FORUM NIKONCLUB

Condividi le tue conoscenze, aiuta gli altri e diventa un esperto.

Chiudi
TITOLO*
DOMANDA*
AREA TEMATICA INTERESSATA*
Stress..sapete Cos'è?
prima di fotografare
Rispondi Nuova Discussione
vz77
Messaggio: #1
fotografando gli oggetti le architetture i paesaggi...sta tutto lì. tu e gli oggetti.

ma quando dovete scattare per la prima volta con una persona famosa che la settimana prima ha scattato con un grandissimo fotografo di cui avete un libro in casa, come vi sentite?

provate tensione? vi chiedete...ce la farò? come gestite la tensione?

forse i matrimonialisti questa tensione la provano (vuoi per la responsabilità di non dover mancare gli scatti importanti, vuoi per problemi di flusso di lavoro in caso di problemi con le card le macchine o che...ma in quel caso avere dietro backup di ogni sorta aiuta), o quelli che fanno eventi particolari. oppure per voi è la routine e quindi un lavoro vale l'altro basta che paghino? magari quelli che fanno moda sono abituati, ma magari sono abituati a modelle normali da agenzia e poi salta fuori che ne so kate moss (per rendere l'idea). non credo sia 'indifferente' il 'nome' del soggetto.

vengo già fuori da un mezzo fallimento con una ex amica (che da quando non ha apertamente apprezzato le mie foto l'ho cancellata dai miei contatti ahah perché mi ha messo addosso un senso di insicurezza mai provato prima) spero domani di non fare peggio ahahah.
Alessandro Castagnini
Staff
Messaggio: #2
E chi devi fotografare che ti mette così in ansia?
Un lavoro che dovrà andare su cartelloni cubitali in tutto il Mondo o cosa? ohmy.gif

Personalmente non mi trovavo in ansia neppure agli esamin scuola e, almeno per il momento, non provo ansia per fotografare.

Ad essere sincero i primi matrimoni lì ho fatti con un po' di tensione, questo si.... troppo importante per sbagliare, ma pian pianino passa anche questa smile.gif

Ciao,
Alessandro.

P.s.: un minimo c'è sempre, ad ogni evento importante, ma s'impara a gestire la cosa smile.gif
maxter
Messaggio: #3
Come mi sento io in quelle occasioni non posso rispondere perché non mi ci sono mai trovato e mai mi ci troverò, però in bocca al lupo e vai convinto delle tue grandi possibilità.
riccardobucchino.com
Messaggio: #4
Credo di non essermi mai emozionato per aver incontrato una persona famosa (e io ho conosciuno Knoll*) quindi non so aiutarti molto, l'unica cosa che posso dirti è che "sono tutti uguali i musi bianchi" se sai fotografare una persona non famosa sai anche fotografarne una famosa, sono fatte alla stessa maniera, anzi quella famosa molto probabilmente sa mettersi in posa e quindi è tutto più facile.


* uno dei creatori di Photoshop, ogni fotografo che si rispetti ha il suo santino nel portafogli! smile.gif
vz77
Messaggio: #5
QUOTE(Alessandro Castagnini @ Jul 2 2017, 07:20 PM) *
E chi devi fotografare che ti mette così in ansia?
Un lavoro che dovrà andare su cartelloni cubitali in tutto il Mondo o cosa? ohmy.gif

Personalmente non mi trovavo in ansia neppure agli esamin scuola e, almeno per il momento, non provo ansia per fotografare.

Ad essere sincero i primi matrimoni lì ho fatti con un po' di tensione, questo si.... troppo importante per sbagliare, ma pian pianino passa anche questa smile.gif

Ciao,
Alessandro.

