252484 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 25 2012, 07:38 AM
QUOTE(ifelix @ Dec 23 2012, 08:19 PM) [snapback]3251148[/snapback]
...................
e se qualcuno te la regala ?
___
.............


Sempre che ce la faccia, visto che non è esente da qualche bega, la rivendo.

Saluti cordiali



  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3252482 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

Ritratto
dimapant
Inviato il: Dec 24 2012, 01:37 AM
QUOTE(dimapant @ Dec 24 2012, 01:12 AM) [snapback]3251505[/snapback]
............
Saluti cordiali



FImmagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 728.2 KB



Fatta in 3 minuti, io la vedo così

  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3251521 · Risposte: 77 · Visite: 3.784

Ritratto
dimapant
Inviato il: Dec 24 2012, 01:12 AM
QUOTE(ges @ Dec 23 2012, 04:27 PM) [snapback]3250927[/snapback]
Carissimo Dipamant,
credo di essere sempre stato rispettoso delle critiche e, ovviamente, accetto anche la tua, ma permettimi solo di fare alcune puntualizzazioni.

Nel mio fotoritocco come vedi non ho solo stravolto la tonalità dell'immagine ma moltisime altre cose, che vanno dalle semplici imperfezioni fino addirittura alle modifiche strutturali del viso (come avrai visto mi sono spinto addirittura a modificare la forma delle sopracciglia e molto più profondamente quella del naso).

Riguardo l'aspetto cromatico, poichè nella foto non gradivo la dominante giallina l'ho prima tolta e poi ho spinto il cursore a sinistra visto che mi piaceva la tonalità più fredda della pelle, incidendo su tutta la foto naturalmente, ma questo non mi ha importato, perchè come sai quando c'è una dominante i colori delle cose possono essere falsati. Tu dici che va sempre conservata la salvaguardia del cromatismo originale, ma qui non sei stato ne tu ne io a scattare la foto, quindi come fai a sapere qual è il cromatismo originale delle cose (per es. se il colore esatto dei capelli sia il primo o il secondo solo l'interessata potrà dircelo).

Che tutta la foto sia stata travisata quindi pensavo fosse scontato, non era una scoperta da fare, d'altronde nel ritocco credo sia legittimo interpretare le modifiche a proprio piacimento (anche l'autore della foto, Marco, ha alterato diverse cose, es. le sopracciglia e la parte strutturale del viso col filtro fluidifica, ecc.), poi queste modifiche possono piacere o meno ma - a mio avviso - non devono essere considerati errori in senso oggettivo, a maggior ragione le modifiche cromatiche (per es. non hai mai applicato un filtro Bleach bypass?)

Cordialmente



Ciascuno ha il suo modo di lavorare.

Nell'originale ci vedo una dominate cromatica sul rosso - arancio, ma non ho fatto esami con monitor calibrato, solo col PC che uso per internet.

Tolta quella dominante il colore cambia, ma anche se cambia, i fondamenti dovrebbero restare, a mio avviso, fermi, e nella tua versione ritengo sia stato alterato troppo, la blusa io la vedo bluastra, mentre nell'originale era nera.

Io sono meno invasivo nel fotoritocco di ritratti, ad esempio, i lineamenti del viso non li altero mai, se un ciglio è storto, storto lo lascio, alla fine è un tratto somatico suo, come non altero nasi storti etc.: levo qualche impurità alla pelle, ma nemmeno tutte, se uno ha un neo grosso, lo lascio, alla fine è una caratteristica sua.

Personalmente, travisare i tratti somatici lo ritengo un errore, se gli gonfi o strizzi il viso, la persona non è più la stessa, analogamente per la pelle, se uno ha la pelle delicata, delicata resti, se ruvida, ruvida resti: se faccio il ritratto a Peppino, che Peppino sia e che il contesto cromatico resti, salvo errori di WB dovuti a dominanti della luce, che il nostro sistema di visione vede ma non ci presenta, mentre la fotocamera te lo registra e ce lo presenta.

Saluti cordiali
  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3251505 · Risposte: 77 · Visite: 3.784

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 23 2012, 01:23 PM
QUOTE(Franco_ @ Dec 23 2012, 10:00 AM) [snapback]3250629[/snapback]
:................. li le alte luci sono letteralmente "andate".
..................



Attenzione!

In fotografia digitale, parlando di files RAW, NON ha senso parlare d'immagine, il RAW NON è una immagine, non ci è associato uno spazio colore, dunque una immagine NON è.

