FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
110 Pagine: V   1 2 3 > » 

I Telefoni Uccideranno Nikon E Canon Prima Di Sony?
rolubich
Inviato il: Jun 13 2019, 08:26 AM
QUOTE(sarogriso @ Jun 13 2019, 09:07 AM) *
Invece è l'esatto opposto, anzi se c'è uno che si concede qualche spesa pazza per gli hobby personali quello sono proprio io e quello fotografico non è certo il più dispendioso in quanto a "attrezzature" ma non ne faccio una ragione di vita, non ho mai invitato nessuno ad imitarmi e ho sempre indirizzato le mie spese per pura scelta personale,

riguardo alle macchine fotografiche che tutti possano essere rimasti con quelle di dieci anni fa direi che questo è praticamente impossibile perché tutto segue la linea con il restante mercato, i vari miliardi di persone che lavorano su tutti i settori continueranno a farlo senza generosi salvatori. cool.gif


Ma in questa discussione dove traspare che qualcuno faccia il contrario?

Personalmente mi piace approfondire aspetti tecnici di fotocamere ed obiettivi, spesso per pura curiosità di come funzionano le cose anche se non hanno attinenza con la mia attrezzatura; pensa che nonostante il mio lungo intervento sul funzionamento dell'AF nelle reflex e nelle ML e relativi vantaggi/svantaggi, ho solamente un obiettivo AF (un 35mm f/2.8 che, visto la focale e la luminosità, non richiede estrema precisione di AF) e svariate ottiche a fuoco manuale che uso molto più spesso.
  Forum: NIKON SUSHI BAR · Anteprima Messaggio: #4210953 · Risposte: 254 · Visite: 6.590

I Telefoni Uccideranno Nikon E Canon Prima Di Sony?
rolubich
Inviato il: Jun 11 2019, 03:07 PM
QUOTE(davidebaroni @ Jun 11 2019, 03:36 PM) [snapback]4210826[/snapback]
Centrale? E se il mio soggetto, quello che voglio perfettamente a fuoco, non fosse al centro, ma, tanto per stare in un cliché fin troppo comune, sull'incrocio dei terzi in alto a destra?O nel "quadrante" del terzo in basso a sinistra? Per dire, eh! smile.gif


Intendevo che mi piacerebbe che l'area ingrandita, centrale o decentrata che sia, occupasse solo una porzione centrale del mirino e non tutto, in modo da avere comunque un'idea dell'inquadratura.
  Forum: NIKON SUSHI BAR · Anteprima Messaggio: #4210828 · Risposte: 254 · Visite: 6.590

I Telefoni Uccideranno Nikon E Canon Prima Di Sony?
rolubich
Inviato il: Jun 11 2019, 12:37 PM
QUOTE(F.Giuffra @ Jun 11 2019, 12:57 PM) [snapback]4210816[/snapback]
Ma ci vorrebbe anche un mirino grande come quello delle vecchie Nikon a pellicola e manual focus. Una volta ne ho messa una in verticale su un occhio e una ammiraglia digitale sull'altro è ho visto la differenza tra una finestra ed un buco della serratura. Non so se ci siano problemi insormontabili a rimettere mirini così nelle digitali ma se vogliamo fare concorrenza ai mirini elettronici sarebbe un buon passo.


Secondo me se ingrandisci al massimo i mirini delle attuali ML sono più che sufficienti per una messa a fuoco perfetta, certo perdi la visione generale.
Secondo me sarebbe una gran cosa se la parte ingrandita per agevolare la messa a fuco occupasse solo una porzione centrale del mirino, in modo da non perdere la visione complessiva dell'inquadratura.
  Forum: NIKON SUSHI BAR · Anteprima Messaggio: #4210821 · Risposte: 254 · Visite: 6.590

I Telefoni Uccideranno Nikon E Canon Prima Di Sony?
rolubich
Inviato il: Jun 11 2019, 12:17 AM
Secondo me bisogna distinguere fra i due sistemi di messa a fuoco che sono presenti sia nelle ML che nelle DSLR. Provo a riassumere le mie conoscenze a riguardo con lo scopo di avere uno scambio di informazioni e non con la pretesa di avere capito tutto dell'AF.