P.s.: un minimo c'è sempre, ad ogni evento importante, ma s'impara a gestire la cosa smile.gif


esatto, mi sento così! questo mi capita spesso quando prendo in mano quella maledetta. sento sulle spalle un sacco di peso ed è per questo che non riesco ancora psicologicamente ad affrontare cose anche apparentemente o forse sì, più 'semplici', come gli eventi etc. mi sento lo sguardo addosso. in quel caso è come se dall'obiettivo uscisse un fascio di luce fastidioso (sto esagerando ma non mi piace sparare l'obiettivo in faccia alle persone) non è questioni di dimensioni della camera, è una brutta cosa psicologica. e quando ho a che fare direttamente con le persone (ritratti insomma) mi sento addosso una specie di assurda responsabilità nel dover fare a tutti i costi qualcosa di più bello di quello che gli han già fatto gli altri. con l'architettura sento disagio solo quando inizio a dover occupare spazio con treppiede e in certe situazioni già l'avere una macchina fotografica al collo.
credo di essere un po' paranoide su questo. vorrei solo sparisse la camera, invidio quando un tempo si fotografava con la rollei!
riguardo gli oggetti ovviamente non succede. ma se ho un cliente che mi ronza attorno mentre faccio foto a un prodotto o che mi sento sempre sotto pressione.
per domani non so, ora non riesco nemmeno più a pensarci ho passato un paio d'ore di stress impressionante. agli esami anche io ero tranquillissimo. credo come dici tu che si debba imparare a gestire le cose. non sono abituato, è come se fosse la prima volta. non mi spaventa la camera e i suoi settaggi, ma il risultato che vedo sul display, e il fatto che non c'è pianificazione in nulla. dopo parecchi mesi di contrattempi organizzativi all'ultimo è arrivata la conferma e quindi è come se all'improvviso, una cosa che avevi data per ormai 'andata', compare invece lì davanti all'improvviso e devi sbrigartela subito.
sono abituato a pianificare tutto in modo fin troppo assurdo. che poi i programmi 'cambino' durante lo shooting è una regola piacevole.
ma così è molto più stressante. spero che nel tempo riesca a gestire sta cosa. vorrei totale disinvoltura. per fortuna con la camera mi trovo, non sono comunque uno che si mette minuti a guardare la camera e cercare settaggi perché non sa dove siano. vedremo dai...tanto stanotte faticherò a prendere sonno. cerco sempre di immaginare cosa fare e come voglio che vengano le foto. eccheppalle...
Alessandro Castagnini
Staff
Messaggio: #6
Dai, ti capisco... non sono una persona di ferro senza emozioni smile.gif
Ma come dicevo, per fortuna (o per sfortuna... dipende dai punti di vista) riesco a controllare la cosa. Capita quella volta che magari hai a che fare con un matrimonio un po' più di alto livello allora c'è quella "punta" di pressione in più, ma, almeno per il momento... sono ok ... magari dopo qualche scatto ancora meglio per il discorso che s'instaura, comunque, un certo rapport con la sposa prima e con gli sposi assieme dopo.

Mentre scrivo lavoro ... ho tre matrimoni da sistemare.... biggrin.gif
vz77
Messaggio: #7
QUOTE(riccardobucchino.com @ Jul 2 2017, 09:51 PM) *
Credo di non essermi mai emozionato per aver incontrato una persona famosa (e io ho conosciuno Knoll*) quindi non so aiutarti molto, l'unica cosa che posso dirti è che "sono tutti uguali i musi bianchi" se sai fotografare una persona non famosa sai anche fotografarne una famosa, sono fatte alla stessa maniera, anzi quella famosa molto probabilmente sa mettersi in posa e quindi è tutto più facile.
* uno dei creatori di Photoshop, ogni fotografo che si rispetti ha il suo santino nel portafogli! smile.gif


hai ragione...ma per me quella che dici tu è teoria perché all'atto pratico tendo purtroppo ad 'emozionarmi' (parola che odio). quando so chi ho davanti, e mi passano davanti agli occhi le foto che gli hanno già fatto e che mi hanno decisamente impressionato, mi sento molto in difficoltà. per chi suona...è come saper suonare in pubblico ma all'improvviso devi suonare di fronte ad un grandissimo pianista. ti tremano le mani se non sei abituato. non ho problemi a parlarci...a livello personale riesco esattamente a comportarmi come fai tu. ma quando prendo in mano la maledetta iniziano 'i problemi'. potrei chiamarla 'ansia da prestazione'. perché penso che chi ho di fronte, ha avuto di fronte gente che mi mangia in testa, e non voglio fare peggio di loro anche se so che 'non c'è gara', loro sono troppo. non so se riesco a spiegarmi..
comunque grazie. (non sapevo di knoll...appena l'ho letto ho immaginato qualche direttore della walter knoll e ho sudato comunque per te eheh)

QUOTE(Alessandro Castagnini @ Jul 2 2017, 10:06 PM) *
Dai, ti capisco... non sono una persona di ferro senza emozioni smile.gif
Ma come dicevo, per fortuna (o per sfortuna... dipende dai punti di vista) riesco a controllare la cosa. Capita quella volta che magari hai a che fare con un matrimonio un po' più di alto livello allora c'è quella "punta" di pressione in più, ma, almeno per il momento... sono ok ... magari dopo qualche scatto ancora meglio per il discorso che s'instaura, comunque, un certo rapport con la sposa prima e con gli sposi assieme dopo.