Il RAW è solo un pacco dati al quale sono associate un numero infinito di immagini, un unico RAW con un numero infinito di immagini.

Alle immagini, ci DEVE essere associato uno spazio colore, altrimenti immagine NON è, e lo spazio colore entro il quale tu rappresenti l'immagine lo SCEGLI tu, NON è imposto, salvo casi eccezionali.


Di spazi colore ne esistono decine, per gli usi più diversi, e.....i vari spazi colore sono più o meno grandi, NON sono tutti uguali.

Quando converti il RAW in file immagine, altro non fai, coi comandi del convertitore o coi picture control della fotocamera, che scegliere una delle infinite immagini contenute nel RAW, e quella immagine la scegli per essere "vista", osservata dentro uno spazio colore che TU SCEGLI.

Se di spazio colore dove scegli di visualizzare l'immagine ne scegli uno "piccolo", la dinamica ed il cromatismo dell'immagine scattata e che, tramite il sensore ed elettronica associata, ha generato quel RAW, può strabordare dallo spazio colore che hai scelto: laddove l'immagine "straborda" dallo spazio colore, l'immagine vista, in quelle aree non contenibili, è clippata, il confine dello spazio colore taglia senza nessun complimento l'immagine, in cromatismo e/o dinamica.

Lo spazio colore entro il quale convertire il RAW in file immagine, va dunque SCELTO in modo che sia in grado di mostrare tutta la gamma dinamica ed il cromatismo del file immagine di conversione dal RAW.

Io scelgo sempre, come spazio colore, ProPhoto RGB, lavoro con quello in fotoritocco: in quello spazio colore, quell'immagine di "bruciato" non ha nulla, è esposta benissimo, la D 700 espone generosamente, ma non brucia MAI nulla, se si utilizzano spazi colore ampi abbastanza per fare fotoritocco di alta qualità e non immagini da web o da stampa da laboratorio.


Se quella immagine la guardi entro lo spazio colore sRGB. piccolo, le alte luci sono bruciate.

Lo spazio colore sRGB NON permette fotoritocco per immagini di qualità e se tu usi quello, belle stampe, semplicemente, NON le fai.

Ti posto quel RAW di D 700, quello della D 800 non si può, troppo grosso.

Il cromatismo D 800 a me non entusiasma, e quello del piacere o meno un cromatismo è un fatto soggettivo, ma il problema vero è che la D 800, due provate, presenta slittamenti erratici e frequenti, inattesi ed imprevedibili, e quello soggettivo non è, è oggettivo e la fotocamera non lo deve fare.

Saluti cordiali
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3250800 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

Ritratto
dimapant
Inviato il: Dec 23 2012, 12:41 PM
QUOTE(ges @ Dec 11 2012, 10:29 PM) [snapback]3238004[/snapback]
wink.gif grazie

Va bene, come preferisci
Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.



Ges, abbi pazienza, ma quella foto che hai fatto tu, nella mia accezione di fotoritocco fatto bene, non è accettabile.

Non è accettabile perchè il cromatismo dell'immagine è stato completamete travisato, il colore della pelle, il colore dei capelli ed il colore della blusa sono completamente diversi dall'originale, e, nel gusto mio, peggiorati fortemente, la pelle è addirittura livida

Io sono un fotoamatore e mi faccio il fotoritocco da me, ma se uno studio di grafica mi facesse un lavoro simile su una mia immagine, troverei veramente da ridire.

Sotto l'aspetto della dinamica, l'immmagine è stata riequilibrata, mentre sotto l'aspetto del cromatismo, l'immagine è stata completamete travisata, rovinata.

La salvaguardia del cromatismo originale, in stampe di qualità, è imperativa, anche se è una delle componenti più complesse da perseguire, ma per fare lavori fatti bene, a parer mio, va sempre e comunque perseguita.

Saluti cordiali

  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3250764 · Risposte: 77 · Visite: 3.784

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 22 2012, 04:54 PM
QUOTE(CVCPhoto @ Dec 22 2012, 04:24 PM) [snapback]3250079[/snapback]
......... dimenticandosi ...........


Stai tranquillo che io non dimentico nulla, se devo spender poi dei quattrini, da buon Lucchese, non mi scordo nulla.