Nel sistema a rilevamento di contrasto la messa a fuoco avviene massimizzando il contrasto dell'immagine rilevata dal sensore, la posizione di perfetta messa a fuoco viene raggiunta per approssimazioni successive attorno a tale posizione.
Con questo sistema, cioè valutando il contrasto direttamente sul sensore, la precisione dell'AF dovrebbe essere garantita senza regolazioni per qualsiasi distanza di ripresa e per qualsiasi focale se si tratta di zoom, cosa che non avviene con il sistema a rilevazione di fase che, come penso tutti siamo d'accordo, richiede regolazioni diverse se proprio si vuole ottenere una messa a fuoco il più precisa possibile. Invece la precisione nei confronti della variabilità che dipende dall'apertura (focus shift) sarebbe garantita solo se la messa a fuoco avvenisse con l'apertura corrente, se invece avvenisse sempre a TA allora ci dovrebbe essere una correzione software che tenga conto del focus shift che per ogni ottica è noto ai progettisti. Non ho idea se nelle Nikon la messa a fuoco avvenga al diaframma corrente o meno, nella mia Sony A7RII la visione è al diaframma corrente, appena si aziona l'AF apre a TA ma sembrerebbe che inizi a chiudere il diaframma prima che la messa a fuoco sia ultimata.
L'aspetto negativo di questo sistema è che, proprio per la sua procedura di messa a fuoco, è leggermente più lento rispetto al sistema di rilevamento di fase. Volendo proprio essere pignolo un altro aspetto negativo è che la messa a fuoco massimizzando il contrasto non è sempre la migliore per avere la massima risoluzione, le due cose non coincidono; si può facilmente notare mettendo a fuoco manualmente un obiettivo un pò datato a TA, la massima risoluzione si ha quando c'è una leggera perdita di contrasto per aberrazione sferica residua, se si vuole eliminare tale aberrazione bisogna leggermente spostare il fuoco ma si perde leggermente in risoluzione.
Questo sistema di messa a fuoco risulta poco pratico nelle DSRL (perchè funziona con il live view e quindi il mirino risulta oscurato e bisogna usare lo schermo) ma non toglie niente in fatto di usabilità nelle ML, quindi questo è sicuramente un vantaggio delle ML.

Nel sistema a rilevamento di fase degli appositi sensori misurano l'entità del fuori fuoco (e la sua direzione), la fotocamera valuta l'entità dello spostamento necessario delle lenti adibite alla messa a fuoco e mette a fuoco direttamente (per gli obiettivi senza motore) o fornisce informazioni all'obiettivo (per gli obiettivi con motore) per farlo. Quindi da una misura del fuori fuoco si passa subito alla correzione necessaria con un unico step (open loop system), almeno così si legge in rete (e su questo ho dei dubbi, secondo me qualche misurazione durante la messa a fuoco viene fatta, altrimenti sarebbe logico aspettarsi che la precisione della messa a fuoco sia maggiore se lo spostamento richiesto è piccolo, invece ho sempre riscontrato uguale precisione anche con corse molto lunghe, da infinito alla minima distanza). Tale sistema ha il grande vantaggio della maggior rapidità (un unico step invece di correzione successive) ma ci sono potenziali cause di imprecisione: c'è possibilità di errore nella misurazione dello scostamento del fuoco da parte del sensore di fase, nella valutazione del movimento della lente necessario e nel movimento della lente. Le ML, rispetto alle DSLR, hanno un vantaggio solo per quanto riguarda la prima causa, cioè il sensore di fase che è posto direttamente sul sensore e non dietro lo specchio, eliminando così alla radice i problemi dovuti al diverso percorso ottico ed al posizionamento del sensore di fase su un supporto estremamente sollecitato e soggetto ad usura e giochi del meccanismo che possono aumentare nel tempo.
Ma le altre due cause di possibile imprecisione rimangono anche con le ML, è quindi possibile che anche le ML possano beneficiare di una micro regolazione dell'AF.
Voglio sperare che, almeno per i nuovo obiettivi S accoppiati alle nuove ML Z, Nikon sia stata in grado di dotare le fotocamere di un software che, una volta valutata la fase, sia in grado di calcolare il corretto spostamento delle lenti per ogni focale, per ogni distanza di ripresa e per ogni diaframma, e che i nuovi obiettivi siano in grado di effettuare tale spostamento delle lenti in maniera precisa con giochi minimi e contenuti nel tempo.

Alla fine però, e non è una provocazione, un obiettivo manuale con una corsa lunga e fluida ed una ML con un buon mirino è ancora la cosa che garantisce la messa a fuoco più precisa, peccato che ci vuole qualche secondo ed un soggetto fermo. smile.gif
  Forum: NIKON SUSHI BAR · Anteprima Messaggio: #4210782 · Risposte: 254 · Visite: 6.590

I Telefoni Uccideranno Nikon E Canon Prima Di Sony?
rolubich
Inviato il: Jun 9 2019, 12:42 PM
QUOTE(Memez @ Jun 9 2019, 11:02 AM) [snapback]4210624[/snapback]
Credo che l'unico gap che ci sia tra reflex e ml sia proprio l'af e per alcuni anche il mirino.