Mentre scrivo lavoro ... ho tre matrimoni da sistemare.... biggrin.gif


ammazza...lì mi verrebbe un altro tipo di ansia ahah smile.gif

QUOTE(maxter @ Jul 2 2017, 09:29 PM) *
Come mi sento io in quelle occasioni non posso rispondere perché non mi ci sono mai trovato e mai mi ci troverò, però in bocca al lupo e vai convinto delle tue grandi possibilità.


bu, non credo alle mie grandi possibilità...in questa situazione mi sento nell'ottica del 'speriamo che me la cavi'...
in altre situazioni riesco anche a pompare l'autostima, che in qualche modo è un atteggiamento che aiuta moltissimo e ti fa andare per la tua con una certa sicurezza.
vedremo...comunque crepi il lupo!

Messaggio modificato da vz77 il Jul 2 2017, 09:13 PM
riccardobucchino.com
Messaggio: #8
QUOTE(vz77 @ Jul 2 2017, 10:12 PM) *
hai ragione...ma per me quella che dici tu è teoria perché all'atto pratico tendo purtroppo ad 'emozionarmi' (parola che odio). quando so chi ho davanti, e mi passano davanti agli occhi le foto che gli hanno già fatto e che mi hanno decisamente impressionato, mi sento molto in difficoltà. per chi suona...è come saper suonare in pubblico ma all'improvviso devi suonare di fronte ad un grandissimo pianista. ti tremano le mani se non sei abituato. non ho problemi a parlarci...a livello personale riesco esattamente a comportarmi come fai tu. ma quando prendo in mano la maledetta iniziano 'i problemi'. potrei chiamarla 'ansia da prestazione'. perché penso che chi ho di fronte, ha avuto di fronte gente che mi mangia in testa, e non voglio fare peggio di loro anche se so che 'non c'è gara', loro sono troppo. non so se riesco a spiegarmi..
comunque grazie. (non sapevo di knoll...appena l'ho letto ho immaginato qualche direttore della walter knoll e ho sudato comunque per te eheh)


Io ho partecipato ad un worckshop di un ex fotografo americano che ora fotografa per hobby ma è molto esigente, la cosa divertente era che la gente ha pagato per partecipare e io invece ero pagato per essere li e godermi l'esperienza (qualche lato positivo nel fare il fotografo c'è... pochi). Ho quindi partecipato alla prova sul campo ma NON POTEVO per nessun motivo fare peggio degli altri, io ero li come fotografo e avrei fatto una figura di m... Kolossale quindi ho fatto quello che si DEVE fare in questi casi, me ne sono fregato di cosa facevano gli altri e ho agito di testa mia fotografando a modo mio, devi fare così, devi essere te stesso e non cercare di essere come credi che loro ti vogliano. Tu devi pensare "vi faccio vedere io come si fotografa!" e non pensare "oh dio potrei sbagliare" perché se pensi di poter sbagliare ti viene l'ansia e sbagli, se pensi di non poter sbagliare magari sbagli comunque (è nella natura umana sbagliare) ma almeno non hai l'ansia!