Io voglio solo vedere cosa fa la fotocamera nella stessa condizione di un'altra, dunque NON DEVO esporre in manuale, DEVE esporre la fotocamera, lo deve fare la fotocamera, non io, io sto misurando quello che in grado di fare la fotocamera nelle stesse condizioni, identiche di un'altra fotocamera.
E...se tu credi che in manule batti come precisione, un qualsiasi trabiccolo digitale con esposimetro tipo il Matrix o l'equivalente di altre case, con correzione manuale e lettura zonale selezionabile, ti sbagli ed alla grande, vorre proprio vedere la qualità di quello che stampi tu.


Coi problemi di diffrazione, come eliminarli, ci ho madato avanti, e devo dire benino, la famiglia per soli circa 20 anni, per lavoro: ho addirittura descritto come si fa in PP il recupero della prevista diffrazione, esaminata dal punto di vista elettro - ottico, dato che quello è stato il mio pane, e...lo è ancora.

Il come lo trovi qui

http://www.nikonclub.it/forum/index.php?sh...p;#entry2901762

dove chiedevo solo un consiglio a Manovi sulle USM di recupero.


Ma.....tu ci capisci qualcosa?

Sai correggermi i miei valori delle USM e dirmi perchè?

Datti da fare!

Quell'affare lì, se uno vuole stampe del livello che io faccio e che io chiedo, necessita di ottiche estremamente buone, ma anche le ottiche non.....fanno il fotoritocco, quello lo devi fare da te, ed anche sapendolo fare, ci sono delle immagini, tipo quella dei rotoloni o della stradella, che non le recuperi se fai il fotoritocco senza un'altra immagine di paragone cromaticamente corretta, e se anche un'altra immagine corretta ce l'hai, per confronto, ci perdi un mucchio di tempo e non è detto che ci si riesca.

Tu........sai fare bene il fotoritocco?


"Tutti" è un termine forte, ma quamdo va usato, va usato; tutti quelli che conosco io, compreso un paio di persone note a livello nazionale per qualità di stampa, dicono che stampo bene e so fare bene il fotoritocco: su un paio d'immagini da D 800 io mi ci sono, ahimè, arreso, non mi davano quello che volevo io.

C'est la vie!

La lascio ad altri.

Vado a preparare l'attrezzatura per l'uscita fotografica di domani, con un freddo birbante.

Saluti cordiali
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3250114 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 22 2012, 03:26 PM
Strano che ci siano ancora dei malintesi e che alcuni postino foto a diaframmi chiusi etc.

Io ho detto che non acquisto la D 800/E perchè a me dà due problemi:

1) La triade di zoom F 2,8, alle grandi aperture di diaframma, a standard mio, su D 800/E dà immagini non stampabili per elevata qualità in formato A3 o più grande, per periferia e bordi dell'immagine “mosci”.
Le ottiche zoom f 2,8, il 14 – 24, il 24 – 70, il 70 – 200 non ce la fanno a risolvere il sensore se non verso ed oltre f 5,6: quelle ottiche vanno chiuse almeno ad f 8 – f 11 per essere sicuri che l'immagine sia, a standard mio e per il mio formato di stampa, nitida tutta: questo dover lavorare a non meno di f 8 per avere nitidezza, nel 2012, a ME non va bene.

2) La D 800/E ha cromatismo ben diverso, per me sgradevole, rispetto a D 700.

Io lavoro con monitor professionale, calibrato con colorimetro professionale la calibrazione la faccio ogni dieci giorni circa e quando faccio il fotoritocco lavoro in ambiente scuro e luce controllata a 5500 K e pareti della stanza bianche: sto estremamente attento al cromatismo delle immagini, non voglio sorprese in stampa.

Quello che io vedo su quel mio monitor bello grande e gestito amorevolmente, con tanta cura, molti non lo vedono, e non lo vedono, semplicemente, quell'attrezzatura non ce l'hanno o....perché non gli interessa!

Quello che io vedo a monitor, sul web può non vedersi, dato che il web non sempre garantisce fedeltà cromatica nel trasferimento delle immagini, ed i monitor dei vari osservatori presentano immagini cromaticamente diverse, non tutti hanno lo stesso gamut e non tutti sono calibrati

Avevo fatto questa considerazione, quando avevo deciso di non postare immagini.
Però alcuni continuano a chiederle, e dunque, per quello che può servire una osservazione da web, li posto ugualmente, anche se, ripeto, quello che vedo io sulla mia attrezzatura sarà anche molto diverso da quello che vedono altri con la loro attrezzatura

Le foto esempi.