Eventualmente solo per quanto riguarda velocità e tracciamento (e comunque è solo questione di tempo, probabilmente poco), perché in quanto a precisione i vantaggi delle ML sono proprio insiti nel diverso sistema di messa a fuoco.
  Forum: NIKON SUSHI BAR · Anteprima Messaggio: #4210632 · Risposte: 254 · Visite: 6.590

24-70 2.8 Vs 4
rolubich
Inviato il: Jun 5 2019, 07:29 AM
QUOTE(mikuzzo74 @ Jun 3 2019, 11:11 PM) [snapback]4210167[/snapback]
c'è da qualche parte una comparativa del fuorifuoco prodotto alle massime aperture delle due ottiche ?
Viste le magie della stabilizzazione del sensore la differenza reale tra le due ottiche la vedo solo in termini di profondità di campo generate dallo stop di differenza.
Mi piacerebbe poterne apprezzare la differenza così da valutare l'utilità effettiva di acquisto del 2.8


Alla stessa focale e distanza di messa la differenza di PDC e di sfocato che c'è fra f/2.8 e f/4 è praticamente la stessa per tutte le ottiche, quindi puoi fare la prova con qualsiasi ottica, ad una distanza di tuo interesse (per esempio da ritratto) e giudicare se il maggior sfocato a f/2.8 è così evidente ed importante per te.
Diversa però potrebbe essere la qualità dello sfocato delle due ottiche.
  Forum: OBIETTIVI Nikkor · Anteprima Messaggio: #4210291 · Risposte: 7 · Visite: 343

Focus Breathing Questo Sconosciuto
rolubich
Inviato il: Jun 2 2019, 09:08 PM
QUOTE(maurizio angelin @ Jun 2 2019, 08:05 PM) [snapback]4210005[/snapback]
... e anche a 35mm ci sono comportamenti diversi: in alcuni casi la focale cresce e in altri cala.


In effetti non c'è una regola fissa, abbastanza indicativo è il confronto fra i vecchi 300mm f/4.5 ED e 400mm f/5.6 ED (che allungano le focale) e le corrispondenti versioni ED IF (che la accorciano e che fra l'altro sono anche meno performanti), ma il fatto che ci sia l'IF non è l'unica discriminante.
  Forum: OBIETTIVI Nikkor · Anteprima Messaggio: #4210031 · Risposte: 16 · Visite: 648

Focus Breathing Questo Sconosciuto
rolubich
Inviato il: Jun 2 2019, 03:22 PM
Non direi che la stragrande maggioranza degli obiettivi accorcia la focale alla minima distanza di messa a fuoco, a meno che non si considerino solo gli obiettivi zoom, IF o comunque con lenti flottanti.
Un classico obiettivo fisso nel quale tutte le lenti si muovono contemporaneamente durante la messa a fuoco, alla minima distanza allunga la focale nella quasi totalità dei casi.

  Forum: OBIETTIVI Nikkor · Anteprima Messaggio: #4209987 · Risposte: 16 · Visite: 648

Club Nikon Z7
rolubich
Inviato il: Jun 1 2019, 06:02 PM
QUOTE(maurizio angelin @ Jun 1 2019, 01:08 PM) [snapback]4209853[/snapback]
Per me una bruciatura in un panorama é un problema SEMPRE.
Per evitarlo é facilissimo: basta esporre correttamente per le alte luci e poi recuperare (se del caso) le ombre.
Quella che ti allego é, un esempio di ciò che intendo.
Come potrai vedere ANCHE CON IL SOLE IN CAMPO si possono evitare bruciature a tutto vantaggio dell'immagine.



QUOTE(maurizio angelin @ Jun 1 2019, 02:32 PM) [snapback]4209864[/snapback]
Ti allego le schermate dell'immagine aperta con NX2.
Dalla prima puoi vedere l'istogramma.
Nella seconda é stata selezionata "soglia doppia" (tu che sai l'inglese double threshold) che, come sai, evidenzia alte luci e ombre perse.
NON CI SONO !!!!


A parte che le condizioni della tua bella foto erano nettamente migliori in quanto c'erano pochissime nuvole davanti al sole, secondo me ricercare a tutti costi l'assenza di luci bruciate, anche se solo per piccole porzioni dell'immagine con una luminosità molto elevata (sole), porta spesso ad una sottoesposizione del resto dell'immagine così forte che il recupero delle ombre deve essere così altrettanto forte che il risultato complessivo è scadente.

E poi se c'è una ampia zona con le luci bruciate (255,255,255) l'aspetto negativo non è il valore 255 ma il fatto che la zona bruciata è perfettamente uniforme senza sfumature né tanto meno dettaglio. Se le informazioni non ci sono nel raw (cioè valore 255,255,255 anche senza l'applicazione delle curve insite nel raw) il recupero delle alte luci non fa altro che diminuire il valore che magari passa a 253,253,253 senza però tirare fuori sfumature né dettaglio, e secondo me in questo caso non serve a niente, non migliora l'immagine.

Nella foto con la fontana forse si poteva calare un po' l'esposizione e lavorare un po' di più in PP per limitare l'effetto macchia chiara uniforme, ma secondo me era impossibile eliminarlo del tutto.

E' molto facile non avere zone bruciate in una foto, basta agire sui livelli spostando il cursore in alto a destra dal valore 255 al valore 254, con l'opzione "soglia doppia" non verranno segnalate luci bruciate ma rimane il fatto che ci sarà sempre quel macchione a luminosità uniforme che non è bello da vedere, avrà solo valore 254 invece che 255, magra soddisfazione.