Comunque se ho capito bene devi confrontarti con dei fotografi affermati, in tal caso tu sei avvantaggiato, tu puoi studiare il loro modo di fotografare e andare li a fare qualcosa che loro NON farebbero! Insomma è come se mi dicessero "sfida bolt", io di certo non proverei a sfidarlo nei 100 metri perché non ho alcuna speranza di vincere, lo sfiderei non so, in una gara di chi beve più nebbiolo senza stare male, lui è un giamaicano e super sportivo, dopo la prima bottiglia quello si vomita l'anima, io dopo la prima bottiglia potrei dire una cosa come "portatemi un Brandini resa 56, tanto paga Bolt che ha perso! Anzi portatene una decina che facciamo un po' di festa. E PAGA BOOOOOLT, LA LA LA LA LA LA!!! E PAGA BOOOOOOLT, LA LA LA LA LA LA!!!....". Quindi se hai a che fare un un paesaggista fai ritratti, se hai a che fare con un ritrattista datti al minimalismo... etc

Messaggio modificato da riccardobucchino.com il Jul 2 2017, 10:12 PM
vz77
Messaggio: #9
QUOTE(riccardobucchino.com @ Jul 2 2017, 11:10 PM) *
Io ho partecipato ad un worckshop di un ex fotografo americano che ora fotografa per hobby ma è molto esigente, la cosa divertente era che la gente ha pagato per partecipare e io invece ero pagato per essere li e godermi l'esperienza (qualche lato positivo nel fare il fotografo c'è... pochi). Ho quindi partecipato alla prova sul campo ma NON POTEVO per nessun motivo fare peggio degli altri, io ero li come fotografo e avrei fatto una figura di m... Kolossale quindi ho fatto quello che si DEVE fare in questi casi, me ne sono fregato di cosa facevano gli altri e ho agito di testa mia fotografando a modo mio, devi fare così, devi essere te stesso e non cercare di essere come credi che loro ti vogliano. Tu devi pensare "vi faccio vedere io come si fotografa!" e non pensare "oh dio potrei sbagliare" perché se pensi di poter sbagliare ti viene l'ansia e sbagli, se pensi di non poter sbagliare magari sbagli comunque (è nella natura umana sbagliare) ma almeno non hai l'ansia!

Comunque se ho capito bene devi confrontarti con dei fotografi affermati, in tal caso tu sei avvantaggiato, tu puoi studiare il loro modo di fotografare e andare li a fare qualcosa che loro NON farebbero! Insomma è come se mi dicessero "sfida bolt", io di certo non proverei a sfidarlo nei 100 metri perché non ho alcuna speranza di vincere, lo sfiderei non so, in una gara di chi beve più nebbiolo senza stare male, lui è un giamaicano e super sportivo, dopo la prima bottiglia quello si vomita l'anima, io dopo la prima bottiglia potrei dire una cosa come "portatemi un Brandini resa 56, tanto paga Bolt che ha perso! Anzi portatene una decina che facciamo un po' di festa. E PAGA BOOOOOLT, LA LA LA LA LA LA!!! E PAGA BOOOOOOLT, LA LA LA LA LA LA!!!....". Quindi se hai a che fare un un paesaggista fai ritratti, se hai a che fare con un ritrattista datti al minimalismo... etc