Le foto sono fatte in situazione reale, a giro per i campi, non sono prove fatte a mire cromatiche in luce controllata, prove che seppur interessanti, possono NON sempre rispecchiare la realtà d'impiego quotidiano..

Le foto sono tutte fatte con le fotocamere, praticamente, spalla a spalla, e gli scatti sono più o meno con la stessa inquadratura e, soprattutto, sono stati effettuati a distanza di pochissimi minuti , se non pochi secondi, uno dall'altro, in modo tale che non ci siano variazioni di luce tra uno scatto e l'altro.

Fare prove di risoluzione è facile, basta un giornale, un muro o un cespuglio, un treppiede ed il cavo di scatto remoto, e qualche scatto con il trabiccolo da provare, il “qualche” sta per 5 o 6 scatti, non più, ed è fatto.

Fare prove di cromatismo NON E' affatto altrettanto facile, per nulla: ci vuole tanto tempo e tanta pazienza, dato che le fotocamere vanno provate in tante condizioni di luce diverse, ma identiche per entrambe le attrezzature. La realtà quotidiana è un caleidoscopio di luci e colori diversi che cambiano, anche repentinamente, nel tempo e sullo stesso soggetto: registrarle, richiede tempo e pazienza.

Quello che il sottoscritto ha rilevato effettuando prove su 4 fotocamere, una D 800 ed una D 800E, una D 700 ed una D 7000, oltre 10 ottiche ed oltre 300 scatti effettuati in epoca diversa ma in tempi identici, in condizioni di luce anche estremamente diverse ma identiche per le varie attrezzature (ed è esattamente quello che volevo fare!) è, in due parole, che la D 800/E presenta, mediamente, un cromatismo molto diverso da D 700, diverso da D 7000 e con frequenza elevata ci sono slittamenti cromatici erratici ed anche molto pronunciati, e la maggioranza è sul verde – marrone, ma non si limitano a quello, e gli slittamenti si manifestano di più in condizioni di mezzo-controluce, meno pronunciati in luce diretta.


Le foto sono i NEF, convertiti senza toccare nulla, e sono stati convertiti con View NX2 proprio perchè quel software legge le impostazioni di macchina delle due fotocamere, immagine standard e WB in auto, non dà interpretazione sua, presenta inalterato quello che la fotocamera vomita.

Da notare che gli slittamenti cromatici NON SI CORREGGONO ritoccando il WB, una slittameto cromatico è recuperabile solo in fotoritocco, ed è molto difficile da recuperare, ci vuole molta esperienza e manualità.

I dati exif specificano tempi (distanze di pochi secondi, massmo qualche minuto) tra gli scatti e tutto il resto.


Vediamo le foto.

1) D 800 E, albero S. Luce

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 2 MB


Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.9 MB


Queste sono state fatte ad un albero a S. Luce, la D 800E con il 24 TSE: il confronto con l'erba della D 700 + 24 -70 dice A ME che quell'erba vista dal cromatismo della D 800E non va bene, l'erba non ha quel colore, mai, in nessuna stagione dell'anno, mentre quella quella della D 700 è più naturale.

L'ottica della D 800 E, chiusa ad F 16 è un fisso decentrabile e basculabile da 2.200 euro, con cerchio di copertura oltretutto grosso come un bicchiere, che DOVREBBE garantire nitidezza estrema fino al bordo estremo dell'immagine, se usato non basculato o decentrato, meglio ancora se chiuso ad F 16: stenta pure lui a soddisfare il sensore come risoluzione ai bordi.
Certamente non è un male, non importa, il bordo non si guarda, ma comunque stenta e se un basculabile, non decentrato e non basculato, diaframmato ad F 16 “agguanta” male la D 800E, per risoluzione, di ottiche buone per avere nitidezza totale su D 800, come si dice, ce ne vuol volere!

A parte la risoluzione al limite ai bordi, c'è un altro problema ben più grave: il diaframma chiuso ad F 16 ha impastato l'erba, per flare da diffrazione: si recupera? In parte, ma tutto no, ed in stampa, anche solo A3 quell'erba impasta si vede ad esame di un occhio esperto.


La D 700 NON presenta diffrazione visibile nemmeno chiudendo il diaframma d F 20.