Nella tua foto il sole non viene segnalato come bruciato con la soglia doppia perché ha valore uniforme 253, molto probabilmente avrai agito sui livelli, penso che sarebbe stato impossibile non bruciarlo con l'esposizione, non sarebbe bastato l tempo più breve disponibile ed un diaframma molto chiuso, e da bravo fotografo quale sei non avresti mai ricercato di non bruciare il sole. Hai giustamente cercato di salvare le nuvole e poi hai aperto le ombre; il recupero delle ombre se c'è stato è ottimo in quanto c'è un buon contrasto (che viene ammazzato da un recupero eccessivo), anche se in bianco e nero è secondo me più facile.
Bravo, bella foto e PP, ma se lasciavi il sole al valore 255 la foto sarebbe stata identica.
  Forum: NIKON Z · Anteprima Messaggio: #4209887 · Risposte: 474 · Visite: 28.756

Obiettivo Tuttofare Per Nikon D850
rolubich
Inviato il: Jun 1 2019, 09:24 AM
QUOTE(fullerenium2 @ Jun 1 2019, 09:31 AM) [snapback]4209820[/snapback]
Guarda che l’idea di Lupaccio mi sembra molto azzeccata! Pensaci.


A me non sembra invece una grande idea.
A parte che la risoluzione di un 24MP contro un 45MP c'è, ma non è abissale (37%), ammesso che i vari tuttofare siano così scarsi, se ridimensioni un file della D850 alle dimensioni di 24MP di una D750/610/600 avrai comunque un file non peggiore, anzi, leggermente superiore.
Quindi dal punto di vista della qualità del risultato non guadagni niente, dal punto di vista del peso (differenza 165gr) e delle dimensioni guadagni poco; piuttosto un fattore che terrei in considerazione è il valore portato in giro magari in posti con un certo rischio, in questo caso potrebbe avere un senso una fotocamera che abbia un valore decisamente inferiore.

Quindi, per rispondere a Bruno, se senti la voglia/necessità di non portarti sempre dietro la triade, prenditi un tuttofare senza preoccuparti troppo della qualità; starei su un Nikon 24-120mm od un Sigma 24-105mm piuttosto che su un 28-300mm, non tanto per la qualità ma per la focale minima: una foto fatta a 120mm si può sempre croppare pesantemente con 45MP, ma se con il 28mm sei stretto sei stretto e basta (in moltissime situazione i famosi tre passi indietro o non si possono fare o non servono a cambiare il campo inquadrato). Oppure prova l'ebbrezza tre obiettivi fissi, cosa che in viaggio ho sempre fatto senza sentirmi limitato.

Buona scelta
  Forum: OBIETTIVI Nikkor · Anteprima Messaggio: #4209823 · Risposte: 13 · Visite: 543

Stabilizzatore Z6
rolubich
Inviato il: May 22 2019, 11:30 PM
QUOTE(_Lucky_ @ May 22 2019, 11:42 PM) [snapback]4208823[/snapback]
se monti invece una lente priva di VR:
- funziona solo il VR della macchina, su tre o cinque assi a seconda della presenza o mancanza di una CPU nella lente, e/o del tipo di CPU di cui e' dotata la lente. In questo caso il VR si comanda, ovviamente, dal menu' della macchina che NON appare in grigio.
Buona luce e buone foto


Il fatto che lo stabilizzatore funzioni su tre o cinque assi dovrebbe dipendere dal fatto che sia un obiettivo Z (cinque assi) oppure un qualsiasi altro obiettivo, con o senza CPU (tre assi).
  Forum: NIKON Z · Anteprima Messaggio: #4208825 · Risposte: 10 · Visite: 957

Angolo Di Campo Obiettivo Dx Con Z6
rolubich
Inviato il: May 19 2019, 11:52 PM
QUOTE(blululu @ May 20 2019, 12:16 AM) [snapback]4208472[/snapback]
Anche se non ridimensiono le immagini le dimensioni (o meglio le proporzioni) della ceramica restano le stesse.


Infatti il ridimensionamento non c'entra niente, la causa è l'accorciamento della focale a distanze ravvicinate, come ha già scritto Mauro.

Prova a fare le stesse prove con un soggetto ad infinito e vedrai che le cose tornano.

  Forum: NIKON Z · Anteprima Messaggio: #4208478 · Risposte: 17 · Visite: 526

Angolo Di Campo Obiettivo Dx Con Z6
rolubich
Inviato il: May 19 2019, 10:16 AM
QUOTE(buzz @ May 19 2019, 10:43 AM) [snapback]4208377[/snapback]
Come ho detto sopra, e Marco Senn me ne da conferma, non essendoci il taglio previsto, fotografando con un 100 mm DX avrai la stessa immaghine di un 100mm.. FX solo che sarà degradata ai bordi, o per aberrazioni ottiche o per caduta di luce o entrambe. Se l'immnagine "va bene" lo stesso, vuol dire che l'ottica DX è stata costruita "in abbondanza" e quindi nei limiti, va bene anche usarla in FX.
ma le proporzioni, come hai pure tu notato, sono identiche.