ho 'solo' visto come i fotografi famosi l'hanno fotografata. quindi ho gli occhi pieni di impossibilità. e c'è, per come poi si è effettivamente concretizzata la cosa, una componente di totale incertezza sul dove. posti, location. etc. la cosa di per sé spiazza. perché credi comunque di prendere la cosa in modo 'easy'. ma devi arrivare lì decidendo cosa portare in modo da far fronte ad un ventaglio di situazioni, e già questo sballa un bel po'. anche per questo tu nell'esempio che facevi, hai potuto muoverti con un certo margine di sicurezza.. ma sai, se non ci sei abituato, riesci in un attimo di poca tensione a vederla come una cosa 'easy' come si farebbe tra amici...ma poi sai che verrà a prenderti un suo agente. e allora quel margine di 'familiarità' che eri riuscito ad immaginare per startene comunque tranquillo se ne va a quel paese e riparte lo stress. vedremo. certo è che mi piacerebbe prenderla in modo quasi rivoluzionario come nel tuo ultimo esempio. sinceramente se pincopallophotographer (mediocre ma con 100mila follower) o pincopallinophoto (bravo con tanti like) hanno fotografato sempronia, star instagram modella che si fa pure pagare inseguita e suprefotografata e superfotoshoppata da fotografi che vengono presi per bravi da una massa di ciechi è un conto. ma se non è sempronia, e la settimana scorsa è stata fotografata da aldo fallai, a me purtroppo sale l'ansia a livelli che per ora è paralizzante. non mi preoccupa perdere il confronto perché appunto non c'è gara. mi preoccupa non fare bene perché DEVO fare benissimo. e avrò fra me e lei persone che sento cariche di aspettative. credo ci sia un buon numero di fotografi che si drogano. capirei il perché. avera la testa libera dalle pressioni interne o esterne, e l'adrenalina alle stelle, aiuta molto
fullerenium2
Messaggio: #10
QUOTE(vz77 @ Jul 2 2017, 11:33 PM) *
ho 'solo' visto come i fotografi famosi l'hanno fotografata. quindi ho gli occhi pieni di impossibilità. e c'è, per come poi si è effettivamente concretizzata la cosa, una componente di totale incertezza sul dove. posti, location. etc. la cosa di per sé spiazza. perché credi comunque di prendere la cosa in modo 'easy'. ma devi arrivare lì decidendo cosa portare in modo da far fronte ad un ventaglio di situazioni, e già questo sballa un bel po'. anche per questo tu nell'esempio che facevi, hai potuto muoverti con un certo margine di sicurezza.. ma sai, se non ci sei abituato, riesci in un attimo di poca tensione a vederla come una cosa 'easy' come si farebbe tra amici...ma poi sai che verrà a prenderti un suo agente. e allora quel margine di 'familiarità' che eri riuscito ad immaginare per startene comunque tranquillo se ne va a quel paese e riparte lo stress. vedremo. certo è che mi piacerebbe prenderla in modo quasi rivoluzionario come nel tuo ultimo esempio. sinceramente se pincopallophotographer (mediocre ma con 100mila follower) o pincopallinophoto (bravo con tanti like) hanno fotografato sempronia, star instagram modella che si fa pure pagare inseguita e suprefotografata e superfotoshoppata da fotografi che vengono presi per bravi da una massa di ciechi è un conto. ma se non è sempronia, e la settimana scorsa è stata fotografata da aldo fallai, a me purtroppo sale l'ansia a livelli che per ora è paralizzante. non mi preoccupa perdere il confronto perché appunto non c'è gara. mi preoccupa non fare bene perché DEVO fare benissimo. e avrò fra me e lei persone che sento cariche di aspettative. credo ci sia un buon numero di fotografi che si drogano. capirei il perché. avera la testa libera dalle pressioni interne o esterne, e l'adrenalina alle stelle, aiuta molto

Una curiosità, ma la fotografi per un lavoro commissionato e remunerato o è un workshop che tu paghi?
Se è per la prima ipotesi fai bene ad essere un po' ansioso. Un po' di ansia a me aiuta sempre. Un po' però eh!!
Però ora immagina la modella. Pensa a lei. Pensa alla sua ansia. È lei quella che deve sentirsi ansiosa. Perché domattina potrebbe svegliarsi piena di brufoli, con 2 borse sotto gli occhi o con la diarrea. È lei quella che è sotto esame e sotto i riflettori, mica tu!!
micki.cen83
Messaggio: #11
Caspita!!Beati voi...A me queste fortune non capitano mai!! Uff...
Ovvio che c'è sempre il nervoso che qualcosa vada storto...Anche prima di un servizio che hai sempre fatto bene...E controlli e ricontrolli l'attrezzatura,memory,batteria,etc..
Io sono sempre stra nervoso anche inutilmente...Tanto dopo è una cosa che sai fare e ti preoccupi sul momento di impostare la macchina fotografica e "via che la vada"... smile.gif
Ci sarà sempre apprensione per le cose inaspettate e l'ignoto,ma ci si abitua...
Po se si sbaglia...Siamo umani...Si impara!
Auguri ed in bocca al lupo!!! rolleyes.gif Pollice.gif biggrin.gif

PS: Anche io devo fare un servizio di ritratto ad una mia amica che fa' la modella..Spero che non vada male...Ahahahaha messicano.gif

Messaggio modificato da micki.cen83 il Jul 3 2017, 12:16 AM
vz77
Messaggio: #12
QUOTE(fullerenium2 @ Jul 3 2017, 12:31 AM) *
Una curiosità, ma la fotografi per un lavoro commissionato e remunerato o è un workshop che tu paghi?
Se è per la prima ipotesi fai bene ad essere un po' ansioso. Un po' di ansia a me aiuta sempre. Un po' però eh!!
Però ora immagina la modella. Pensa a lei. Pensa alla sua ansia. È lei quella che deve sentirsi ansiosa. Perché domattina potrebbe svegliarsi piena di brufoli, con 2 borse sotto gli occhi o con la diarrea. È lei quella che è sotto esame e sotto i riflettori, mica tu!!