In questa foto, la D 700 ha colori per me più naturali e non presenta, per nulla grane di ottica e non le presenta con uno zoom: su stampa anche A2 la D 700 è più nitida anche se meno definita della D 800E, mentre stampa più grossa a standard fine art non la fai con nessuna delle due, la D 700 perchè non ha risoluzione sufficiente , la D 800 E perché è in questa condizione, in diffrazione conclamata,dà immagine impastata, non è nitida e brillante.

2) Questa volta in uso la D 800, alberino

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.3 MB

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.8 MB


Cromaticamente sempre molto diverse, erba contro erba, a distanza di mesi e con altra D 800, questa volta la normale, stessa cosa, slittamento sul marroncino- verde della D 800.

3) Sempre D 800, rotoloni

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.3 MB

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.3 MB

Slittamento, e molto pronunciato, questa volta, sul magenta della D 800: me l'ha fatto due volte e non so assolutamente perché.
La D 700 è molto più naturale.

4) Sempre D 800, forra a S. Luce
Altro slittamento sempre sul verdino, non molto pronunciato, ma presente, l'immagine D 700 è più naturale.

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1014.5 KB

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 838.6 KB


5) Sempre D 800, stradella

Slittameto marcato, siamo in mezzo controluce, ed ha anche esposto male, una cannata dell'esposizione D 800, di non poco, oltre mezzo diaframma sotto.

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.6 MB


Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.1 MB


6) D 800E vs D 7000, alberino, Val d'Orcia
Anche, slittamento cromatico importante, sul verde, e WB profondamente diverso.

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.3 MB

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 1.6 MB



Da notare che se uno guarda le foto simili fianco a fianco, lo slittamento cromatico lo vedi bene, mentre se guardi le foto singole, chiaramente lo vedi meno, ma se non ci stai attento e lo levi, anche se non hai termine di paragone, un occhio attento vede che c'è qualcosa di errato nei colori, mentre un osservatore superficiale non nota, chiaramente nulla.

A me la D 800/E non convince ed oggettivamente ci trovo dei bachi sulla gestione del segnale, fa ruzzoloni plateali cromatici, ruzzoloni che non ho mai rilevato su D 300s, D 90, D 700, D 7000, tutte avute di persona, e D 3s, usata assai, di un conoscente.

Le foto che vedo qua sul club ed in rete, da D 800/E, non fanno che confermare quella tendenza a fare degli scivoloni su cromatismo verdino, a parer mio personalissimo, assai sgradevole.

In fotoritocco la ripresa cromatica si può fare ma non è affatto detto che ci si riesca bene e se slittamenti simili sono in parte recuperabili in fotoritocco su fotografie di paesaggio, su incarnati uno slittamento di quel tipo è veramente problematico, lo si leva con molta difficoltà e solo se leggero, la foto verdina alla ragazza, postata da cpg e scattata con quel 105 mm chiuso ad f8 ne è un esempio palese, recuperare quella foto rendendo un incarnato naturale è praticamente impossibile in fotoritocco.

La D 800/E non mi soddisfa perchè, per quanto mi riguarda, si porta dietro due implicanze negative, tra di loro scorrelate: di ottica, con gli zoom f 2,8, quelli che uso di più, e per una gestione del cromatismo che io reputo non esente da pecche, a volte anche gravi, pecche cromatiche che la non troppo da me amata D 700, tanto per fare un esempio, non ha mai presentato in 4 anni di uso.

Con un firmware quel cromatismo ballerino si potrebbe sistemare? Chissa!

Ai maghi Nikon la risposta.


Saluti cordiali


  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3250027 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

Bianco&nero Photoshop/silver Efex
dimapant
Inviato il: Dec 21 2012, 11:30 AM
QUOTE(dimapant @ Dec 21 2012, 06:24 AM) [snapback]3248743[/snapback]
.................

......... genet.....
...................esmpi .............

................... miglirie.

Il sottoscritto............. non conosco altro mezzo serio................. unao..............

............



..............ho perso gli occhiali da lettura!

Corro a farmene un paio nuovi, così sono in seri problemi.

Scusate.

Saluti cordiali
  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3248954 · Risposte: 26 · Visite: 2.244

Bianco&nero Photoshop/silver Efex
dimapant
Inviato il: Dec 21 2012, 06:24 AM
QUOTE(studioardesign @ Dec 21 2012, 12:34 AM) [snapback]3248683[/snapback]
Prova Questo


Con la premessa, ripeto, che ciascuno fa quello che gli pare, il fotoritocco su quelle immagini presenta aloni.