Mi sembra che sia proprio il contrario, se la fotocamera riconosce un obiettivo DX il taglio c'è sempre e non si può escludere, a meno che le cose non siano cambiate con il recente aggiornamento.


QUOTE(blululu @ May 19 2019, 12:31 AM) [snapback]4208362[/snapback]
La cosa che non mi torna è quando fotografo con la Z6 e con un 100mm DX perchè mi sembra di ottenere un angolo di campo di 24,20° (focale equivalente 100mm FX). In altre parole l'oggetto fotografato con il 100mm DX mi sembra che abbia le stesse dimensioni di quello fotografato (dalla stessa distanza) con un 100mm FX mentre dovrebbe sembrare più grande.
Qualcuno ha provato a fare una prova del genere ? Che risultati avete ottenuto? Dove sbaglio ?
Grazie stefano


Se vedi l'oggetto delle stesse dimensioni guardando le due foto allo stesso ingrandimento è normale, invece se le guardi nella loro completezza l'oggetto della foto scattata con l'obiettivo DX dovrebbe apparire più grande.
  Forum: NIKON Z · Anteprima Messaggio: #4208384 · Risposte: 17 · Visite: 526

La Pdc Cambia Da Obiettivo Ad Obiettivo?
rolubich
Inviato il: May 10 2019, 10:31 AM
QUOTE(Mik_D60 @ May 10 2019, 09:48 AM) [snapback]4207459[/snapback]
Scusate, però ho ancora dei "problemi"
Queste due foto sono state scattate mettendo a fuoco la targa della 207 blu.
Perchè in quella più distante ho più PDF rispetto a quella più vicina, sebbene quell vicina abbia una distanza di MAF già ampiamente oltre l'iperfocale? I vari calcolatori mi danno con per 18mm e f3.5 sulla D5600 una iperfocale a meno di 5m. La prima foto ha una MAF ad almeno 9m. Eppure i pali bianco/rossi posti all'orizzonte dietro l'auto blu sono più a fuoco nella seconda immagine scattata più lontano...


Se ti risulta un'iperfocale a meno di 5m vuol dire che hai usato un CoC pari a 0.02mm (che fornisce una distanza di 4.65m).
Se osservi l'immagine a schermo al 100% e pretendi di avere agli estremi della PdC una nitidezza paragonabile a quella del piano di fuoco, devi usare un CoC adeguato che potrebbe essere circa due volte la dimensione del pixel del sensore, nel tuo caso 0.008mm; con questo valore la distanza iperfocale è 11.6m e quindi è normale che con fuoco a 5m l'infinito non risulti perfettamente nitido.

E poi se osservi la pavimentazione della prima foto puoi notare che la zona nitida si estende più vicino di quello che sarebbe previsto dalla teoria, quindi è possibile che l'obiettivo metta a fuoco un po' più vicino.

Comunque, che sia per una messa a fuoco più vicina, per una caratteristica dell'obiettivo (e qui torniamo alla domanda iniziale: la PDC può variare da obiettivo ad obiettivo? In teoria no ma non si può escludere che con schemi ottici particolari come gli zoom a grande estensione le cose siano un po' diverse) o per altri motivi, mi sembra che ormai hai verificato che ti conviene puntare un po' più lontano dell'iperfocale per ottenere a fuoco l'infinito senza sacrificare quasi niente nelle zone vicine.
Quindi secondo me ti conviene applicare quello che hai verificato sperimentalmente e lasciar perdere ulteriori prove che ti daranno sempre lo stesso risultato difforme dalla teoria.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #4207468 · Risposte: 91 · Visite: 3.833

Fotografia - Microscopio Elettronico
rolubich
Inviato il: May 8 2019, 05:11 PM
QUOTE(Pepe92 @ May 8 2019, 04:06 PM) [snapback]4207307[/snapback]
Grazie Steve per il tuo approfondimento, mi scuso per non essere stato preciso io sin dall'inizio!
Tornando al mio lavoro. Dunque il livello di approfondimento richiesto è assai ben più estremo rispetto alla bellissima tavola che hai fotografato. Cercherò di essere chiaro elencando uno step by step e le condizioni di lavoro.


Ma in definitiva di che rapporto di magnificazione hai bisogno?

Fino a 2:1/3:1 secondo me puoi usare obiettivi macro o per ingranditori con tubi, soffietti, lenti addizionali, rovesciati, ecc. senza aver bisogno di un obiettivo per microscopi.

Qui puoi trovare test di molti obiettivi con grafici delle prestazioni al variare della magnificazione, penso che ti potrebbe essere utile.

http://coinimaging.com/Lens_tests.html


  Forum: NIKON SUSHI BAR · Anteprima Messaggio: #4207310 · Risposte: 5 · Visite: 465

Obiettivo Macro
rolubich
Inviato il: May 3 2019, 08:10 AM
QUOTE(gtd @ May 3 2019, 08:50 AM) [snapback]4206797[/snapback]
Con tubi di prolunga che hanno i contatti l'AF dovrebbe funzionare.
Da quanto leggo occorrerebbe l'uso manuale della ghiera del diaframma, ma il nuovo 60afs ne è sprovvisto
A questo punto sembra che tanto valga un reversion ring ed un vecchio 24mm ?