ahah poverina...
comunque..no no niente workshop. il fatto è che anche se si svegliasse con i brufoli sa che arrivo io. non fallai. era grande amica di david hamilton. domani insomma sarò io quello che avrà più brufoli. e quello con lo squaraus. vedremo come andrà.
grazie del supporto
fullerenium2
Messaggio: #13
QUOTE(vz77 @ Jul 3 2017, 02:20 AM) *
ahah poverina...
comunque..no no niente workshop. il fatto è che anche se si svegliasse con i brufoli sa che arrivo io. non fallai. era grande amica di david hamilton. domani insomma sarò io quello che avrà più brufoli. e quello con lo squaraus. vedremo come andrà.
grazie del supporto

Allora sarà anzianotta :-)
Che brutta storia Hamilton con le sue accuse.
Dopo tutto sto patema ce la fai vedere la foto eh
vz77
Messaggio: #14
QUOTE(fullerenium2 @ Jul 3 2017, 07:18 AM) *
Allora sarà anzianotta :-)
Che brutta storia Hamilton con le sue accuse.
Dopo tutto sto patema ce la fai vedere la foto eh


no ha quasi 30. non conosco i dettagli ma non mi stupisco, anche nell'arte persone come balthus che hanno interesse per certi soggetti è sempre sottile il confine. comunque vedremo dai. ciao e grazie!
fullerenium2
Messaggio: #15
QUOTE(vz77 @ Jul 3 2017, 09:57 AM) *
no ha quasi 30. non conosco i dettagli ma non mi stupisco, anche nell'arte persone come balthus che hanno interesse per certi soggetti è sempre sottile il confine. comunque vedremo dai. ciao e grazie!

Ma l'avevi oggi lo shooting ?
Non farci stare in ansia e facci vedere qualcosa :-)
vz77
Messaggio: #16
QUOTE(fullerenium2 @ Jul 3 2017, 09:25 PM) *
Ma l'avevi oggi lo shooting ?
Non farci stare in ansia e facci vedere qualcosa :-)


era lunedì.. non posso mostrare. comunque farò breve resoconto fra qualche gg per chi è curioso o si è trovato in situazioni simili e vuole sapere come gli altri si comportano
alkmenes
Messaggio: #17
Ah, guarda... Intervista a Siracusa con un certo Steve... McCurry, mi pare... sì, mi sa che era lui rolleyes.gif ... e LUI fotografava con il cellulare. Sdoganato biggrin.gif

Nel senso, alla fine è una persona normalissima, anzi, forse "troppo" normale, nel miglior senso che ci sia.
vz77
Messaggio: #18
e sempre per restare in topic, anche se il sabato non si dovrebbe lavorare, sei lì a fine shooting, scambi quattro chiacchere dopo qualche ora di stress mentre smonti il flash dallo stativo, per fortuna 'solo' un sb910 da soli 500 caffé che decide di schizzarti letteralmente via dalla mano lo vedi roteare e precipitare a terra da un metro e mezzo e mentre pensi menomale che non è il profoto cade a terra picchiando proprio lo spigolo della testa che imprime ancor più rotazione all'oggetto e parte una cosa bianca e sembran tanti pezzi e mentre realizzi che il flash ha finito di rimbalzare e non trovi pezzi neri in giro noti che il pannello riflettore bianco che solo uscito di sede e mentre continui imperturbabile a parlare lo raccogli lo accendi ruoti la parabola testi il flash lo giri e rigiri in mano notando che è tutto come prima e lo appoggi sul tavolo continuando a parlare.
riccardobucchino.com
Messaggio: #19
QUOTE(vz77 @ Jul 7 2017, 07:17 PM) *
era lunedì.. non posso mostrare. comunque farò breve resoconto fra qualche gg per chi è curioso o si è trovato in situazioni simili e vuole sapere come gli altri si comportano



Ollelè, oh la la, faccela vedé...
 
Discussioni simili Iniziata da Forum Risposte Ultimo messaggio