L'unica via per togliere gli aloni è la via delle maschere dei bordi ed intervento locale eventuale di ripresa, dato che anche una maschera dei bordi può non bastare.

Questa

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 4.2 MB

scaricabile, si può vedere grande, ha subito interventi di contrasto locale (occhi, parte dei capelli ed altro) con maschera dei bordi su nitidezza avanzata nel kernel sfocatura con lente.

Se non lavori bene, le ciglia e l'occhio perdono di vivacità e naturalezza.
Stessa cosa questa

Immagine ridimensionata: clicca sull'immagine per vederla con le dimensioni originali.
Visualizza sul GALLERY : 2.9 MB

su auto e persone.

L'alonatura è uno dei peggiori segni che può lasciare il fotoritocco in digitale, le immagini presentate da genet inesperta in fotoritocco ne sono esmpi lampanti.

Il B&N è più soggetto ad aloni, in generale, del colore, e particolarmente in B&N bisogna fare estrema attenzione alla sfumatura del bordo nella maschera dei bordi.

Il fotoritocco, ripeto, DEVE essre invisibile, altrimenti fa più danni che miglirie.

Il sottoscritto, per togliere alono su interventi forti, pesanti, di sharpening o di incremento del contrasto locale, non conosco altro mezzo serio; se altri ne conoscono unao, grazie per farmelo conoscere.

Saluti cordiali


  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3248743 · Risposte: 26 · Visite: 2.244

Bianco&nero Photoshop/silver Efex
dimapant
Inviato il: Dec 20 2012, 05:54 AM
QUOTE(Fel68 @ Dec 19 2012, 05:52 PM) [snapback]3247119[/snapback]
............. tu gli parlerseti delle macchie o gli diresti che ha fatto una foto del Caxxo?? mah!!


Entrambe!

Se fai una fotografia per vedere le macchie sul sensore, la devi sfocare molto, non ci deve essere l’immagine, solo segnale leggero, chiaro e…non l’hai detto.

A parte gli scherzi, volevi sapere come si fa quell’effetto in PP ed io te l’ho detto, e con dettaglio.

I vari programmi di esaltazione di contrasto locale, usano miscugli di HIRLOAM ed Accentua Passaggio, non hanno la bacchetta magica e non c’è nulla oggi che programmi specializzati o plug in di PP facciano cose che non si possano rifare in PP, mentre c’è un mucchio di cose che si fanno in PP e che programmi specializzati NON riescono a fare, anche nello stesso settore.

Il problema delle HIROLAM ed anche, meno, degli Accentua Passaggio sono gli aloni, si diffondono sull’immagine anche lontano dai bordi d'intervento e possono sovrapporsi, andare in risonanza, e danno patacche chiare o scure, spesso addirittura clippate, e le aree di risonanaza sono inguardabili.

Guardando la tua foto, ci sono aloni sovrapposti, in risonanza, sulle parti luminose chiare, la striscia sottile a sinistra sopra la testa della persona e sulla parte chiara, a punta, sempre sopra la testa della persona, sulla destra., anche su tetto a sinistra c'è una risonanza.

In quelle zone lì, la stampa viene male: con aloni sovrapposti, anche se le aree non clippano, perdi segnale geometrico e perdi, o ci sono slittamenti di colore, se non lo perdi, ti slitta cromaticamente nelle zone in risonanza, perché colore si somma ad altro colore, anche se fondi i livelli in luminosità, ed in stampa si vede, un occhio esperto lo vede benissimo.

Un modo di lavorare abbastanza bene è di dare le HIRLOAM inserite dentro una maschera dei bordi, di larghezza opportuna, a seconda della forza della HIRLOAM: meglio se ne dai due o tre, di valore diverso e settorializzate: sulla foto tua io ne avrei dato almeno due, una per il cielo, ed una, o due, da vedere, per il resto, con maschera dei bordi larga nel cielo, più stretta sul resto, e, importante, sfumando il bordo della maschera, di più nel cielo, e di meno sul resto, la sfumatura va fatta per non “taglaire” secco l’alone, si vede anche quel taglio.

Le maschere dei bordi bloccano la risonanza degli aloni se fatte della dimensione giusta e date nella giusta zona dell'immagine.

Ci vuole tempo e manualità, ma l'immagine viene certamente molto meglio, estremamente meglio di quanto faccia uno stupido plug in sparato là a tappeto, in certe zone dell’immagine fa il suo lavoro, in altre fa solo dei danni.