Esistono già in commercio tubi di prolunga da 15mm e 35mm (ma forse esistono anche altre lunghezze) per attacco Nikon Z e con la trasmissione dei contatti che dovrebbero garantire una completa funzionalità; potresti usarli anche direttamente senza FTZ se in futuro prendessi un macro con attacco Z. Con 15mm si dovrebbe riuscire a raggiungere dimensioni minime un po' sotto il 20x30mm.

Non posso postare il link del produttore che li commercializza per regolamento, se ti interessa te lo mando in MP.
  Forum: NIKON Z · Anteprima Messaggio: #4206798 · Risposte: 55 · Visite: 3.195

Obiettivo Macro
rolubich
Inviato il: May 3 2019, 12:01 AM
QUOTE(gtd @ May 2 2019, 06:58 PM) [snapback]4206738[/snapback]
Ho scaricato il manuale che consiglia due close-up Nikon uno dei due migliore del 20% riprendendo al minimo un'area 20x30mm e sono a lente singola.


Le lenti 5T e 6T hanno due lenti, sono doppietti acromatici. Dal manuale mi sembra di capire che per avere dimensioni minime del campo inquadrato di 20x30mm (quindi un piccolo miglioramento rispetto a 24x36mm senza lenti) devi montare in serie le due lenti 5T e 6T. Non penso che sia la soluzione migliore, le lenti costano parecchio e la qualità un po' ne risentirà.

QUOTE(gtd @ May 2 2019, 06:58 PM) [snapback]4206738[/snapback]
La mia pazienza e la mia vista con il focus manuale sono scarse... quindi non sarei propenso ai tubi di prolunga.


Anche con le lenti addizionali è consigliata la messa a fuoco manuale, almeno a quanto dice il manuale, anche se non ne capisco il motivo.
Con tubi di prolunga che hanno i contatti l'AF dovrebbe funzionare.
  Forum: NIKON Z · Anteprima Messaggio: #4206789 · Risposte: 55 · Visite: 3.195

Obiettivo Macro
rolubich
Inviato il: May 2 2019, 04:23 PM
QUOTE(gtd @ May 2 2019, 12:20 PM) [snapback]4206695[/snapback]
Ho appena acquisito un 60ais usato per la nuova z6. Volessi spingermi oltre il rapporto 1:1 con un closeup, magari acrobatico o un doppino come il Canon d500, avreste consigli da darmi? Grazie, sono in ascolto


Immagino sia uno dei 55mm, che sono tutti ottimi. In tal caso secondo me per arrivare al rapporto 1:1 è meglio usare il tubo dedicato (M, M2, PK-3 o PK-13, dipende dalla versione).

Le lenti addizionali fanno guadagnare parecchio con i tele ma con un 55mm non arrivi ad 1:1 nemmeno con la Nikon 4T da 2.9 diottrie.

  Forum: NIKON Z · Anteprima Messaggio: #4206729 · Risposte: 55 · Visite: 3.195

Scelta Lente Per Comunione Nipote
rolubich
Inviato il: Apr 30 2019, 12:36 PM
QUOTE(Graziella.r @ Apr 30 2019, 12:44 PM) [snapback]4206456[/snapback]
Caspita, che velocità, grazie, premetto che io uso sempre la reflex in manuale, quel giorno però vorrei utilizzare anche qualche automatismo. seguirò i vostri consigli. Grazie ancora.
Buona giornata


Se sei abituata in manuale potresti restare in modalità M ma impostando Auto ISO con valore massimo ISO abbastanza alto, il massimo che consideri accettabile per la tua fotocamera.
Praticamente scegli manualmente l'apertura ed il tempo in base alla situazione e l'esposizione corretta viene garantita dalla variazione degli ISO.
Devi comunque sempre dare un'occhiata all'esposimetro (ma a questo sarai abituata se di solito scatti in M) perchè potrebbe succedere che il max valore ISO impostato non sia sufficiente (ed allora la foro verrà sottoesposta, però puoi sempre allungare i tempi od aprire il diaframma).
In questo modo non alteri completamente il tuo modo di fotografare ma guadagni decisamente in velocità.

  Forum: NIKON SUSHI BAR · Anteprima Messaggio: #4206464 · Risposte: 12 · Visite: 764

D850 Menu Focus Stacking Disattivato
rolubich
Inviato il: Apr 18 2019, 09:08 AM
QUOTE(lollomonte @ Apr 17 2019, 06:54 PM) [snapback]4205068[/snapback]
Grazie a tutti per aver risolto l'enigma !!
Comprerò il nuovo 105 Micro ... d'altronde ho appena preso la D850 nuova, facciamo il botto !


Prima di fare un altro acquisto, sei sicuro che con la funzione "focus stacking" otterrai i risultati perfetti che immagino (a giudicare dalle belle foto della tua gallery) tu debba produrre per il cliente?

Questa tecnica, specialmente quando il soggetto presenta sovrapposizioni di parti più vicine su parti più lontane, fornisce inevitabilmente risultati con imperfezioni ed artefatti nelle zone di sovrapposizione che necessitano correzioni in PP abbastanza laboriose. Il motivo è che sia che sposti il soggetto, che sposti la fotocamera, o che cambi la messa a fuoco, la prospettiva fra scatto e scatto cambia leggermente, e nessun software può correggerla in automatico (mentre le differenze di dimensioni del soggetto nelle varie foto vengono corrette facilmente). Per limitare il problema si può utilizzare, in dipendenza dal soggetto, la migliore delle tre possibilità ma nessuna garantisce la costanza della prospettiva, nemmeno la tecnica di lasciare fermo l'obiettivo (in modo che la pupilla d'entrata, che il centro della prospettiva, rimanga ferma) e spostare la fotocamera con un soffietto.

Se osservi attentamente le foto postate in questa discussione

https://www.nikonclub.it/forum/index.php?sh...408157&st=0

puoi verificare le imperfezioni (zone sfocate in zone dove dovrebbe esserci dettaglio) che ci sono e giudicare se sarebbero accettabili con la qualità che devi produrre.

Facilmente ti sei già informato sulla tecnica e quindi sono cose che sapevi già, comunque la funzione "focus stacking" della D850 perlomeno ti fa risparmiare un po' di tempo.

Penso che se hai bisogno di più PDC un obiettivo basculante sarebbe più indicato.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #4205143 · Risposte: 21 · Visite: 1.187

La Pdc Cambia Da Obiettivo Ad Obiettivo?
rolubich
Inviato il: Apr 14 2019, 12:51 PM
QUOTE(Mik_D60 @ Apr 14 2019, 12:13 PM) [snapback]4204744[/snapback]
Cioè se voglio a fuoco tutto devo focheggiare lontanissimo


Che è quello che ti avevo suggerito, spostare la messa a fuoco verso infinito.
Teoricamente una messa a fuoco a distanze intermedie dovrebbe essere più che sufficiente per avere una PDC che copre comodamente l'infinito, ma nella pratica può non essere così o per una forte curvatura di campo (per cui ai bordi l'infinito è fuori dalla PDC) oppure per una messa a fuoco non corretta dell'AF.

Una dimostrazione che la messa a fuoco dei grandangolari non è così semplice, anche se potrebbe sembrare il contrario e nonostante tale affermazione susciti spesso incredulità ed ilarità.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #4204756 · Risposte: 91 · Visite: 3.833

La Pdc Cambia Da Obiettivo Ad Obiettivo?
rolubich
Inviato il: Apr 13 2019, 04:18 PM
QUOTE(Mik_D60 @ Apr 13 2019, 03:54 PM) [snapback]4204661[/snapback]
La foto in strada con le auto mi sembra confermare la supremazia del 18-140. La MAF è sulla Polo blu. Guardate per esempio la qualità della scritta "Passat" e le erbacce in basso a sx. Il 18-140 però non mi fa vedere i cavi dell'alta tensione in lontananza. Ma a livello di PDC mi pare una foto corretta
La foto della villetta/palazzo torna a farmi scoraggiare. MAF al centro dell'immagine sul pluviale/balaustra balcone.
Il cedro in alto a sx è tutto impastato con il 18-140. Perde qualità anche il condominio sullo sfondo, basta guardare le tapparelle e la ringhiera "dell'attico". Oppure le tegole della villetta.
Infine la foto del box: Nel 18-140 le antenne si impastano, così come i fiori sul balcone a destra. Ma la cosa più brutta sono i comignoli e la torre faro al centro della foto in lontananza, che il 16-85 fa vedere ancora a fuoco. Non c'è differenza tra foto fatta con live view o mirino.
Pareri?
Ringrazio sempre tutti per l'aiuto


In tutti tre i casi ai bordi/angoli il 18-140 è nettamente più nitido se ci sono oggetti vicini mentre è peggiore se ci sono oggetti ad infinito, quindi secondo me non è un problema di scarsa nitidezza del 18-140 agli angoli ma di curvatura di campo combinata con la messa a fuoco.
Io farei un'ultimo test: prova a fare uno scatto (magari proprio come la seconda foto nella quale l'albero a sinistra è orribile) mettendo a fuoco a distanza intermedia come hai fatto fino ad ora, poi metti in modalità fuoco manuale e fai una successione di scatti spostando a piccolissimi passi il fuoco verso infinito fino ad arrivare a fine corsa.
Guarda in successione le foto, la resa ad infinito degli oggetti ai bordi/angoli dovrebbe migliorare mentre quella di oggetti vicini dovrebbe peggiorare; ci sarà una foto nella quale tutto è sufficientemente nitido.