Il fotoritocco, incluso lo sharpening, e l'esaltazione del contrasto locale è, in definitiva, una forma di sharpening, DEVE essere SEMPRE INVISIBILE.

Saluti cordiali
  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3247594 · Risposte: 26 · Visite: 2.244

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 19 2012, 10:22 PM
QUOTE(Franco_ @ Dec 19 2012, 07:37 PM) [snapback]3247231[/snapback]
Dai Alessandro, non dirci che non intervieni più... il tono della discussione è scherzoso ma non è offensivo.
Se posti scatti che comprovano inequivocabilmente le tue affermazioni sono pronto a darti ragione... ma finora non ho visto nulla, anzi quello che ho visto avvalora le tesi contrarie rolleyes.gif


Franco, che fine avevi fatto?
Bentornato, era tanto che non ti facevi vivo!

Posto sempre le foto quando devo dimostrare qualcosa, ma io qui non devo dimostrare nulla a nessuno, e non ho bisogno di avere ragione o meno da parte di altri su una decisione mia, che ho preso io, dico, ci mancherebbe altro!

10 pagine di discussione, qualcuno arrabbiato, perchè uno dichiara di non volere una semplice fotocamera sulla quale puntava molto, perchè dopo averla provata bene non gli sembra adatta al corredo di ottiche zoom che usa di più e la vede più specifica per altri usi e altri Clienti: non so che dirti, veramente strano, ciascuno ha le sue opinioni e tante volte si legge di qualcuno che non si trova bene con un'attrezzatura ed..... amen, tutto finisce lì!

Paese che vai, gente che trovi... il mondo è bello perchè è vario, ma....... la libertà di opinioni non ammette eccezioni: se le persone sono di buon senso la rispettano!

Comunque, fatti Buone Feste e divertiti, Roma è bella sotto Natale.

Saluti cordiali










  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3247410 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

Bianco&nero Photoshop/silver Efex
dimapant
Inviato il: Dec 19 2012, 01:24 PM
QUOTE(Fel68 @ Dec 17 2012, 12:24 AM) [snapback]3243948[/snapback]
Ciao ges, ti allego due versioni della stessa foto, le ho volutamente "forzate" un po' per cercare di essere chiaro in ciò che voglio dire.

Questa elaborata con CS6

Visualizza sul GALLERY : 815.6 KB
Questa elaborata con Silvere Efex pro2

Visualizza sul GALLERY : 1.1 MB
Quella forte definizione (muro, pavimento) che ho in questa seconda versione l'ho ottenuta agendo sul cursore "struttura". In Photoshop non riesco a trovare una strada per ottenere lo stesso risultato... ripeto che ho enfatizzato per mostrare un esempio più chiaro.

Grazie per l'interessamento.



Con la premessa che ciascuno fa quello che vuole, la fotografia che hai postato tu, con la "struttura" enfatizzata, a parere personale mio, fotograficamente parlando, dal punto di vista tecnico di qualità d’immagine, è un vero un disastro, non trovo altro termine.

Ed è un disastro dato che è, praticamente tutta, alonata: la persona, il tetto, il muro sulla sinistra etc, sono tutti alonati e per stampa di qualità quell’ inguacchio lì è inutilizzabile, l’artefatto da pessimo (cattivo non gli rende giustizia) fotoritocco digitale si vede da metri di distanza e non ci vuole, e per nulla, un occhio esperto.

Con questa premessa, se uno vuole fare quell’effetto lì in PP, la cosa è fattibilissima ed è facile, dato che a rovinare le fotografie in PP si fa molto presto, molto più presto che a farle bene.

Per prima cosa esalta il contrasto generale d’immagine, e poi ci sono tanti modi per esaltare il contrasto locale, ed uno è quello di dare all’immagine quella che gli anglosassoni chiamano una HIRLOAM: una maschera di contrasto, intesa come " unsharp mask" e NON la maschera di contrasto vera e propria, con valori di settaggio:

- High Radius: raggio assai grande, dipende dal formato dell’immagine, ma anche sopra 50
- LOw AMount: ammontare, valore della maschera relativamente basso, dipende dal tipo di immagine e quello che vuoi tu, tipo 10 - 15 - 20 ed il risultato lo vedi in tempo reale sul livello che hai creato
- Soglia bassa, basta 2, o se la vuoi più cruda, 0

Livello separato, fusione in Luminosità, NON dissolvere la HIRLOAM, e l’opacità mettila al 70%, così se la maschera è bassa l’aumenti, se esagerata, la riduci.