  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #4204667 · Risposte: 91 · Visite: 3.833

La Pdc Cambia Da Obiettivo Ad Obiettivo?
rolubich
Inviato il: Apr 12 2019, 08:40 AM
QUOTE(Mik_D60 @ Apr 12 2019, 09:06 AM) [snapback]4204505[/snapback]
Farò la prova, ma anche a te dico che ora non sto mettendo in discussione l'eventuale degrado ai bordi, che ci sta, anche se il 16-85 pur essendo migliore lo è solo ai bordi e non mi converrebbe montarlo al posto del 18-140, anche per l'estrema lentezza nella MAF.
Quello che mi turba è la quasi assenza di PDC anche a f6.3 a 18mm.
P.S. le foto su quel link le avevo già viste ed onestamente sono pessime, non mi sono mai uscite foto così brutte con il 18-140


In queste foto mi sembra che la nitidezza ad infinito in centro sia normale. Comunque secondo me il problema può essere dovuto a questi fattori che si possono anche sommare:

- scarsa ed anomala resa fuori dal centro (non ai bordi, ma proprio appena fuori dal centro)
- messa a fuoco ancora non perfetta (l'obiettivo mette a fuoco più vicino del dovuto, quel tanto per cui il soggetto puntato è ancora a fuoco ma ad infinito si inizia ad essere al limite o fuori dalla PDC)
- forte curvatura di campo ("piano" di fuoco che curva ai bordi avvicinandosi alla fotocamera)

Secondo me fino a che continui a fare test non mirati e non cerchi di isolare queste tre possibilità non riuscirai mai a capire come stanno le cose.

Come ti abbiamo già detto Ia cosa migliore è fotografare un soggetto piatto mettendo a fuoco con LiveView ( così escludi l'errore di messa a fuoco), prima fai uno scatto con messa a fuoco al centro e poi con messa a fuoco più nell'angolo possibile (per capire l'entità della curvatura di campo, se ci fosse); possibilmente usa un soggetto lontano per essere più vicino alla situazione che ti sta dando problemi, cerca la perpendicolarità asse obiettivo-piano fotografato (se fotografi un edificio una gran parte della metà inferiore del fotogramma sarà occupata dal terreno ma non ha importanza, ti basta la metà superiore). Ovviamente su cavalletto.

  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #4204515 · Risposte: 91 · Visite: 3.833

La Pdc Cambia Da Obiettivo Ad Obiettivo?
rolubich
Inviato il: Apr 11 2019, 05:42 PM
QUOTE(Mik_D60 @ Apr 11 2019, 05:17 PM) [snapback]4204419[/snapback]
In realtà il fuoco non è all'infinito Ma è proprio su quel l'isolotto che è a fuoco


Secondo me l'ultima foto che hai postato non lascia dubbi: non è un problema di PDC ma di nitidezza dell'obiettivo appena fuori dal centro.

Nella parte centrale sono nitide sia le le zone relativamente vicine (isolotto) che quelle decisamente più lontane (ponticello ed edifici appena sopra); appena fuori dal centro (per esempio il cartello a sinistra giallo, rosa e viola) la nitidezza inizia a calare anche a distanze intermedie rispetto alle zone nitide in centro, che quindi sono all'interno della PDC.

Può anche essere che tutti i 18-140mm si comportino così, ma ho seri dubbi a giudicare dai test che si trovano in rete e dalla mia esperienza con il 18-200mm, buon obiettivo che dovrebbe però essere facilmente superato in qualità dal 18-140mm.

Vedo dagli EXIF che c'era il VR ON con 1/640 sec, oltre a non avere senso tenerlo acceso in queste condizioni, potrebbe anche deteriorare leggermente l'immagine, anche se non penso sia la causa principale.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #4204427 · Risposte: 91 · Visite: 3.833

La Pdc Cambia Da Obiettivo Ad Obiettivo?
rolubich
Inviato il: Apr 4 2019, 02:43 PM
QUOTE(Mik_D60 @ Apr 4 2019, 02:13 PM) [snapback]4203499[/snapback]
Quindi, tornando alla domanda iniziale.
Se metto la D5600 su cavalletto e faccio una foto f5.6 a 20mm con il 18-140, poi monto il 16-85 e con f5.6 a 20mm riprendo la stessa scena DEVO avere la stessa PDC.


Confermo anch'io, la PDC deve essere la stessa; per evitare differenti distanze di messa a fuoco ti consiglierei di usare il LiveView così sei sicuro che il confronto sia corretto.
Poi facci vedere i risultati per favore.
Buon test.
PS: se fai uno scatto anche ad f/11 puoi verificare se la resa è migliore o peggiore rispetto ad f/5.6.
  Forum: NIKON DIGITAL REFLEX · Anteprima Messaggio: #4203507 · Risposte: 91 · Visite: 3.833

110 Pagine: V   1 2 3 > » 

Nuovi messaggi  Discussione aperta (nuove risposte)
Nessun nuovo messaggio  Discussione aperta (no nuove risposte)
Hot topic  Discussione calda (nuove risposte)
Hot topic  Discussione calda (no nuove risposte)
Poll  Sondaggio (nuovi voti)
No new votes  Sondaggio (no nuovi voti)
Closed  Discussione chiusa
Moved  Discussione spostata