Il problema delle HIRLOAM è che alonano, e ci sono tecniche per toglierli quelli aloni, ma tu ce li vuoi.

Se non bastasse, aggiungici un livello separato, fusione in Sovrapponi, sempre al 70%, di filtro High Pass, Accentua Passaggio, sempre grosso come raggio ed aggiusti ad occhio l'opacità.

Con quegli accorgimenti, ti viene di sicuro così come la vuoi tu.

E.....quando è così come quella che cerchi, buttala via, non la stampare, che è meglio.

Saluti cordiali
  Forum: Software · Anteprima Messaggio: #3246786 · Risposte: 26 · Visite: 2.244

D 800/e – Perché Non La Compro.
dimapant
Inviato il: Dec 17 2012, 04:02 PM
QUOTE(cgp @ Dec 17 2012, 02:44 PM) [snapback]3244522[/snapback]
Ho messo il link del crop 100 della seconda wink.gif

qui invece la prima con dimensione generosa :-)

https://dl.dropbox.com/u/46337484/_GCP2282_416.jpg



Hai fatto bene a metterla, anzi benissimo.


Io mi lamento della D 800 perché dopo prove fatte con 9 ottiche e due fotocamere, 300 scatti nelle condizioni più diverse, sono giunto alla conclusione che la triade, gli zoom f 2,8 hanno LA PERIFERIA ED I BORDI mosci alle grandi aperture, e che solo diaframmando a f 5,6, ma meglio oltre, ad F 8 e più quelle ottiche vanno bene, sono nitide su tutto il fotogramma e la fotocamera ha slittamenti facili, dominati frequenti, sul giallo verdino, ossia su temperatura di colore più fredda e tinta sul verdino.

Tu, per dimostrare che la fotocamera fa egregiamente il suo lavoro, mi posti un’immagine immagine che:

Cromaticamente

- L’immagine della ragazza che hai postato, guarda caso, chissà perché, ha proprio una dominante verdina: quell’incarnato non è naturale, non un colore di pelle naturale, è un incarnato che io trovo di colore grigio – verdino, la pelle NON ha quel colore lì, la tonalità della pelle umana bianca è più calda assai.

Otticamente

- L’immagine che posti, come nitidezza, è significativa solo nella parte centrale, tutto il resto è sfocato, e quella immagine, alla periferia ed ai bordi, se nitida o meno, è impossibile determinarlo: al centro va sempre bene tutto anche alla massima apertura ed anche un fondo di bicchiere.

- ………..E come se non bastasse, per fare quell’immagine hai scattato utilizzando, guarda caso, un’ottica fissa, non uno zoom f 2,8 e, nuovamente guarda ancora caso, a che diaframma hai scattato? L’hai diaframmata ad proprio ad F 8, ossia un diaframma al quale tutto, compreso gli zoom f 2,8 ed i fondi di bicchiere sono nitidi.


Io mi lamento che la D 800 ha slittamenti cromatici sul verdino e che gli zoom f 2,8 non tengono la D 800 alla periferia e bordi alle grandi aperture di diaframma e dico che cominciano ad andar bene solo a diaframma chiuso, mediamente oltre f 5,6, verso f 8.

Tu, per far vedere quanto va bene quella fotocamera, mi posti un’immagine che , per combinazione, è, ahimè, verdina, ed è nitida, ma, sempre per combinazione (seconda), è nitida solo al centro e l’hai scattata, sempre per combinazione (terza), con un fisso e l’hai diaframmata, sempre per combinazione (quarta), proprio ad f 8.

Come dicono al Sud: ce stanno troppe combinazioni!


Dicono anche ……….che t’aggia a dicere …….


Al Sud, a parer mio, c'è gente molto pratica e salace: meglio, giustamente, non dir nulla.

Saluti cordiali
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #3244622 · Risposte: 653 · Visite: 43.471

102 Pagine: V   1 2 3 > » 

Nuovi messaggi  Discussione aperta (nuove risposte)
Nessun nuovo messaggio  Discussione aperta (no nuove risposte)
Hot topic  Discussione calda (nuove risposte)
Hot topic  Discussione calda (no nuove risposte)
Poll  Sondaggio (nuovi voti)
No new votes  Sondaggio (no nuovi voti)
Closed  Discussione chiusa
Moved  Discussione spostata